**TEST**
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

FACEBOOK

 
 
 
Creato da: Liberarsi il 08/09/2007
Album fotografico dei miei viaggi letterari

 

 

Guerra

Post n°109 pubblicato il 16 Agosto 2008 da Liberarsi

"Ora che ho visto cos'è la guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi: - e dei caduti che facciamo? Perché sono morti? - Io non saprei cosa rispondere. Non adesso almeno. Nè mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti, soltanto per loro la guerra è finita davvero".

C.Pavese, La casa in collina

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Dentro di noi...

Post n°106 pubblicato il 11 Agosto 2008 da Liberarsi

"...pare che dentro di noi ci sia una confederazione di anime e che ogni tanto c'è un io egemone che prende la guida della confederazione..."

A.Tabucchi, Sostiene Pereira

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ricordi...

Post n°103 pubblicato il 03 Agosto 2008 da Liberarsi

"Un sabato, al campo di baseball, suonavano una canzone intitolata Runaway, la cantava Dell Shannon. Ricordo che era un bellissimo giorno di primavera ed eravamo giovani e pieni di vita e l'aria profumava di fresco. Suonavano quella canzone e io, immerso nella musica, colpivo la palla con la mia mazza e mi sentivo come se avessi potuto vivere per sempre."

R.Kovic, Nato il 4 Luglio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La responsabilità del vivere

Post n°100 pubblicato il 18 Luglio 2008 da Liberarsi

"Quando nasciamo, quando entriamo in questo mondo, è come se firmassimo un patto per tutta la vita, ma può accadere che un giorno dobbiamo domandarci: chi l'ha firmato?"

J.Saramago, Saggio sulla lucidità

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciò che delle donne l'uomo apprezza

Post n°99 pubblicato il 22 Giugno 2008 da Liberarsi

"Del resto la stupidità assume un fascino particolare in una donna carina. Almeno, io conoscevo molti mariti che andavano in visibilio per la stupidità della propria moglie e vedevano in essa tutti i segni dell'ingenuità giovanile. La bellezza produce veri miracoli. Tutte le manchevolezze spirituali in una bella donna, lungi dal provocare avversione, diventano in qualche modo estremamente attraenti; il vizio stesso, in esse, spira grazia; ma, scomparsa la bellezza, la donna deve essere venti volte più intelligente di un uomo per attirarsi, se non l'amore, per lo meno la stima."

N.V.Gogol', Racconti di Pietroburgo - la Prospettiva Nevskij

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciò che gli esseri umani vogliono...

Post n°96 pubblicato il 14 Giugno 2008 da Liberarsi

"Le tre grandi aspettative dei consumatori che si sono manifestate nel corso della nostra indagine sono: desiderio di sicurezza, desiderio di affettività e desiderio di bellezza.
Bernand Guilbaud"

M.Houellebecq, Piattaforma nel centro del mondo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Il senso della vita, secondo lo ZEN

Post n°95 pubblicato il 10 Giugno 2008 da Liberarsi

"Siamo una rete immensa di figure ed emozioni. Questa rete si aggrappa saldamente a un gomitolo particolarmente rigido di rappresentazioni, d'interessi, d'idee e di
giudizi: la nostra immagine di noi stessi. Basta che un evento, una parola, un
pensiero sopraggiungano e si attiva tutta una concatenazione di sentimenti e di
immagini fino a innescare uno dei circuiti prefabbricati del gomitolo centrale.
Diventare padroni di sé significa osservare i percorsi di attivazione delle
rappresentazioni e delle emozioni, scoprire gli attrattori centrali cui convergono
questi percorsi poi, quanto più possibile, tracciare nuovi percorsi, spianare
le carreggiate, e aprire in fine uno spazio liscio, libero, senza itinerari
obbligati. Dobbiamo ammorbidire, sciogliere, dissolvere la rigida massa delle
rappresentazioni e delle emozioni irrigidite che ci trasportano sempre negli
stessi circoli e che formano allo stesso modo il nostro mondo e il nostro io.
Questa metamorfosi avrà probabilmente come effetto quello di ribaltare
completamente la nostra vita e quella di chi ci circonda. Una simile conversione
richiede tantissimo coraggio e perseveranza. La capacità di compiere questo
atto eroico [...] mette in gioco la parte più intima dell'essere, la sua determinazione
a liberarsi dai meccanismi della sofferenza. Il primo coraggio consiste nel
guardare in faccia la verità delle proprie emozioni, la verità della propria
vita.
Qual è il senso della vita? Come se ci fosse una vita che sia altro da te e un senso
della vita separato dalla vita! Smetti di chiedere il senso della vita. Tu sei
la vita! Non c'è altra vita che te, qui, ora. Abbandona ogni illusione di un
qualsiasi riferimento esterno. Tutto è te. Tutto ciò che puoi vivere è la tua
stessa vita. La tua libertà è completa, come la tua solitudine. Il senso della
vita è quello che tu costruisci istante dopo istante. [...]
"


P.Levy, Il fuoco liberatore

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quella lotta incessante con chi siamo stati

Post n°94 pubblicato il 09 Giugno 2008 da Liberarsi

"Così mi sento oggi, fra queste mie quattro mura o quando attraverso la città: in opposizione. A che cosa? Prima di tutto ai ritratti che ho dipinto e a me stesso, che li ho dipinti, ma non a quel che ero mentre li dipingevo: non posso oppormi a quello che ero un tempo e adesso non sono più."

J.Saramago, Manuale di pittura e calligrafia

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La seduzione secondo Saramago

Post n°92 pubblicato il 26 Maggio 2008 da Liberarsi

"Non avrebbe dovuto farlo, Perché domandò lui sconcertato, Perché da oggi in poi non potrò non ricevere rose tutti i giorni, Non le mancheranno mai, Non mi riferisco alle rose rosa, Allora, Nessuno dovrebbe poter dare di meno di ciò che ha dato una volta, non si danno rose oggi per dare un deserto domani, Non ci sarà nessun deserto."

J.Saramago, Storia dell'assedio di Lisbona

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alterne fortune...

Post n°88 pubblicato il 20 Maggio 2008 da Liberarsi

"E quando la sorte toglie ciò che non si può più serbare, la pazienza riduce a un'irrisione la sua offesa. Il derubato che sorride, ruba qualcosa al ladro, ma chi piange per un dolore vano, ruba qualcosa a se stesso."

W.Shakespeare, Otello

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Per me, il senso della vita...

Post n°84 pubblicato il 16 Maggio 2008 da Liberarsi

"Lo scopo della vita è lo sviluppo di noi stessi, la perfetta attuazione della nostra natura: è questa la ragion d'essere di ognuno di noi. Oggi gli uomini hanno paura di sé, hanno dimenticato il più alto di tutti i doveri, quello che abbiamo verso noi stessi. Naturalmente sono caritatevoli, nutrono chi ha fame e vestono gli ignudi. Ma la loro anima muore di inedia e di freddo. Il coraggio ha abbandonato la nostra razza, o forse non lo abbiamo mai realmente avuto."

O.Wilde, Il ritratto di Dorian Gray

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Se...

Post n°82 pubblicato il 10 Maggio 2008 da Liberarsi

"O Dio, se uno potesse leggere un libro del destino e vedere le rivoluzioni del tempo spianare le montagne, e il continente, stanco della sua solida consistenza, sciogliersi nel mare; e vedere talvolta la cintura di sabbia dell'oceano troppo ampia per i fianchi di Nettuno..."

W.Shakespeare, Enrico IV

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

"Comunque sia...

Post n°80 pubblicato il 08 Maggio 2008 da Liberarsi

...ogni passione, ogni inclinazione della vostra anima pretende di recitare un ruolo che sia in qualche modo nobile, e assumere un aspetto dignitoso. E solo con questa maschera passioni e inclinazioni penetrano nella nostra anima, perché la nostra anima è nobile e, se passioni e inclinazioni si presentassero nella loro impudica nudità, essa di certo non le lascerebbe entrare. Ma credetemi, se le rendiamo ridicole ai nostri stessi occhi, sferzandole senza pietà fino ad arrossire di vergogna e a non saper più dove nascondere il viso, allora queste passioni non oseranno rimanere nella nostra anima e fuggiranno senza lasciare traccia."

N.V.Gogol', L'ispettore generale

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Illimitata virtù

Post n°79 pubblicato il 07 Maggio 2008 da Liberarsi

"Tuttavia io li voglio pregare di una cosa: quando i miei figli saranno cresciuti,
puniteli, cittadini, stategli dietro come io facevo con voi, se vedrete che si preoccupano più delle ricchezze o degli altri beni materiali che della virtù e se si crederanno di valere qualcosa senza valer poi nulla, rimproverateli, come io rimproveravo voi, per ciò che non curano e che, invece, dovrebbero curare, se credono di essere «grandi uomini» e poi non sono niente.
Se farete questo, io e i miei figli avremo avuto da voi ciò che è giusto.
Ma è giunta, ormai, l'ora di andare, io a morire, voi a vivere. Chi di noi vada a
miglior sorte, nessuno lo sa, tranne Dio."

Platone, Apologia di Socrate

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La quiete dopo la mia tempesta...

Post n°77 pubblicato il 04 Maggio 2008 da Liberarsi

 "I vecchi alberi spogli hanno cominciato a riempirsi
di mele dolci, e l'anno prossimo gli uccelli faranno nuovamente il nido
tra i loro rami nodosi".

H. P. Lovecraft, La casa stregata

"Ecco il sereno
Rompe là da ponente, alla montagna;
Sgombrasi la campagna,
E chiaro nella valle il fiume appare."

G.Leopardi, La quiete dopo la tempesta

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Nessun uomo...

Post n°76 pubblicato il 04 Maggio 2008 da Liberarsi

"Nessun uomo dovrebbe vivere senza aver sperimentato almeno una volta la
sana anche se noiosa solitudine di una dimora tra i boschi, scoprire di
dover dipendere solo da se stessi, e per questo tirar fuori la vera
forza interiore."
J.Keruac

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Le frasi storiche...

Post n°73 pubblicato il 27 Aprile 2008 da Liberarsi

"La vita ha questo di strano: che se non vuoi accettare altro che il meglio, molto spesso riesci a procurartelo."
W.Somerset Maugham

"Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo."
Henry David Thoreau

"E' la mente che fa sani o malati, che rende tristi o infelici, ricchi o poveri."
Edmund Spencer

"Possono perché credono di potere"
Virgilio

"Il buon legame non cresce facilmente; più forte è il vento, più robusto è l'albero"
J.Willard Marriot

"C'è un'unica forma di successo: vivere come si vuole"
Cristopher Morley

Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza.
I caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici.
Kahlil Gibran

" Un amico è una delle cose più belle che potete avere e una delle cose migliori che potete essere "
Douglas Pagels

"Fate ciò che potete, con ciò che avete, dove siete"
Theodore Roosevelt

"Se un uomo non ha scoperto qualcosa per cui è disposto a morire, non è degno di vivere."
Martin Luther King

"L'uomo non è l'insieme di ciò che ha, ma l'insieme di ciò che ancora non ha, di ciò che potrebbe avere"
Jean Paul Sartre

"Riguardo a tutte le azioni di iniziativa e creazione, c'è una verità elementare: appena uno si impegna a fondo, anche la Provvidenza si muove."
Johann Wolfang Goethe

"o troveremo una vita o la costruiremo"
Annibale

"Un uomo che soffre prima del necessario, soffre più del necessario"
Seneca

"Certi uomini vedono le cose come sono e dicono: Perché? Io sogno cose mai esistite e dico: Perché no?"
George Bernard Shaw

"Il mondo si può conoscere solo stando nel mondo e non da dentro un armadio"
Lord Chesterfield

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quando l'ansia è eccitazione del viaggio

Post n°71 pubblicato il 24 Aprile 2008 da Liberarsi

"Un'ansia inconsueta da qualche tempo si accende in me alla sera, e non è più rimpianto delle gioie passate, come succedeva nei primi tempi del viaggio: piuttosto è l'impazienza di conoscere le terre ignote a cui mi dirigo"

Dino Buzzati, I sette messaggeri

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Di chi s'innamorò la morte

Post n°70 pubblicato il 22 Aprile 2008 da Liberarsi

"La morte tornò a letto, si abbracciò all'uomo e, senza capire quel che le stava succedendo, lei, che non dormiva mai, sentì che il sonno le faceva calare dolcemente le palpebre. Il giorno seguente non morì nessuno."

J.Saramago, Le intermittenze della morte

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La bellezza folgorante di Noys

Post n°68 pubblicato il 17 Aprile 2008 da Liberarsi

"Aveva capelli nerissimi, lunghi fino alle spalle, e le labbra dipinte in modo da accentuarne i contorni. Palpebre e lobi delle orecchie erano sfumati di rosa; il resto del viso era di un candore latteo."

Isaac Asimov, La fine dell'eternità

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Ultime visite al Blog

niki_40Verainvisibiledialogoimperfettogiuliocrugliano32pasqualediasparraaldomeoTYPEONEGATIVEalmera1974lunarossa5764VentoDiPoesiapsicologiaforensenorina2MarianneWerefkinricciolidilegno
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.