Creato da gabbiano642014 il 15/01/2015
Cultura,tempo libero,collegamenti occasionali
 

Area personale

 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
Terzo_Blog.GiuswoodenshipSEMPLICE.E.DOLCEba.vi60riccidoratigiovanni.gervasinineopensionatacardiavincenzomonellaccio19viscontina17das.silviadivinacreatura59EMMEGRACEgianor1
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo  blog non rappresenta

una testata giornalistica,

non ha scopo di lucro.

Alcune foto e testi del Blog

sono state reperite dal web.

Qualora fosse stato violato

il diritto di copyright prego

di darmene avviso,per la

rimozione immediata.

 

SHINYSTAT

 
 
 

 

 
« CON I MIEI OCCHI:OPERE DI VITAFILM FESTIVAL DELLA MONT... »

IL MITO DI OVIDIO ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE

Post n°266 pubblicato il 06 Dicembre 2018 da gabbiano642014
 

 

Joseph Kosuth, Maxima Proposito (Ovidio)

SCUDERIE DEL QUIRINALE -Roma


Sulla salita del Monte Cavallo 13, la modifica del complesso edificio

delle Scuderie del Quirinale,completata nel corso degli anni da

Pio IX ha permesso la trasformazione da rimessaggio per cavalli

e carrozze in spazio espositivo d'arte d'eccellenza.

La mostra dal 17/10/18 al 20/01/19,in ricorrenza del bimillenario,

"OVIDIO,AMORI,MITI E ALTRE STORIE"  curata da Francesca

Ghedini,non tratta la morte del poeta nato a Sulmona,ma tutta

la sua opera poetica nell'alone luminoso della "Metamorfosi".

Le opere esposte sono sculture,vasi manoscritti, dall'antichità classica

ai neon di Joseph Kosuth.

Kosuth contrappone i testi di Ovidio ,di grande importanza storica

a testi scritti in inglese.

In una sala una  scritta neon riporta:


Ovido Metamordosi libro 3 L'agnizione Par.463-470

Quod cupium mecum est. - Quel che voglio è con me.

Joseph Kosuth

What I desire, I have - Quel che desidero ho.


Vi presento Ovidio in un angolazione diversa,provate a riflettere

in quella scritta al neon.

Quanto riflettono su di noi la visione di parole coniate nel

passato?

Nel libro dell'esistenza è una riflessione sul rumore di infinite

argomentazioni del vivere.


L'opera d'arte è la "metamorfosi"  nel percepire l'immagine.

Ovidio e Kosuth escono dal cerchio d'ombra dell'antico e ci

rivelano  quel che oggi è il disagio giovanile,l'amore,il possesso.

La metamorfosi nel tempo dell'immagine può significare

il chiarore nei pensieri della giovinezza ,per arrivare al traguardo

all'ombra della saggezza notturna della vecchiaia.

Il compagno d'amore di Ovidio,nella metamorfosi è quel gioco di ruoli

che dalla mitologia della passione,del pathos erotico,

del tradimento diviene la violenza e il possesso della donna.

Nell'incanto delle montagne,dei prati,dei boschi,il mito

di Ovidio,nella metamorfosi  si trasforma in natura contaminata.

Una riflessione potrebbe essere che nei mille linguaggi,mille silenzi,

climi,stagioni,nella perdita della presenza vitale,la metamorfosi

è il cambiamento dell'essere,il suo rinnovamento spirituale.


Adesso che avete visionato quella frase,comprendete che l'arte

non è noia profonda.

L'arte e il pensiero umano si incontrano nella Metamorfosi,

in quell'incanto,in quell'antica forza della mente, in quel mito-odierno

che può modificare il mondo.

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/MAPPAMUNDI/trackback.php?msg=14014243

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ba.vi60
ba.vi60 il 06/12/18 alle 08:16 via WEB
L'arte è estro,l'arte è vita. Ciao Patty, serena giornata..^^
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 06/12/18 alle 08:23 via WEB
Più che metamorfosi nel mio caso preferisco usare il termine evoluzione ossia una crescita spirituale,un accrescimento del sè che avviene attraverso le esperienze di vita.Buona giornata grande Gabbiano,la vita ci insegna e ci perfeziona e ci fà anche crescere.Un abbraccio da Leonessa.
 
gianor1
gianor1 il 06/12/18 alle 09:28 via WEB
La metamorfosi sta': nell'epicità di Ovidio, nella poesia sentimentale di Dante, nell'influenza di Nietzsche, nella corrente dialettica hegeliana, nell'evoluzione umana, nell'importanza di accettare le trasformazioni della società nel corso della storia. E' di certo uno dei sintomi più seducenti dell'esistenza. E' rinnovamento. La metamorfosi ha sempre esercitato nella cultura un'attrazione caratteristica sulla fantasia dell'uomo. Ha intrigato, inspirato e spesso spaventato le menti di intere generazioni che di vlta in volta l'ha interpretata in modi diversi, vedendola ora come spazio di libertà e via di fuga da una condizione troppo rigorosamente definita, ora come disumanizzazione e perdita della propria identità, ora come mezzo per fare emergere una parte nascosta del proprio io. "Niente è duraturo come il cambiamento". (Borne). Gian
 
das.silvia
das.silvia il 06/12/18 alle 13:07 via WEB
La metamorfosi è una condizione necessaria della nostra vita, senza di essa non c'è crescita e cambiamento in positivo (in genere).
Sempre speciali, e di grande interesse, i tuoi articoli
Buon pomeriggio e un sorriso, carissima, silvia
 
viscontina17
viscontina17 il 06/12/18 alle 13:46 via WEB
Trascorri liete ore del pomeriggio.Un sorriso,silvia
 
the_oracle73
the_oracle73 il 06/12/18 alle 13:56 via WEB
Ciao Patty.Felice e sereno giovedi. "Non potrai donarmi la Luna ma quelle stelle che brillano nei tuoi occhi sono il più eloquente regalo che potessi farmi" Un abbraccio di luce ed un bacio sul cuore, con affetto Cinzia ^_^
 
mariateresa.savino
mariateresa.savino il 06/12/18 alle 14:28 via WEB
Ben vengano simili eventi a ricordarci che la nostra civiltà, quella che stiamo facendo di tutto per annullare o quanto meno per non rispettare come si dovrebbe, è figlia e nipote di grandezze incomparabili di pensiero, di sensibilità e bellezza di realizzazioni artistiche e letterarie che hanno posto sul piedistallo della grande Arte, personalità del nostro glorioso passato, come fu il grande, eclettico, elegante poeta Ovidio, recentemente ricordato a Roma, in occasione del bimillenario della sua morte.E bene si è fatto a ricordare stralci delle sue Metamorfosi immortali in latino e in inglese, oggi che il latino potrebbe essere ostico ai più, visto che, addirittura, si fa di tutto per abolirlo dalle scuole pubbliche ed è indelebilmente scritto solo nel cuore degli appassionati nostalgici di una cultura classica che li ha educati alla grandiosa, luminosa bellezza delle letterature greche e latine. Sappiamo bene, quale dono di poesia abbiamo eredito da Ovidio, dalla sue Metamorfosi e non solo. Ci auguriamo che questo libro magico ritorni in auge, magari in una versione semplificata da ottima traduzione e completata da una intelligente parafrasi, sì che i nostri giovani ne possano gustare non solo la favola, ma anche l'attualità, in questi nostri tempi di cambiamenti epocali e generali trasformazioni. Ciao, Patty.
 
g1b9
g1b9 il 06/12/18 alle 15:46 via WEB
Il problema , mia cara , non sta solo nei giorni nostri, ma va ricercato nel malinteso comprendere" quod volo, mecum est" di Ovidio, che non trasporrei pari pari ai giorni nostri,quando tu sai benissimo cosa c'è dietro il voglio di giorni nostri. E purtoppo sai anche che, dietro quel voglio di oggi, c'è il diritto ,la prepotenza di volere tutto,possibilmente senza sforzo, diritto che fa sentire gelosia ed invidia, per chi ha tutto, non sempre con merito, spesso criminosamente a spese degli onesti , che quel tutto(Poco) se lo sono sudato. Non esiste più quel processo di metamorfosi evolutivo, dalle gioie dell'infanzia alla dissolutezza delle gioventù e da questa alla saggia maturità, che aveva sulle spalle mille e mille esperienze per se e da tramandare. L'ictus di certe rivoluzioni ha rovinato una generazione intera, che ha voluto abiurare il passato,Ovidio compreso, senza costruire nulla di nuovo in cui credere, niente religione, niente amore, niente affetti,l'unica valore il denaro, possibilmente senza sudore. Senza amore, il mondo non avrà futuro.
Buona giornata Patty, smiling:) Giovanna
 
riccidorati
riccidorati il 06/12/18 alle 16:04 via WEB
Penso che sia inevitabile nel corso della propria esistenza subire dei cambiamenti che ci portano ad evolverci sia culturalmente che socialmente e chi non lo fa per come la vedo io,è perché ha uno stile di vita basato sulla superficialità e sul materialismo che impediscono a loro di maturare e migliorarsi.Buon weekend cara Patty.Giulia klikka
 
nina.monamour
nina.monamour il 06/12/18 alle 16:10 via WEB
Tra gli autori della latinità, Ovidio è sicuramente uno dei più amati; i suoi versi, che parlino d'amore, di miti o delle storie degli dei restituiscono sempre a ognuno l'immagine di un mondo vivo e culturalmente dinamico. La mostra presenta la cultura e la società della Roma della prima età imperiale, ricostruita attraverso il filtro dei testi ovidiani, dall'Ars Amatoria alle Metamorfosi alle disperate lettere dal mar Nero. Ovidio è il più immaginifico degli scrittori antichi, attraverso le sue parole/versi è il più tradotto dal mondo antico ai giorni nostri. Si è voluto realizzare una mostra che sia accattivante per il grande pubblico, nonostante sia dedicata a un poeta. Non siamo comunque i primi che si sono cimentati nell'impresa di raccontare un poeta in una mostra, come si può intuire, non è una mostra di cassetta, ma una mostra che appassionerà sicuramente il grande pubblico proponendo un messaggio culturale di qualità frutto di un lungo lavoro di preparazione. Quello in cui si immergerà il grande visitatore è un vero e proprio viaggio attraverso opere, parole e laboratori disseminati negli splendidi spazi delle scuderie che svelerà interessanti aspetti e retroscena che non lasceranno indifferente il grande pubblico.
 
nina.monamour
nina.monamour il 06/12/18 alle 16:13 via WEB
Passa un lieto pomeriggio Patty.
 
monellaccio19
monellaccio19 il 06/12/18 alle 16:42 via WEB
Tra i tanti, era quello che più mi affascinava da giovane. I suoi scritti erano sublimi e a furia di sfogliare, leggerli e studiarli, molte frasi storiche (oggi aforismi) sono nella mia testa e nel mio animo. "Vedo le cose migliori e le approvo, ma seguo le le cose peggiori". La mostra non rientra per normale scelta, nelle cose peggiori!!!! Buona serata Patty.
 
Terzo_Blog.Gius
Terzo_Blog.Gius il 06/12/18 alle 19:22 via WEB
Ci sono in ogni età della vita dei libri “apriporta”, ti proiettano in un mondo secondario con tale potenza, seduzione, coerenza narrativa, che si ritorna al mondo primario con diversi gradi di prospettiva in più.
 
neopensionata
neopensionata il 07/12/18 alle 02:45 via WEB
La sensibilità, il rispetto, l'amore per il prossimo, non si imparano sui banchi di scuola sono sentimenti innati o si ama con tutto se stessi o non si ama, non si concedono mezze misure, più si è sofferto nella vita più questi sentimenti sono vivi. Ama con tutto te stesso... abbi rispetto di te e degli altri... sii sensibile verso le nefandezze umane e sarai amato. Rispettato allo stesso modo! (Osvaldo Leone )
Dolce notte *_*
 
dolcesettembre.1
dolcesettembre.1 il 07/12/18 alle 09:21 via WEB
Post molto interessante cara Patty.Buona giornata e lieto fine settimana. :-) Dolce
 
Terzo_Blog.Gius
Terzo_Blog.Gius il 07/12/18 alle 12:16 via WEB
Buon fine settimana, cara Patty, intanto ti saluto e mi godo questo tuo ennesimo interessante post, gli ottimi commenti, e riporto anche una riflessione sull'argomento di D'Avenia che mi piace tanto, un abbraccio,
 
Terzo_Blog.Gius
Terzo_Blog.Gius il 07/12/18 alle 12:21 via WEB
.... Mi accadde all’inizio del mio percorso universitario con la lettura delle Metamorfosi di Ovidio, per l’esame di letteratura latina I. Mai obbligo di lettura fu più gradito. Mi resi conto di come gli antichi, anche se Ovidio ne raccoglie le reliquie, cercassero di dare fondamento alla realtà attraverso il racconto delle origini, il mito. Niente è originale se non è originario. La poesia di Ovidio è capace nel raccontare cose, animali, piante, uomini, dei, di far sentire l’eco verticale che vibra in ogni cosa. Un narciso non è un fiore, ma una storia drammatica, così come l’eco, un corallo, un albero di alloro… Questa domanda sul fondamento delle cose è primaria in ogni uomo, tutti cerchiamo ciò che dà consistenza e persistenza alla realtà. Ovidio compone un poema che contiene tutti i generi, cerca il fondamento nella metamorfosi che le cose hanno subito nel tempo fuori dal tempo, il tempo degli dei. La nostalgia dell’origine e la meraviglia dello spettacolo del mondo guida l’ispirazione ovidiana. Mi aveva colpito in modo particolare il mito di Orfeo ed Euridice, in cui apparentemente non si dà alcuna metamorfosi, proprio perché si dà la metamorfosi più importante di tutte, quella di una storia d’amore nei suoi protagonisti: si trasformano in amanti eterni affrontando la morte, almeno nella versione inventata da Ovidio che si discosta da quella di Virgilio nelle Georgiche, forzata da una visione ideologica che in quel poema Virgilio porta avanti e che rende la vicenda poeticamente meno bella. Inoltre un’altra sua opera è una delle fonti di questo libro, le Heroides, in cui dà voce alle donne innamorate e abbandonate dai grandi eroi del mito ai quali scrivono le loro lettere d’amore: Penelope a Ulisse, Briseide ad Achille… Insomma sento in alcune opere di Ovidio una voce affine. *____*
 
das.silvia
das.silvia il 07/12/18 alle 13:23 via WEB
Da una splendida giornata romana, un caro saluto,silvia
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 07/12/18 alle 13:52 via WEB
A questo punto sono certa che si riparte lunedì perchè per te il weekend è sacro.Buon relax amica mia e un forte abbraccio da Leonessa:)
 
viscontina17
viscontina17 il 07/12/18 alle 14:39 via WEB
Anche al mare, si respira una pacata giornata di sole...Un sorriso, mia cara,silvia
 
molto.personale
molto.personale il 07/12/18 alle 15:48 via WEB
Dolcissima festa dell'Immacolata per domani e splendido weekend..un abbraccio dal cuore..Grazia
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 07/12/18 alle 16:47 via WEB
La Vita è sempre una continua Metamorfosi: dal primo vagito alla conclusione dei nostri giorni. Colgo l'occasione di augurarti buon 8 dicembre. Ciao, Grace
 
neopensionata
neopensionata il 08/12/18 alle 04:30 via WEB
“Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè. Perché la colazione deve essere abbondante.” (Charles M. Schulz)
Buona festa dell'Immacolata Patty!!!!
 
cruelangels
cruelangels il 08/12/18 alle 08:08 via WEB
Buon sabato dell'Immacolata. Un sorriso a tutti quelli che credono che la felicità stà nelle piccole cose. Angel
 
cardiavincenzo
cardiavincenzo il 09/12/18 alle 23:28 via WEB
Buonasera dolcissima amica del mio cuore "Sono per le cose complicate, ma non resisto a lungo. Non so dire addio. Non sono un granché: ne' fisicamente ne' caratterialmente. Ci sono molte persone migliori di me. So solo che resto, resto se credo in qualcosa. Auguro a te un felice inizio di settimana...Vincenzo.
 
ba.vi60
ba.vi60 il 10/12/18 alle 06:54 via WEB
Buongiorno Patty, ti regalo un sorriso come auspicio per iniziare bene questa nuova settimana..^^
 
Terzo_Blog.Gius
Terzo_Blog.Gius il 10/12/18 alle 12:19 via WEB
Ciao cara, ti lascio un articolo bellissimo, stupendo, davvero positivo ^____^ https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/tutti-rasati-per-solidariet-spartirsi-il-male-unisce-di-pi
 
cruelangels
cruelangels il 10/12/18 alle 13:22 via WEB
Un augurio per un lieto lunedi. "Gli amici sono quelli che ti aiutano a rialzarti, quando le altre persone neanche sapevano che eri caduto."(Anonimo) Un sorriso, Angel.
 
the_oracle73
the_oracle73 il 10/12/18 alle 14:42 via WEB
Buon lunedi di inizio settimana. "Dei tuoi sorrisi ne farei sgargianti gioielli, dei tuoi occhi pietre ricercate, del tuo viso un capolavoro...tutto ciò per dirti quanto sei preziosa per me!" (Oracle73) Un dolce abbraccio ed un bacio, con affetto, Cinzia ^_^
 
LouLouPoison
LouLouPoison il 10/12/18 alle 16:24 via WEB
Un felice lunedi pomeriggio. Un mega sorriso per chi prende la giornata con filosofia ed ottimismo, Poison
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.