Creato da gabbiano642014 il 15/01/2015
Cultura,tempo libero,collegamenti occasionali
 

Area personale

 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
e_d_e_l_w_e_i_s_sneopensionataTerzo_Blog.GiusEMMEGRACEagogio61monellaccio19pas41dolcesettembre.1momi98nina.monamourmaracicciaiunco1900mariateresa.savinobeba.cr
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo  blog non rappresenta

una testata giornalistica,

non ha scopo di lucro.

Alcune foto e testi del Blog

sono state reperite dal web.

Qualora fosse stato violato

il diritto di copyright prego

di darmene avviso,per la

rimozione immediata.

 

SHINYSTAT

 
 
 

 

 

GALLERIA DEGLI UFFIZI SALA BOTTICELLI:L'AMORE IN TRE PAROLE

Post n°250 pubblicato il 17 Luglio 2018 da gabbiano642014
 

 

  

    La Primavera - Sandro Botticelli - 1482 -Galleria degli Uffizi- Firenze

 

Alla Galleria degli Uffizi a Firenze,uno dei più prestigiosi Musei del

mondo, ci si incammina nelle stanze dell'arte dove la visione periferica

non si concentra solo sulle statue,al secondo piano nella sala 10 è presente

uno dei più grandi capovalori del Rinascimento Italiano:

"La Primavera" di Sandro Botticelli.

La Primavera del Maestro Sandro Botticelli ha una chiave di lettura

mitologica,filosofica e storica che nell'orizzonte del giardino delle

Esperidi ritrova Venere.

Il mistero,l'incanto dinnanzi a quest'opera è Venere,che non è

solo dell'estrema bellezza,ma il simbolo dell'amore più elevato.

L'amore di Afrodite inizia nel mondo greco della semantica

identificato con due parole :"Eros e Philia".

Le due parole erano in grado di distinguere il voler bene all'amato e

il voler bene ad un amico.Sarà proprio il corso della storia,

l'avvento del Cristianesimo che impresse la terza parola greca

già riportata nella Bibbia Ebraica:

"Agape".

Venere è proprio l'amore nei tre elementi: Eros-Philia-Agape.

Avete mai pensato quanti amori possono esistere?

L'amore non è individuale,esistono tanti amori.

Amore per i genitori,l figli,l'amato,gli amici.

Amore che si può anche identificare nell'arte,nella letteratura,

nella natura.

Le tre dimensioni insieme costituiscono dei rapporti umani,

sociali e spirituali da non lasciarci mai soli.

Sarà il desiderio-passione racchiuso nella philia e nell'agape

che rende ogni rapporto unico,al punto di fondere le lacrime

nel sorriso.

Sarà l'agape nell'essenza disinteressata, che compare

nella Sacra Bibbia nel primo libro di Samuele 18-1,4:

"1-Appena Davide ebbe finito di parlare con Saul, Gionatan si sentì

nell'animo legato a Davide, e Gionatan l'amò come l'anima sua.

 3-Gionatan fece alleanza con Davide, perché lo amava come l'anima

propria. 4-Perciò Gionatan si tolse di dosso il mantello e lo diede a

Davide; e così fece delle sue vesti, fino alla sua spada, al suo

arco e alla sua cintura",

che permette di definire Afrodite, la Dea dell'amore

nelle suo:Eros-Philia-Agape.


 

 
 
 
Successivi »