Blog
Un blog creato da belatrix61 il 18/12/2013

Library

I miei libri preferiti

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Risultati immagini per tiziano terzani lettere contro la guerra foto

 

Risultati immagini per tutte le donne di foto

 

 

Il Pendolo di Focault- Umberto Eco

Post n°4 pubblicato il 24 Dicembre 2013 da belatrix61

Il Pendolo di Focault è del 1988. Umberto Eco ci presenta una storia geniale, coinvolgente, misteriosa, con molti elementi esoterici e molti riferimenti storici. Da un manoscritto arrivato in una casa editrice milanese, i protagonisti inizieranno per gioco ad intravedere un Piano cospirativo. La Massoneria, I Rosa-Croce, I Templari, Newton, Shakespeare, Hitler...ma ben presto ne saranno travolti

 

Un brano tratto dal libro: - E Lei cosa fa?-   - Studio. Sto finendo una tesi sui Templari- - Oh, che brutta cosa- disse-  Non è una faccenda per matti?-

- Io studio quelli veri. I documenti del processo. Ma cosa ne sa lei sui Templari?-

-  Io lavoro in una casa editrice e in una casa editrice vengono savi e matti. Il mestiere del redattore è riconoscere a colpo d'occhio i matti. Quando uno tira in ballo i Templari è quasi sempre un matto - .........-  Il matto non si preoccupa di avere una logica, procede per cortocircuiti. Tutto per lui dimostra tutto. Il matto ha una fissa, e tutto quello che trova gli va bene per confermarla.....e le parrà strano, ma il matto prima o poi tira fuori i Templari -   

-Sempre?-  - Ci sono i matti senza Templari ma quelli con i Templari sono i più insidiosi

-Secondo brano :- Ma quale segreto hanno scoperto i Templari? -   - Calma, ci arriviamo. Ci sono voluti sette giorni per fare il mondo. Proviamo. -

.......La ricostruzione ci prese giorni e giorni, interrompevamo i nostri lavori per confidarci l'ultima connessione. Leggevamo tutto quello che ci capitava sottomano.......Ci scambiavamo le risultanze del nostro fantasticare....Il nostro cervello si abituava a collegare, collegare, collegare ogni cosa.....Credo che non ci sia più differenza, a un certo punto, tra abituarsi a fingere di credere e abituarsi a credere....Tutti stavamo lentamente smarrendo quel lume intellettuale che ci fa sempre distinguere il simile dall'identico, la metafora dalle cose, quella qualità misteriosa ,  folgorante e bellissima per cui siamo sempre in grado di dire che un tale si è imbestialito, ma non pensiamo affatto che gli siano cresciuti peli e zanne, e invece il malato pensa 'imbestialito' e subito vede colui che abbaia o grufola o striscia o vola.

 

 

 
 
 

Un Uomo - Oriana Fallaci

Post n°3 pubblicato il 21 Dicembre 2013 da belatrix61

Un libro che mi ha lasciato il segno. Lo lessi all'età di 18 anni. Scritto da Oriana Fallaci nel 1976. Le vicende di Alekos Panagulis, suo compagno di vita dal 1973 al 1976. Intelletuale, attivista, si battè per la democrazia e i diritti civili in Grecia. A causa del suo fallito attentato contro il dittatore Georgios Papadopulos, venne perseguitato,torturato e imprigionato a lungo.

 Un Brano tratto dal libro: ' ......E cosa pensa negli ultimi cinque minuti un uomo che verrà fucilato? Molti anni dopo, quando ti posi questa domanda, rispondesti che esprimerlo era difficilissimo............v'erano tre scrittori che avevano reso l'idea con concetti in cui ti eri riconosciuto: Dostojevskji ne L'Idiota, Camus ne Lo Straniero, Kazantzakis ne La Vita di Cristo.......Io sostenevo che nell'Idiota non c'è nulla del genere, tu replicavi che mi sbagliavo, che da giovane Dostojevskji era stato condannato a morte per un delitto politico e graziato venti minuti prima d'essere legato al palo.......a raccontare la storia nel libro era il Principe Miskin e che non ricordavi il capitolo con l'episodio..........Trovai il brano inutilmente cercato quel giorno, anni dopo.......ed ecco quelle parole sottolineate, gli ultimi minuti in cui ti riconoscevi. ' Diceva che quei cinque minuti gli erano sembrati un tempo interminabile, un'immensa ricchezza......Diceva che niente per lui era stato così penoso come l'incessante pensiero < Potessi non morire! Potessi far tornare indietro la vita!.....terrei conto di ogni istante, non ne sprecherei neanche uno....

I tuoi ultimi cinque minuti durarono tre ore, poi trenta ore.........Di mezz'ora in mezz'ora ti preparavi a morire e invece non morivi.......mentre l'ansia cresceva e diventava una smania, impazienza e fretta suicida........Oggi è la festa di Maria Vergine Madre e non si fucila nessuno il giorno della festa di Maria Vergine Madre in Grecia, non te l'avevano detto?......l'esecuzione era stata rimandata all'indomani 22 novembre......Non saresti mai riuscito a spiegarmi cosa prova un uomo che scopre di avere dinanzi altre ventiquattr'ore di vita

 
 
 

I vostri libri preferiti

Post n°1 pubblicato il 19 Dicembre 2013 da belatrix61

 

Qui, vorrei lasciare lo spazio a voi che passerete a trovarmi. Quali sono i vostri tre libri preferiti? Scrivete il titolo e,  se volete, di cosa trattano e perchè consigliereste ad altri di leggerli

 
 
 
« Precedenti
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Cherryslalf.cosmosellyslsbelatrix61licsi35peSeralynforzacloluboposagredo58vololowLolieMiugiovanni80_7Irisblu55adagio.14
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Google Instant non è disponibile. Premi Invio per cercare. Ulteriori informazioni
Google Instant è disattivato a causa della lentezza della connessione. Premi Invio per avviare la ricerca.
Premi Invio per cercare
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*