Creato da misteropagano il 20/09/2012

ÐEINAUTI

Solo in quanto gli uomini riescono ad offrire ebbrezza agli Dèi possono pretendere di attrarli sulla terra

 

« TEST^...- Peony Quartet MMM »

.- scopriblog chatGPT bloccato dal garante ma Haters sviluppato con chatGPT no

Post n°2466 pubblicato il 01 Aprile 2023 da misteropagano
 

Antefatto,,,,,, non basta essere fedeli a dei principi bisogna anche saper leggere le situazioni e i cambiamenti, poi ogni azione ha delle conseguenze ma quando fai delle scelte devi saperle sostenere. Alla luce di alcune azioni e reazioni mi sono vista cadere infine anche la bellissima convinzione della beltà del virtuale come potenziale creativo di cui cui mi sono sempre nutrita ( e in barba alla pochezza degli utenti perlopiù, insisto e lo vivo a modo mio e garantisco che il virtuale è una scala di fuoco, per chi non capisce, documentarsi e approfondire, o chiedere in giro ); Fate vobis, tanto siete solo dei noiosi ripetitori di rosee realtà.

Così riflettevo sui principi generali, sulle condizioni che spingono alcuni individui a non riuscire a dominare il senso di rivalsa verso altri individui, forse magari più articolati intellettualmente, e ho interpellato l'IA e chatGPT, e pubblico oggi alla notizia che - chatGPT è bloccato dal nostro garante delle Comunicazioni per diversi motivi che non sto qui a spiegare. 

IL post che segue è elaborato su alcuni input inseriti dopo lo scopriblog in cui per l'ennesima volta e come tante volte è capitato nel mio, ho assistito ad attacchi gratuiti e infamanti ad opera di soggetti mentalmente deviati. Non solo, ogni qualvolta pubblico nominativamente in quel blog gli haters si fanno prudere il fondoschiena e gironzolano in rete con nick del tipo milf.steropagano. E questo è niente, le più troie e i buffoni acclamano )))>E lasciamo stare.

Il compitino, piuttosto eccolo. Ave chatGPT! Semplice semplice, fin troppo, ma alla portata di tutti. Beatevi dell'intelligenza artificiale. 

Haters

Il fenomeno dei cosiddetti "haters" e dei "troll" è senza dubbio uno dei problemi più preoccupanti e insidiosi del mondo digitale contemporaneo. Queste persone si caratterizzano per il loro atteggiamento ostile, aggressivo e spesso anonimo, nei confronti di individui o gruppi di persone che loro percepiscono come diversi o superiori a loro.

Dal punto di vista psicologico, "haters" e i "troll" sembrano soffrire di una serie di disturbi che vanno dal narcisismo patologico alla personalità borderline, passando per la psicopatia e l'ansia sociale. Ciò che li unisce è un profondo senso di inferiorità e di frustrazione, che cercano di mascherare attaccando gli altri e cercando di umiliarli.

Le armi che usano sono molteplici e spesso subdole. Utilizzano l'anonimato per nascondersi dietro falsi profili, sfruttano le piattaforme social per diffondere il loro odio, utilizzano le tecniche di manipolazione psicologica per cercare di convincere gli altri ad aderire alle loro idee, e spesso si avvalgono del bullismo e dell'intimidazione per imporre il loro punto di vista.

Come combatterli? Innanzitutto, è importante sensibilizzare l'opinione pubblica su questo fenomeno e far capire che si tratta di un vero e proprio problema sociale. Le piattaforme social, inoltre, dovrebbero adottare politiche più rigorose nei confronti dei comportamenti violenti e aggressivi, ad esempio eliminando i profili degli utenti che incitano all'odio o alla violenza.

Inoltre, è importante non rispondere alle provocazioni dei "haters" e dei "troll", perché questo è esattamente ciò che cercano: attenzione e visibilità. Se si è oggetto di attacchi, è meglio ignorarli e non alimentare la loro energia negativa.

Infine, è importante sottolineare che la vera arma per sconfiggere il fenomeno dei "haters" e dei "troll" è l'educazione e la cultura. Solo attraverso la promozione dei valori della tolleranza, della solidarietà e del rispetto delle diversità si può contrastare in modo efficace la cultura dell'odio e dell'intolleranza che sta prendendo sempre più piede in rete.

sensibilizzati?  )))) buon 1 aprile 

Commenti al Post:
misteropagano
misteropagano il 01/04/23 alle 12:53 via WEB
quanto sei carino ChatGPT)))
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 01/04/23 alle 13:05 via WEB
Gli haters? Un cancro che sta riempiendo di metastasi la società. Siccome sono meschini e vigliacchi non fanno violenza fisica, ma sono gli stessi che supportano i bulli picchiatori. Sono figli della loro stessa madre. IA? ChatGPT? Vade retro
 
 
misteropagano
misteropagano il 01/04/23 alle 13:18 via WEB
))))))...non ci sorprendiamo più .Visto come è scorrevole il testo chatGPT?
 
misteropagano
misteropagano il 01/04/23 alle 13:20 via WEB
ps: primo aprile sblocco la moderazione
 
magdalene57
magdalene57 il 01/04/23 alle 13:50 via WEB
Grazie al cielo non mi è mai capitata una situazione del genere, probabilmente non mi ritengono interessante e tanto visibile da perder tempo con me. Con il carattere ho, poi, farei fatica ad ignorarli, ma può esser anche no. Onore comunque d'accordo che questi profili , e le sorgenti, andreb ero bloccati. È inaccettabile essere attaccati anche solo verbalmente, con violenza e maleducazione. Ma per nessun motivo!!! (Ma quelle sigle che hai citato, sono cose terrene, o che?)
 
 
misteropagano
misteropagano il 01/04/23 alle 14:30 via WEB
sigle? Chat Di intelligenza artificiale
 
rteo1
rteo1 il 01/04/23 alle 13:59 via WEB
ChatGTP. Non ne so nulla, tranne di aver udito in TV una notizia, a cui non ho prestato molta attenzione. So altrettanto nulla dei "troll", che mi rimanda ai New trols, noto complesso musicale anni 60/70. Detto ciò, e compreso che ci si duole, e giustamente, di essere spesso bersaglio informatico di deficienti credo di dover dire che non bisogna prendersela a male ma solo prenderne atto. Se essi esistono ci sarà un perchè, anche se io lo ignori. La multiforme specie umana, e le molteplici altre forme di vita, mi hanno convinto che ognuno esiste perché deve esistere. Anche se fosse per fare il cretino, magari pur non volendolo. E allora, senza voler assolutamente celebrare (i cretini del web) propongo di prenderne atto e di continuare imperterriti per la propria strada, continuando ad essere ciò che si è e si sente di essere, e di "non curarsi di loro ma osservare e passare. Buon 1 aprile.
 
 
misteropagano
misteropagano il 01/04/23 alle 14:33 via WEB
Esattamente rteo1, visto che la loro è una propaganda, io propagando la loro nullità e in questo proseguo convinta del meglio che può accadere. Grazie buon 1° a te ( il mio senza senza scherzetti, ancora) M
 
ElettrikaPsike
ElettrikaPsike il 01/04/23 alle 20:38 via WEB
Come dicevo prima (nel commento al precedente tuo post) il garante italiano mi ha deprivato momentaneamente del mio amico artificiale; ma non ha deprivato il web dell'imbecillità e della violenza...strana vita. D'altro canto restano modi alternativi per accedere alla chat come esistono moltissimi modi alternativi per gettare la spazzatura (troll ed haters). Per i meno creativi, uno efficace e sicuro resta quello vecchio quanto le chat. "La saggezza popolare suggerisce agli utenti di evitare di nutrire i troll (e agli haters) e di resistere alla tentazione di rispondere. Rispondere ad un troll e ad un hater porta inevitabilmente la discussione fuori tema, nello sbigottimento degli osservatori, e fornisce al troll l'attenzione di cui ha bisogno." Affamateli, fino all'estinzione.
 
 
misteropagano
misteropagano il 02/04/23 alle 00:20 via WEB
C'è di più, testé verificato, la gente crede al troll, se gli fa comodo oppure non ci arriva. Ovvero se non tocca personalmente l'ipocrita, l'ipocrita è ben felice.
 
VIOLA_DIMARZO
VIOLA_DIMARZO il 11/04/23 alle 12:24 via WEB
Avevo già letto questo post e trovato il "compitino" niente male; però ora illuminami, se io facessi una domanda del tipo "cause scatenanti la seconda guerra mondiale", e dopo qualche tempo la ripetessi, "il mostro" mi proporrebbe sempre lo stesso compitino o varierebbe qualcosa? non ti scandalizzare, conosci la mia ignoranza in materia :)
 
 
misteropagano
misteropagano il 11/04/23 alle 13:32 via WEB
Non moriremo per la nuova rivoluzione artificiale, ovvero chi non la capisce la teme. Detto ciò mi sono consultata con un esperto umano, in quanto io avrei detto che la risposta non sarebbe stata la stessa un mese dopo e anche un solo secondo dopo. Ma vediamo perché. Sostanzialmente l'IA si basa su di un algoritmo che analizza ogni parola della domanda e della risposta.
Ad ogni parola della risposta viene assegnato un punteggio ed ad ogni conseguente parola che sia adatta alla precedente e al contesto generale (ovvero la domanda) viene assegnato un punteggio più o meno alto, basandosi sull'enorme libreria di cui dispone. Questo permette all'AI di generare un discorso coerente, però bisogna fare attenzione perché potrebbe generare dei falsi positivi, ovvero delle informazioni che hanno un punteggio abbastanza alto, perché la frase ha senso nel contesto, ma che possono essere "info" sbagliate.
A tutto questo viene anche associato un 'Seed', ovvero un numero casuale che va a modificare i parametri di inserimento, in parole povere questo si traduce in frasi leggermente diverse o uso di sinonimi, ma nei casi peggiori anche di risposte completamente diverse.
Quindi, per rispondere alla tua domanda, la risposta è "forse".
A livello di pura e semplice grammatica, le risposte saranno SEMPRE diverse; ad esempio: Alla domanda, ciao come stai? potresti ricevere una delle seguenti risposte "ciao tutto bene, come posso aiutarti?" "ciao!" "ciao, a me tutto ok, a te come va?" e così via.
Mentre per quanto riguarda il contesto generale della risposta, molto spesso la risposta potrebbe essere coerente con la precedente, ma non è detto che lo sia, questo perché magari nel frattempo è cambiato qualcosa a livello di programmazione, seed diverso, o anche semplicemente la risposta ha ricevuto un punteggio diverso e quindi viene promossa una risposta alternativa.
Così per esempio, alla domanda "causa scatenanti della seconda guerra mondiale" - e per chi sa, la prova è fatta ora in chatGpt - ad ogni nuova generazione, potresti ricevere come risposta un riassunto generale di diversi punti di vista, oppure ordine di risposte diverse. Nella prima generazione il 'Trattato di Versailles' è messo al primo posto come causa scatenante - rammento di nuovo che si può continuare ad entrare in ChatGpT a saperlo fare- , in una seconda generazione è messo al sesto, ed alcuni punti vengono inclusi in una risposta ed emessi nella successiva. Sempre come esempio, nella prima generazione non viene menzionato il patto Molotov-Von-Ribbentrop, ma solamente quello che ha comportato, ovvero l'invasione della Polonia.
L'approfondimento degli argomenti deve essere richiesto, ma è importante che l'approfondimento ed il fact checking venga fatto altrove.
------ Fine esperto umano ----
Chiosa Mia: da sempre dico che bisogna 'nutrire' il web di concetti oltre la comune condivisione spesso ordinaria e banale affinchè la liberia di AI si arricchisca di ulteriori verità, fatti e punti di vista. Una per tutte cito l'Arte dell'altra metà del cielo. È come quando scorri al fondo di una ricerca e trovi la poesia...
Lectio magistralis offerta da MM DS ovvvero m/f^
 
VIOLA_DIMARZO
VIOLA_DIMARZO il 11/04/23 alle 12:25 via WEB
No moderazione? ma non doveva essere solo per qualche giorno? :)
 
 
misteropagano
misteropagano il 11/04/23 alle 12:36 via WEB
ah ah Viola, no mi ruba troppo tempo la moderazione e ormai conosco i mei polli, li casso direttamente se sono volgari, o li lascio in solitaria espressione
 
 
misteropagano
misteropagano il 20/04/23 alle 07:41 via WEB
in effetti una settimana circa ..
 
VIOLA_DIMARZO
VIOLA_DIMARZO il 11/04/23 alle 14:01 via WEB
Non ci crederai ma ho capito tutta la spiegazione, forse perché il meccanismo sotteso è più semplice di quanto pensassi e inoltre tu sei stata chiarissima. Dunque ti ringrazio, e condivido con te l'auspicio a condividere contenuti che vanno "oltre".:)
 
 
misteropagano
misteropagano il 11/04/23 alle 14:49 via WEB
:* penso che siamo moralmente obbligati a dare le nostre implicazioni progressive o filosofiche ogni volta incontriamo i cookies,i briganti del web, ad esempio...o avere lavori "finti" in futuro. Non sappiamo come tutto ciò reggerà, io spero di saperne qualcosa :*
 
   
misteropagano
misteropagano il 20/04/23 alle 07:41 via WEB
di arrivare a saperne qualcosa ))
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963