Creato da womanonthemoon il 30/08/2006

OBSERVATORY

né apparenza né sostanza

 

« (I would rather not go) ...Due »

Piccola e fragile (ma spaventosa)

Post n°188 pubblicato il 17 Maggio 2010 da womanonthemoon

Avrei giurato che il prossimo post, dopo tanto dormire, lo avrei scritto sulla Siria, lo splendido pese del Medio Oriente da cui sono appena tornata. Ma un imprevisto mattutino, fa si che ora io sia qui, ancora un po' scossa, a scrivere di come mentre controllavo la data di scadenza del pesto riposto nel frigorifero, un ronzio fortissimo mi ha fatto allontanare istintivamente dalla finestra. Ho una vera fobia per gli insetti volanti e ronzanti, e in particolare per quelli anche pungenti. Mi allontano di un paio di passi. Il frigo rimane aperto. Il ronzio è talmente forte che per qualche secondo penso possa essere qualcuno nel giardino di fronte che sta tagliando l'erba. Non vedendo niente di sospetto, con coraggio mi avvicino alla finestra semi-aperta e la chiudo. Chiudo anche il frigorifero. Il ronzio è ancora forte, quindi significa che proviene da DENTRO casa. Terrore! Il ronzio si ferma, ma devo assolutamente individuare l'essere che lo produceva perché sennò in casa non riesco più a starci. Muovo leggermente le tendine e poi eccolo. Cammina lungo il vetro dietro la tendina. E' enorme! Comincio a tremare e a piangere e a pensare come fare ad eliminarla, visto che sono terrorizzata alla sola idea di avvicinarmici. Calma e sangue freddo, calma e sangue freddo. Non ci riesco. Continuo a tremare. Ma o io o lei, devo farmi forza. Prendo prima uno straccio e cerco di cacciarla fuori, ma per farlo dovrei toccare la tendina dietro la quale si nasconde e rischierei così che voli dentro casa e non fuori. No, non si può fare. E poi io la tendina non riesco nemmeno a toccarla da quanto sono terrorizzata. L'unica soluzione è schiacciarla dietro la tenda. Ma con cosa? Qualcosa di sufficientemente grande da permettermi di tenere comunque ad una certa distanza, ma di controllare quello che sto facendo per accertarmi che sia morta. Poggiato lì per terra c'è il catino arancione dove ogni tanto lavo le cose a mano. Lo prendo e colpisco un paio di volte l'insetto. Comincia a ronzare, io tremo e singhiozzo dalla paura. Poi lo blocco poggiandogli sopra il fondo del catino. Lo vedo in trasaparenza, bloccato. Tremo. Una piccola spinta. Cric. L'animale è morto. Cade sul davanzale. A vederlo ora, morto, mi fa ancora più paura e non riesco a prenderlo e buttarlo fuori. Continuo a tremare e piangere. Lo copro con un bicchiere grande di yogurt, come se temessi che potesse scappare. Non lo voglio vedere. Mi siedo sul divano e attendo di smettere di tremare. Poi con l'aiuto di un blocchetto di carta rigiro il bicchiere lasciando dentro l'animale. Non riesco a toccarlo e guardarlo nemmeno ora che è morto. Scatto una foto senza guardare e ricopro il bicchiere.
Ora mi vesto, vado a fare la spesa. E porto fuori il sacchetto dell'umido dove l'ho buttato.

 

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

AREA PERSONALE

 
immagine 
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

IO NO

senza memoria non c'è libertà