LA MENTE IN CORSA

Tutto ciò che può la MENTE

Creato da LyonRun il 11/10/2013

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

lyonrunnerLyonRunale.x.andra71boscia.maraadryvolaCamelot58pirata760sromanifeliperunchristie_malrySEMPLICE.E.DOLCEDJ_PonhziIl.Battito.Del.Cuorecile54lacky.procino
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Distance Mentally Shortened

Post n°98 pubblicato il 06 Settembre 2014 da LyonRun

AllenaMENTE : " Distance Mentally Shortened "

Per semplificare le cose lo chiameremo semplicemente con l'acronimo D.M.S. che tradotto sarebbe " Distanza Mentalmente Abbreviata "
Che cos'è ? Un allenamento ? No...direi di no.
Un AllenaMEN...TE ? Forse si e forse no.
Caspita , Lyon , sei criptico oggi ! Ci vuoi spiegare di cosa di tratta...o dobbiamo aspettare ancora molto ? No...sai...qui la gente deve andare a correre !!!
Avete ragione , Amici , ora ne parliamo.
D.M.S. è una sorta di stato d'animo , una percezione , un modo ( tutto suo ) che la nostra MENTE ha di interpretare le situazioni. Vi faccio un esempio : " Secondo Voi è più faticoso correre 1 chilometro di filata o due volte 500 metri senza interruzioni ? "
Domandato così ( a bruciapelo ) la maggior parte degli intervistati , risponde con la seconda ipotesi ( certo, non devono avere il tempo di riflettere ) senza rendersi conto che si tratta della medesima cosa. Perché avviene questo ?
Per un riflesso indotto , prodotto dalla MENTE , stessa , atto a farci percepire la fatica in termini minori , così da poter essere più resistenti.
Ve ne faccio un'altro che esula dalla CORSA .
Se in un negozio acquistate un prodotto a 19,99 Euro , parlandone con altre persone , quanto direste di averlo pagato ? NO , non ditemelo , tanto sono sicuro che direste 19 Euro !
È lo stesso principio di prima...la MENTE invia un messaggio indotto che ci fa credere di aver " speso " meno di 20 Euro ( e in parte è vero perché la MENTE non mente a sé stessa , 1 cent. In meno...in effetti lo è ) , ma noi lo percepiremo come se avessimo risparmiato 1 Euro....E questo....i commercianti lo sanno fin troppo bene !!!! Ahahahahah
Torniamo alla nostra CORSA. Ho fatto tutti questi esempi per far capire che molte volte la buona riuscita di un allenamento o meglio ancora di una gara , sta tutta nel modo in cui interpreteremo le diverse sensazioni a cui andremo incontro durante lo svolgimento degli stessi. Quante volte ci è capitato di mollare un " lavoro " di ripetute , un Medio o un R.G. , solo perché la strada ancora da compiere ci sembrava interminabile ? Molte vero ? E più pensavamo a quante ripetute mancassero , quanti km ancora da correre e ancora per quanti a quel " ritmo " e più ne sentivamo il peso , la lunghezza e lo sforzo nel protrarli...Vero ? Già....succede sempre così.
Allora cosa dobbiamo fare , Lyon ?
SempliceMENTE dovremo imparare a guardare queste cose da un'altra prospettiva , ovvero assecondare la nostra mente e stimolarla a produrre quelle suggestioni indotte che ci diano la sensazione di fare meno fatica.
Potrei dirvi centomila modi come farlo, ma non tutti funzionerebbero su ognuno di Voi , proprio perché ognuno è diverso dagli altri. Ognuno " sente " a modo suo.
Vi farò alcuni esempi che uso io , ma certamente , quelli che inventerete Voi , saranno sicuraMENTE migliori.
ESEMPI :
1. Non corro una Maratona , ma due mezze
2. Domenica non faccio un Lunghissimo , ma tre volte un 10 k
3. Al decimo km , non ne mancano ancora 10 per finire una Mezza , ma cento metri al ristoro che si trova oltre la metà gara....
4. Non dico " Era solo il primo , ce ne sono ancora 41 " , ma..." IL primo è andato , ora mi gusto il secondo "...
E potremmo continuare all'infinito......ma se lo facessi....non finiremmo PIÙ ahahahahaha
Bene , adesso ho terminato davvero , anche perché immagino che abbiate inteso ciò che volevo dirvi .
Sono sicuro che il D.M.S. potrà servire a tutti Voi e in particolar modo a chi , da poco nel nostro magico mondo della CORSA , stia cercando tutti i piccoli e grandi segreti della nostra splendida compagna , per affrontare le gare con un altro spirito e soprattutto potendosi divertire molto di più

 

 
 
 

IL PASSO FALSO

Post n°97 pubblicato il 06 Settembre 2014 da LyonRun

AllenaMENTEeCORPO : " IL PASSO FALSO "

Nulla è come appare , specie per la nostra MENTE. Quindi tranquilli , amici , non voglio indurvi a commettere un " passo falso "...ma far si che il vostro passo diventi molto più " leggero ".
Come ? ...Ora ve lo dico.
La parte che riguarda il CORPO è questa : Un allenamento di Ripetute Lunghe da correre a Ritmo Gara poste in una Scala che inizia INCREMENTANDO da 1000 / 2000 / 3000 con un recupero fra le prove di 1' / 2' / 3' , per poi ( senza riposo tra le prove ) DECRESCERE da 3000 / 2000 / 1000 con recupero fra le prove di 3' / 2' / 1'.
Beh ! Lyon e dov'è tutta sta novità ? È una normale scaletta no ? Mi direte voi...
Certo se la cosa si fermasse qui , avreste ragione , ma allora a cosa servirebbe la Pagina " La MENTE in CORSA " ?....No , c'è dell'altro , che vedremo ora.
La parte che riguarda la MENTE è questa : IMMAGINATE in ogni piccolo dettaglio una salita ad un " Passo Montano " di vostra conoscenza ( IL nostro Paese ne è pieno , e anche chi abita nella Pianura più totale come me , ne ha " Uno " nel raggio di 50 chilometri ) deve essere un percorso che voi avete già fatto , in auto , in moto , in bici o perché no anche di CORSA . Praticamente lo dovreste conoscere come le vostre tasche ok ?
BENE ! Dopo esserci riscaldati come di consuetudine , inizieremo la nostra prima ripetuta a ritmo gara , ma con la MENTE ci " trasporteremo " sugli ultimi chilometri di salita al nostro " Passo Montano Preferito " (il mio è il vicino Penice ) e " qui " dovremo IMMAGINARE di " salire " , curva dopo curva , tornante dopo tornante , avvertendo su di noi tutte le sensazioni che si provano correndo in salita ( anche le più spiacevoli , è ovvio). Ci siamo fin qui? Perfetto ! Ora noterete che lo sforzo va gradualmente aumentando , prima 1000 poi 2000 e infine 3000 , NOI dovremo fare altrettanto con la nostra IMMAGINAZIONE e per cui " saliremo " verso le parti sempre più difficili e impegnative del nostro percorso virtualMENTE fisico , avvertendo la fatica sempre più incombente ( se fatto correttamente , lo sforzo che percepiremo , sarà di gran lunga superiore a ciò che proviamo in una normale prova di RL a RG ) .Terminato che avremo l'ultimo 3000 , ci " troveremo in cima al nostro Passo " e QUI...sempre con tanta IMMAGINAZIONE ci lanceremo in discesa....avvertendo ( come prima ) tutte le sensazioni che si provano correndo in quella situazione. Lo faremo , questa volta , in DECRESCENDO ( 3000 / 2000 / 1000 ) così da far credere alla MENTE che lo sforzo sia inferiore , la nostra falcata reale , si distenderà rilassandosi e la fatica , come d'incanto , cesserà , lasciando posto alla piacevolezza di correre felici in discesa.
BENE ! Ho finito ! È stato più " duro " spiegarlo che " correrlo " realmente , ma si sa...che tutto ciò che riguarda le tecniche d' immaginazione...necessita di...molte " immagini mentali " per esser recepito al meglio.
A cosa serve questo sistema ? Ad avere GRANDE CONFIDENZA con quello che sarà il nostro Ritmo Gara ( che poi è il ritmo più importante ) e soprattutto , ci servirà una volta in " Gara " , qualora dovesse sorprenderci una " Crisi " , potremmo gestirla associando ad essa le sensazioni che avremo ben appreso da questo tipo di allenamento per cercare di uscirne " scalandone la china " fino a che non passi " per poi tornare a " correre in discesa" felici e rilassati.
Perché si chiama " IL PASSO FALSO " ? Beh...è chiaro no ? Non c'è bisogno di salire su un " Passo Vero " per ottenerne i benefici , ma....ci servirà per non commettere ( in gara ) ben più di un....passo falso.
Se qualcosa non fosse chiaro , chiedete pure tutto ciò che volete , ma questa volta , lasciatevi dire una cosa : " Provatelo prima di giudicarlo " sono sicuro che vi riserverà più d 'una sorpresa.

 

 
 
 

PianoFORTE

Post n°96 pubblicato il 28 Agosto 2014 da LyonRun

AllenaMENTEeCORPO : " PianoFORTE "

No , amici miei , non sto dicendo che dovreste iscrivervi al Conservatorio ( ahahahahah )...

Questo è un'altro stratagemma per allenarsi usando l'ingrediente più importante della Corsa : il DIVERTIMENTO.

Prima di spiegare in cosa consiste devo avvisarvi che occorre un percorso circolare dove sia possibile restare sempre in contatto visivo . Voi mi direte " Quale può essere migliore di una bella pista d'atletica ? " , ed avreste ragione da vendere , ma purtroppo in pista non sempre siamo solo " noi " , quindi per non disturbare gli altri amici , dovremo cercare altrove , oppure un momento meno affollato. Detto questo passiamo alla spiegazione. Avrete sicuramente capito che va svolto in coppia e se foste un bel gruppo di amici , potreste addirittura fare una sorta di " torneo ad eliminazione diretta "...vi assicuro che passereste un paio d'ore davvero divertenti.

Bene , vediamo di cosa si tratta : prima di tutto impostate il vostro crono per un allenamento " a tempo " e selezionate 5' per la durata e 1' per il recupero ( il numero delle ripetizioni lo deciderete Voi ) , fatto ciò vi posizionerete ( immaginando l'anello della Pista ) uno a 180° dall'altro , o se preferite a duecento metri di distanza . Uno dei due darà il Via e in quel momento farete scattare entrambi il vostro Timer e inizierete a correre in senso ORARIO cercando di RAGGIUNGERVI l'un l'altro . 

Ci siamo fin qui ? Mi state seguendo ? Si ?

Va bene proseguiamo . Quando saranno passati i 5' e scatterà la fase di recupero di 1' , voi dovrete correre in senso ANTIORARIO. Immagino che molti di Voi avranno già capito il perché del nome " PianoFORTE " vero ? Si , Amici avete capito tutto ! Si chiama così , perché il bello di questo allenamento sta proprio nella strategia da usare in fase di recupero. Ecco il motivo per cui occorre essere sempre ben in vista. Perché così ognuno sarà in grado di stimare se stia per raggiungere l'avversario o , all'opposto , se stia per essere raggiunto !!! Di conseguenza , in fase di recupero , girando in senso contraro , dovrà scegliere se andare PIANO per non perdere il vantaggio acquisto o FORTE per cercare di riconquistare metri. Al segnale di avviso del crono , ripartirete in senso ORARIO per altri 5' di " FUOCO " .

La sessione termina quando finirà il numero di ripetizioni che avrete scelto e ovviamente la VITTORIA spetterà a chi di voi due si sarà avvicinato maggiormente all'altro. 

A cosa serve questo mezzo ? Beh , come dicevo all'inizio , a divertirsi e poi a sviluppare tutte quelle SENSIBILITÀ sul RITMO che ci potranno essere utilissime nelle nostre competizioni. Inoltre ci insegnerà la gestione delle energie , specie sul finale di gara , quando le rimonte sugli avversari e i sorpassi diventano molto importanti. 

Spero , come ogni volta , di esser stato abbastanza chiaro nell'esposizione del metodo , ma se così non fosse non esitate a chiedere spiegazioni e come sempre buon divertimento

 
 
 

AllenaMENTEeCORPO : " LAST LAP "

Post n°95 pubblicato il 26 Agosto 2014 da LyonRun

Questo è un altro divertente mezzo allenante che può diventare un gioco , ma anche tramutarsi in una " sfida all'ultimo....LAP " , tra voi e il vostro migliore amico amica. Funziona così : Dopo esservi riscaldati bene , partirete correndo affiancati ( almeno all'inizio ) e dovrete premere il tasto " LAP " , del vostro crono , DIECI volte , durante la vostra " volata ". Ovvero ottenere dieci " LAP " differenti . Ognuno è libero di schiacciare il tasto quando vuole , MA....alla fine...VINCERÀ...chi : 

1.Percorrerà la distanza maggiore 1 punto

2.Stabilirà i " LAP " più veloci 1 punto 

3.Correrà il " LAP " più lungo 1 punto 

4.Correrà l'ultimo " LAP " più veloce dei precedenti e questo fatto ( se dovesse accadere ) varrà ben 2 PUNTI

Come avrete notato è semplicissimo , ma molto divertente....e...con una forte carica agonistica.

Vi sembrerà di essere....sullo sprint finale di una splendida gara !!!

Fatelo quando la noia di correre vi assale...e potrete stare certi che vi passerà all'istante !!!

 
 
 

AllenaMENTEeCORPO : " REAL PARTNER "

Post n°94 pubblicato il 24 Agosto 2014 da LyonRun

Oltre ad essere un buon esercizio allenante , questa tecnica è soprattutto un gioco molto divertente da svolgere in compagnia di un vostro amico o amica.

Per farlo occorrerà un percorso circolare non troppo lungo , ben misurato ( l'ideale sarebbero 1000 metri esatti) e possibilmente libero dal traffico. Un normale " anello " , di quelli che sono presenti in molti parchi , andrà benissimo.

A cosa serve ? Ad imparare la perfetta gestione del RITMO. Vediamo come :

A turno farete , l'uno il PACE MAKER dell'altro , in quanto uno di voi correrà con il GPS al polso e potrà controllare il ritmo che avrete impostato , al fine di essere il più preciso possibile. Chi farà da " Pacer " girerà in senso ANTIORARIO , mentre l'altro lo farà in senso ORARIO e senza nessuno strumento di controllo. Bene...ci siamo fin qui ?...Ok...continuiamo.

Ora...ogni volta che vi INCROCERETE , il vostro amico premerà il tasto LAP...che però riguarderà la vostra prestazione ( alla fine , analizzando i dati davanti al computer , si vedrà chiaramente la gestione di ogni giro.) 

Dove sta il bello ? Sta nel fatto che avendo come unici riferimenti , la partenza ed il momento d'incrocio con il vostro partner , occorrerà molta sensibilità nel gestire : forza , velocità e resistenza.Specialmente all'inizio , quando la velocità sarà più elevata per la freschezza del corpo.

Quanto dura ? Beh....diciamo che sia utile fare....almeno cinque chilometri a testa....che a " lavoro " finito risulteranno dieci , ma se la cosa vi dovesse piacere e....prendere la mano....potrebbe anche trasformarsi anche in una....bellissima gara...dove la parola FINE la deciderete solo VOI.

Chi vince ?.... Ovviamente chi riuscirà a rispettare il RITMO impostato per il numero maggiore di giri....e per il numero maggiore di giri consecutivi.

Sono sicuro che oltre a divertirvi tanto , alla fine di questo gioco , avrete molta più confidenza con la gestione dei diversi ritmi.

Volete anche una versione HARD ?.... Ok...fate così....impostate un RITMO BASE....e ad ogni giro...il vostro amico correrà 10 secondi più veloce.....e voi...dovrete fare altrettanto !!! 

E qui....chi vince ???? Beh....vince colui che RESISTERÀ di più....e soprattutto...ABBASSERÀ di più il RITMO.

Concludo dicendo la solita frase..." Se qualcuno avesse bisogno di chiarimenti , io sono qui per darveli.

 
 
 
Successivi »