..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2MARIONeDAMIELm0n0litecivuole.un.altravitaMAGNETHIKAAfroditemagicalilith_0404Primosirecomunesenso11anastomosidisabbiaprefazione09Mary_ennhanya_evyLaStanzaChiusa
 

ULTIMI COMMENTI

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

 

« FLOPAnalisi del voto , 1) : ROMA »

Un equilibrio precario, ma pur sempre un equilibrio

Post n°1866 pubblicato il 22 Ottobre 2021 da MARIONeDAMIEL
 

(Sottotitolo: delle badanti ucraine)

In effetti il titolo sembra contenere un ossimoro ma così non è perché il sostantivo è EQUILIBRIO, punto fermo e soggetto della frase, l'aggettivo lo dequalifica e depotenzia un po' ma non lo detronizza né lo annulla del tutto; 

  l'aggettivo "precario" da dizionario on line è "contrassegnato da una provvisorietà costantemente minacciata dal sopraggiungere di eventi pericolosi o addirittura catastrofici"

la parola "equilibrio" invece, sempre dal treccani on line, è definita da più di 60 righe (le ho contate) di definizioni; e l'uso figurativo della parola, che ho usato io nel titolo, viene dopo una trentina abbondante di righe, cioè dopo l'uso attinente alle cose tangibili e reali : in fisica , in aeronautica ,  in marina , nel linguaggio scientifico , in meteorologia; 

ecco poi il primo impiego figurativo della parola, che viene attribuito secondo me pur sempre a cose tangibili, perché si intende per esso: "proporzione fra le parti, esatta distribuzione dei vari componenti di un insieme: es. non c'è equilibrio tra spese e entrate oppure ristabilire l'equilibrio nel bilancio di una società", cose molto poco figurative, nel senso letterale del termine sul quale peraltro ci potrebbe a sua volta dilungare molto....

e solo a questo punto arriva la definizione del termine usato "in senso psicologico e morale" che peraltro si colloca PRIMA di altri impieghi figurativi tipo biologico, teoria degli equilibri intermittenti, e poi sessuale, economico, politico e finanche nel linguaggio sportivo.

Insomma una parola spettacolare , che attraversa e intercetta a 360 gradi tutti gli aspetti della nostra vita , alcuni dei quali noi erroneamente intendiamo più importanti di altri , tipo quello che secondo me era l'equilibrio "principale" , quello appunto psicologico e morale , e che invece con l'aiuto del dizionario ho scoperto non esserlo affatto, e forse è un bene ricordarlo ogni tanto ; 

ma non deviamo dal tracciato originale per percorrere altre vie e torniamo all'ossimoro: un equilibrio precario ; 

dunque la definizione di equilibrio che intendevo io sul dizionario non l ho trovata affatto, il massimo che vi si rinviene è infatti: 
avere, non avere equilibrio; essere pieno , ricco di equilibrio; avere, non avere il senso della misura, il pieno controllo dei propri atti, e sim. (cfr. equilibrato, squilibrato) 

che non mi sembra essere una spiegazione esauriente a un tema come l equilibrio psicologico e morale , che dipende da una molteplicità di fattori interni a noi ed esterni a noi: caratteriali , di abitudini , derivanti dall'educazione , dall'infanzia , dalla famiglia , dall'istinto , dall intelligenza , dalla capacità di osservare il mondo 


gli incontri , le frequentazioni , le convivenze , i  legami. Ecco sui legami ci si può e deve fermare perché anche questa è una bellissima parola sulla quale si potrebbe fare un trattato.... 

per ora accontentiamoci del felice accostamento ossimorico (esisterà?) della parola "equilibrio" con la parola "precario" per dire che la lingua italiana è bellissima e ci sorregge in ogni situazione

sulle badanti ucraine seguono un paio (almeno) di post.

notte, Marion... 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/MOMENTIdiME/trackback.php?msg=15709462

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST 3

  '16 '17 '18 '19 '20
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31