Creato da dieci.risposte il 23/11/2009

10 RISPOSTE A CASO

In questo blog si danno 10 risposte a caso sul senso della vita

 

TANTI AUGURI

Post n°32 pubblicato il 28 Dicembre 2009 da dieci.risposte

Rimandiamo al mittente gli auguri di buone feste che ci sono stati inviati rimarcando come l'abitudine all'offesa personale rimanga la perculiarità di chi non ha altri argomenti che non quelli dettati dall'arroganza che poi è propria di coloro i quali si pasciano del titolo di "portatori di verità" e si nascondono dietro il famigerato "lei non sa chi sono io".

E STI CAZZI!

 
 
 

REATI INFORMATICI

Post n°31 pubblicato il 23 Dicembre 2009 da dieci.risposte

Apprendiamo dalle dichiarazioni del Ministro Maroni rilasciate in seguito ad un incontro con i principali provider e gestori di social network operanti sul territorio nazionale che il governo intende creare degli strumenti in grado di arginare il problema dei "reati informatici". Questa definizione la mettiamo volutamente tra virgolette poichè malgrado l'ottusità di alcuni individui un reato è tale a prescindere dal mezzo che si utilizza per perpetrarlo, un reato è tale nel momento in cui arreca un danno a cose e persone e non è vero che i nickname non sono persone e non hanno diritti giuridici altrimenti ad ogni pedofilo basterebbe registrarsi con un nome di fantasia per poter fare i suoi porci comodi. Ragionate gente.

Per quanto riguarda i “reati minori” la legge italiana dice che lo pseudonimo è tutelato al pari del nome anagrafico quando questo sia utilizzato in maniera tale da avere acquisito l'importanza del nome, e cioè da rendere la persona riconoscibile pubblicamente, ai sensi dell'articolo 9 del codice civile (noi la legge la citiamo non andiamo a spannometro eheheh). Riconoscibile pubblicamente vuol dire che c’è un ragionevole numero di persone che sono in grado di associare a quel nick un nome ed un cognome, cosa tutt’altro che impossibile non credete?  

Maroni comunque non intende utilizzare strumenti normativi per affrontare la questione ma si adopererà, in collaborazione con gli operatori del settore, per definire "un grande accordo di responsabilità tra tutti gli operatori: se avverrà sarà il primo caso al mondo di autoregolamentazione su un terreno così delicato che vede da una parte la garanzia di libertà di espressione del pensiero e dall'altra la necessità di rimuovere contenuti che integrano gravi reati".

 Personalmente pensiamo che delegare la responsabilità della gestione dei reati perpetrati a mezzo informatico alla buona volontà degli operatori del settore sia un po’ come cercare di passare la patata bollente a qualcun altro perché evidentemente non si è in grado di gestire il problema tant’è vero che sul sito della polizia postale i reati di offesa, minaccia e sostituzione di persona (tanto per citare quelli più frequentemente riscontrabili su internet) non vengono minimamente presi in considerazione.

Insomma tutti bravi a riempirsi la bocca di belle parole e belle domande ma le risposte come al solito non interessano a nessuno.

 

 
 
 

risposte

Post n°30 pubblicato il 12 Dicembre 2009 da dieci.risposte

Tutte le volte che scriviamo un post c'è sempre qualche entità che se lo sente cucito addosso e quindi comincia a rimbrottare senza lesinare complimenti e con la solita arroganza farcita di considerazioni del tutto fuori luogo spara accuse a vanvera convinta, l'entità, di essere una vittima di un sistema di cui però non riesce a fare a meno.

Tutto ciò avvalora la nostra opinione che evidentemente quello che diciamo infastidisce perchè corrisponde al vero. La classica coda di paglia.

 

Buon fine settimana a tutti.

 
 
 

ovvietà

Post n°29 pubblicato il 11 Dicembre 2009 da dieci.risposte

Perchè ostinarsi a volere un blog (di successo) su Libero quando di Libero non ci piace niente?

 

Perchè Libero è l'unica Community che permette una facile interazione tra gli utenti quindi anche i mediocri possono con poca fatica trovarsi un pubblico che stia ad ascoltare le loro baggianate.

 
 
 

silenzio, parla agnese

Post n°28 pubblicato il 10 Dicembre 2009 da dieci.risposte

Agnese gioca. Si diverte. Si sente tanto intelligente. Però Agnese ha bisogno di sentirsi grande. Ma perchè una bambina così dotata per emergere ha bisogno di salire in piedi alla sedia. Oltretutto quella sedia gli è stata prestata e lei c'è salita sopra senza prima pulirsi le scarpe. Non può piangere Agnese se ora la sedia è tutta sporca e non le piace più: la colpa è sua.

 

MORALE

Cresci e non avrai bisogno di sedie, nel frattempo pulisciti i piedi.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

DonnaEvolutavalecrudeliapnicolanicolanaymoGianbero66pippi_2Emi2001am60srpamybemag_san.cririvaroloVIV_ACE83diana_89alfonsinamanierieragon5andreagrosso.ag
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom