Tag

 

attualmente qui:

cernusco


 

 
 

cooperazione internazionale

da aprile del 2006 a marzo 2007 ho avuto la possibilità di lavorare con un'associazione dominicana, Oné Respe, che opera nelle baraccopoli di Santiago e di Haina in Repubblica Dominicana. Durante questo periodo ho scritto su questo blog ciò che vedevo e osservavo, qui trovi i post più rilevanti in ordine cronologico.
LEGGI TUTTI I POST
 

116 blog contro il decreto anti-ambiente

116 blog si sono incatenati qui ed hanno vinto: l'articolo 29 del decreto anti-crisi è stato stravolto e sono tornate le detrazioni del 55% per chi realizza lavori di ristrutturazione a favore dell'efficienza energetica! Grazie a tutti.
 

Ultime visite al Blog

calicaalstudio.roggeriattrezzista1elenabasso2005martinopironeealisa47drissa52elianapeperoniarcoflexcoach.11rendering3HAIMSARAgagost01anna.delillamarco.corleto
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

sto leggendo

el tiempo de las mariposas

 

 
 

chi mi visita?

Locations of visitors to this page

Do you want to read this blog en English? Try here

 

io sto con loro:

immagine

 

 

 

 

 

 

 

 
Creato da: kudablog il 27/10/2005
note armoniche di composizione

 

 
« Famiglia Restelli in BoliviaHaiti tre giorni dopo il... »

Notizie partecipative sul terremoto ad Haiti

Post n°1460 pubblicato il 15 Gennaio 2010 da kudablog
 

Da vari siti (Twitter, Google Crisis Team, Facebook), recupero un po' di notizie sulla situazione post terremoto a Port-au-Prince

Rintracciate le Piccole Suore del Vangelo presenti a Port au Prince e disperse dal momento del terremoto, stanno bene, fino a qualche anno fa era con loro anche una cernuschese

La torre di controllo dell'aeroporto di Port au Prince non ha retto, i voli sono stati dirottati

Circa settemila delle vittime del terremoto sono già state sepolte in una fossa comune.

Smentita la voce secondo cui il corriere UPS offrirebbe degli invii gratuiti di pacchi verso Haiti

La maggior parte degli aiuti si sta concentrando nella capitale, arrivano appelli dalla piccole città a sud di Port au Prince

Vicino alla frontiera di Jimanì I dominicani stanno ammassando truppe per impedire agli haitiani di sconfinare.

Da fonti dirette della nostra associazione ColorEsperanza (che sta raccogliendo fondi) sappiamo che:

- per le strade di Port au Prince è un continuo canto. Gli haitiani cantano per accompagnare i morti nel loro ultimo viaggio.

- ad Haina, una città dominicana a forte presenza haitiana la tensione è altissima. Tutti hanno parenti ad Haiti e nessuno ha notizie. La madre di una nostra conoscente ha tentato ieri di partire per Haiti, è stata bloccata, ma è partita oggi. In Repubblica Dominicana vi sono volontari partiti verso il paese vicino, la condizione però che devono soddisfare è quella di portarsi dietro tutto il necessario per sopravvivere, acqua compresa perchè ad Haiti c'è una grande scarsità.

Non siamo ancora riusciti a metterci in contatto con le zone di frontiera.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/KudaBlog/trackback.php?msg=8277950

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sciura Pina il 15/01/10 alle 01:18 via WEB
Ho linkato il tuo post nella speranza di diffondere le notizie in modo capillare. Grazie per le informazioni.
(Rispondi)
 
kudablog
kudablog il 15/01/10 alle 09:25 via WEB
2 Hospitals in Cap-Haitien are equipped and ready to receive patients
(Rispondi)
 
kudablog
kudablog il 15/01/10 alle 09:26 via WEB
Secondo alcune testimonianze raccolte nell'isola gruppi di persone disperate avrebbero bloccato alcune vie della città ammassando cadaveri e macerie per protestare contro la mancanza di aiuti.
(Rispondi)
 
kudablog
kudablog il 15/01/10 alle 09:34 via WEB
Al varco di frontiera più importante tra Repubblica Dominicana e Haiti, a un'ora di strada dall'inferno di Port au Prince, l'ufficiale dell'esercito dominicano si sforza di dimostrarsi tranquillo. Ma sotto l'apparenza, cresce il timore che una grande massa di disperati haitiani possa forzare la mano pur di passare il confine. Ieri le autorità dominicane avevano lanciato l'allarme alle proprie forze armate, poi rientrato, circa i rischi di un'ondata di profughi alle frontiere, forse armati. Tuttavia permangono segnali di tensione: a una quarantina di chilometri dal confine con Haiti, un paio di guardie private armate di fucile difendono un piccolo ristorante: "da quando c'è stata la tragedia a Port au Prince - racconta uno di loro preoccupato - ogni sera dobbiamo difenderci da sbandati che cercano di rubare".
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Roberto Codazzi - nuovo sito

Caricamento...
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 
.
Discuti con noi le norme da proporre in Parlamento per dare il via ad una Rivoluzione Verde Italiana!
.
Cernusco sul Naviglio ha la sua televisione: www.cernuscotv.com
----------------------
se ti piace questo blog vota con OK su OkNotizie, così altre persone potranno conoscerlo:
------------------
 
ultimi post su www.kuda.tk
 
 

Area personale

 

Osservatorio sul Razzismo in Italia

Caricamento...
 

Peacereporter

Caricamento...
 

Petizione per abbassare il costo della metro

firma la petizione, diffondi l'iniziativa e linka al sito: www.atmgratis.tk

Inutilità dell'Ecopass:
guarda i dati di concentrazione del PM10 a Milano e Limito prima e dopo l'introduzione della tassa.
 

metereologia:

immagine

 Santiago de los Caballeros
Repubblica Dominicana
Click for Santiago, Dominican Republic Forecast 
Cernusco sul Naviglio
Italia
Click for Milan, Italy Forecast 

 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom