Creato da noremorenorimpianti il 22/04/2010
La vita nel tempo....

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

Be_RebornmanichiusenoremorenorimpiantiUnOrchestraleOdile_Genetkremuzioandrea7770elio.vignettamelo511psicologiaforenseLa_porta_del_cuore1Biosbiosalfredomaria1940webantmy_moon
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« T.O.MT.O.M »

T.O.M (TIME OF MEDITATION)

Post n°6 pubblicato il 25 Agosto 2011 da noremorenorimpianti

Ritornata in albergo, seduta sulla veranda "la Signora" stava parlando al telefono...sembrava felice...contenta...serena...Quando mi vide fece un cenno perché mi sedessi con lei a gustarci insieme un aperitivo prima della cena. Chiuse la sua conversazione telefonica e mi guardó. I suoi occhi erano un misto di tristezza, sconforto e soddisfazione. Ricordo ancora come percepivo il suo bisogno di compagnia forse perché anche io ne avevo bisogno. La necessitá di condividiere le mie emozioni esperienze della giornata con qualcuno...con una persona, un essere umano indipendentemente dal sesso ceto sociale e razza. Non volevo fare domande, eravamo in vacanza, ognuno di noi con i nostri pensieri...ma non ce ne fú bisogno; fu lei a dire: "Perché le persone coinvolgono ni loro sogni coloro che sono contenti di vivere la realtá lasciando quest'ultimi a loro volta in quei sogni che hanno creato rendendo la vita falsa e senza futuro?"

Me lo ero chiesto anche io tante volte ed ero proprio lí per capire perché anni della mia vita erano finiti in solitudine totale e angoscia.

Mi sorrise e continuó " Gli ho telefonato...gli ho detto che gli voglio bene e anche lui mi ha detto che mene vuole...ha avuto un incidente in bici...pensa..., si scusa nel darmi del tu e passa nuovamente al formale "lei",...pensi che non avrei mai potuto vederlo"!

Giá un pensiero che talvolta avevo con mio marito...ma non mi toccava piú anzi mi sollevava dal dover risolvere il grande pateva d'animo di dover scegliere se tornare da lui o lasciarlo...ma poi mi pentivo perché é cattiveria voler che qualcuno lasci questa terra che appartiene a tutti e non solo a me!

Da tanto tempo non vedevo una persona cosí sfavillante di gioia e amore solo nel sentire la voce dell'amato...io, avevo mai provato tanto trasporto per un qualcuno che non fossero stati i miei figli negli anni di matrimonio? Forse...for per mio marito all'inizio...o forse no perché ricordo solo il dolore che spesso la sua indifferenza e noncuranza mi procuró negli anni precedenti il nostro matrimonio.

La "Signora" sembrava contenta...eppure era lí per esorcizzare delle promesse fatte mai mantenute ...era lí sola...ma il "filo"...il filo della speranza e forza del suo amore, il calore della sua pssione la illuminavano di una luce che forse non avevo mai visto o provato nella mia vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/MOT/trackback.php?msg=10549551

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento