**TEST**
Creato da LilithDraven il 03/10/2013

Antri oscuri

Tra Lestat e il Corvo, nei meandri dell'oscurità della psiche

 

Al razioconio perduto

Post n°3 pubblicato il 07 Ottobre 2013 da LilithDraven
 

Nell'ossessione di un delirio continuo

 occhio insonne non chiudo.

Cessar non puote terror

di dormir e a incubi sprofondar

nello straziante e lento declinar di forze corporee.

E mente che a sonno non vogliono obliar,

sì tanto dolore mi scuote.

Vibrazioni e convulsioni

percuotono come strazianti frustate

le membra ormai consumate.

Il buio osservo:

nell'oscurità solo il limpido scintillar

di miei occhi arrossati

da troppo tempo aperti,

spalancati, da terrore straziati!

Avvolta in me stessa.

Raggomitolata,

afferro la mia putrida essenza

di vana speranza svestita,

spoglia e denutrita dell'antico ardor perduto.

Nel lento obliar di Luna calante sprofondato

in fossato seppellito.

Delirante.

Marchiato a fuoco sulla carne il segno del Male perenne,

ove destino non puote pace perir

ma solo in farneticante ossessione di morte

trasformar...

Dai sensi rapir in una stanza consumata dell'odio,

che di perenne insonnia va nutrendosi

alla follia portando.

Il raziocinio rapendo,

andando a sublimar anche l'ultimo vacuo fuoco

che insana mente illumina

 
 
 

Labbra

Post n°2 pubblicato il 06 Ottobre 2013 da LilithDraven
 

Sangue che cola,
lungo la bocca tua bella.
No,
non è rossetto...
Sangue che striscia dalla tua bocca,
ti lecchi le labbra:
sensuale!
Mi hai appena morso
e avida,
hai succhiato il tuo nettare,
umettato le tue labbra
con la mia linfa,
ed ora mi scruti perversa.
Labbra rosse come il sangue
che hai appena gustato.
Gustato dal mio collo,
dalle mie vene...
Tu,
creatura delle tenebre,
maledettamente bella,
maledettamente letale.

 
 
 

Bellezza appassita

Post n°1 pubblicato il 04 Ottobre 2013 da LilithDraven
 

Negli anfratti di mente assopita

drogata e frustrata.

Da troppo amor afflitta,

baci succhian gli ultimi

sospiri di vita rimasta.

Respirata!

Creata e distrutta

come materia prima plasmata

alchimia preziosa di oro e fango.

Rosa senza spine recisa

al cuore impavido presto donata

prima che fiore avvilito appassisca.

Di te ricordi funerei.

Funesti.

Maldicendo il giorno che vita fu',

e in cordoglio di funebri vesti mi spoglio

al cospetto di regina Morte.

Sospirando e piangendo

a ciò che in vita terrena tu fosti:

eterea beltà!

Radici strappate alla terra

non più bulbo possa procreare

fiore si' bello!

Nel rimembrar lagrima riga mio volto

tristemente nei pensieri reminescenza

vagan i ricordi

come sospinti da corrente.

E navigando anche la memoria svanisce

al rimembrar di petali si belli

che avvizziti decoran il suolo

 
 
 

 

AREA PERSONALE

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

NON PUÒ PIOVERE PER SEMPRE

 

TAG

 

 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

IZAR296056arjentovyvoblankshinegiorgiocomo.itEmeraldas2728.10sem_pli_celumil_0PizzeriaRoxygulp.alil.lordneroLucignola1982cruelangelsUn_Isola_Mentalestregaoscura1LilithDraven
 

LESTAT

 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

 

Le poesie pubblicate fanno parte della mia produzione letteraria e intellettuale e, ai sensi e per gli effetti dell'art.2575 e legge n. 633/1941 c.c., sono di PROPRIETA' RISERVATA –VIETATO L'UTILIZZO SENZA IL CONSENSO, L’USURPAZIONE DELLA PATERNITA’ DEI TESTI E' PERSEGUIBILE A NORMA DI LEGGE.