Erebos

Pubblicazione di brevi racconti e poesie

 

IL RIVALE...


 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

COME...

Essenze di Levità Eleganti
come Ombre Nascenti,
Odorose Reminiscenze di Anime
in Turbini d'Incanto...
Angeliche Movenze dall'Oblio...


 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

L'ELOGIO DELLA FOLLIA

" Se il matto persistesse nella sua Follia andrebbe incontro alla Saggezza " (W. Blake)



" Meglio che sia poeta a caschi morto... Essere pazzo è l'ultimo dei miei crucci " (J. Kerouac)


" Qualunque cosa dicano di me i mortali (so bene che la pazzia gode di pessima reputazione anche tra i folli più folli) ebbene sono io la sola, proprio io in carne ed ossa, grazie ai miei poteri sovrannaturali, a infondere serenità nel cuore degli uomini e degli dèi. La differenza tra un pazzo e un saggio sta nel fatto che il primo obbedisce alle passioni, il secondo alla ragione." (Erasmo da Rotterdam)



 

 

« E sia...(Rac)contorto - 1 »

Ogni volta

Post n°133 pubblicato il 19 Aprile 2009 da Erebos

 


Ogni volta
che cala la Notte con il sorriso suo di Stelle,
sempre cerca, come ladra inesperta,
di sottrarre a Ricordo il volto tuo che alberga in me.

Ogni volta
la aspetto ormai come vecchia amica di lontani passatempi:
quando la vedo lì, in attesa con malcelata timidezza,
sull'uscio del mio cuore pronta all'inutile ratto,
con un sorriso di compassione la accolgo.

Ogni volta
ella, rosea come il volto di Venere al tramonto,
mi osserva abbassando lo sguardo.
Io le prendo la mano e le mostro quello che sempre agogna,
il tesoro più prezioso che ho:
l'anima tua addormentata in me.


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/LuxTenebrae/trackback.php?msg=6919659

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
fatina77dgl0
fatina77dgl0 il 19/04/09 alle 21:53 via WEB
Smetterò di amarti solo quando un pittore sordo riuscirà a dipingere il rumore di un petalo di rosa cadere su un pavimento di cristallo di un castello mai esistito...
 
 
Erebos
Erebos il 20/04/09 alle 20:57 via WEB
Qualora un tale prodigio dovesse vedere la nascita, ne mistificherò la malia di modo da farne una prigione che nasconderò tra i battiti del cuore mio. Lì, tra i mormorii di Venere e i canti di Febo cavalier celeste, osserveremo un simile dipinto per scorgere, in quel pavimento di cristallo, la bocca tua con fattezze di petalo che vola, dolce, sulla mia riflessa in quello specchio meraviglioso. Al solo sfiorarsi, la rosa sarà completa delle due sue metà e sempre vivrà, tra le volte di un castello mai nato, fino a quell'attimo oltre l'Eternità.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Erebos
Data di creazione: 04/08/2006
 
La musica che spande la sua bocca...
effluvi di eternità
che mi rendono immortale


 

ULTIME VISITE AL BLOG

channelfyErebosale1959ladonnachevorrei.ioun_uomo_della_follalumil_0ciaobettinachristie_malryMAN_FLYfugadallanimapoeta.sorrentinolubopolacey_munrorubino1952
 

ULTIMI COMMENTI

in tutta onestà non l'ho mai saputo
Inviato da: Erebos
il 14/01/2016 alle 18:14
 
Tutti hanno un talento. E il tuo qual è?
Inviato da: Coulomb2003
il 13/01/2016 alle 17:26
 
a volte è necessario transitare per i desolati paesaggi di...
Inviato da: Erebos
il 09/12/2015 alle 09:16
 
Provo tristezza..nel leggere il tuo pezzo..ti lascio un...
Inviato da: channelfy
il 08/12/2015 alle 19:53
 
Grazie mille, troppo gentile.
Inviato da: Erebos
il 18/04/2011 alle 16:29
 
 

 

COME TRA I MAROSI UN VASCELLO

 

TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES


 

IL GIARDINO DELL'ANIMA MIA


 
 

IL MITO


 
 

LA MUSICA




 
 
  Utenti _nline
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom