Creato da madamefairy il 29/10/2011

*IL GIARDINO FATATO*

.•*´¨`*•.¸¸ Il Mondo Di Fantasia ¸¸.•*´¨`*•.

 

« La camicia dell'uomo contentoLA BETULLA INCANTATA »

Il paese dove non si muore mai

Post n°13 pubblicato il 17 Dicembre 2011 da madamefairy

 

 

La fiaba racconta di un ragazzo che un bel giorno decise di partire alla ricerca del paese dove non si muore mai. A tutte le persone che incontrava per il suo cammino chiedeva dove si trovasse questo paese, ma nessuno sapeva rispondergli. Fece un incontro con un vecchietto che trascinava una carriola carica di pietre, il quale le disse che se non voleva morire sarebbe dovuto rimanere con lui.

Non sarebbe morto fino a quando il vecchio non avrebbe trasportato la montagna con la sua carriola. Per fare tutto ciò ci sarebbero voluti cento anni. Dopodiché il ragazzo sarebbe morto. Ma il ragazzo non voleva ciò, così decise di proseguire il suo cammino. Arrivò in una foresta dove incontrò un altro vecchietto che tagliava i rami. Questo le rispose che se non voleva morire sarebbe dovuto rimanere con lui fino a quando non avrebbe finire di tagliare la foresta con la sua falce. Per fare ciò ci sarebbero voluti duecento anni e dopo sarebbe morto.

Ma il ragazzo neanche in questo caso accettò perché non era quello che voleva. Continuò il suo viaggio e arrivò in riva al mare dove trovò un altro vecchietto che guardava un’anatra che beveva l’acqua del mare. Il vecchio le disse che non sarebbe morto fino a quando l’anatra non avrebbe bevuto tutta l’acqua del mare e ci sarebbero voluti trecento anni e poi sarebbe morto.

Ma neanche questa volta il ragazzo accettò e andò via. Una sera arrivò in un palazzo e dopo aver bussato alla porta, comparve un vecchio. Alla domanda del giovane dove si trovasse il paese dove non si muore mai, si sentì rispondere dal vecchio che era quello il paese dove non sarebbe morto mai. Così il ragazzo rimase con il vecchio per moltissimi anni ma un giorno pensò di volere tornare a casa a trovare i suoi genitori.

Ma il vecchio le disse che era passato ormai tanto tempo, tanto che i suoi genitori erano morti. Così il giovane rispose che voleva andare a rivedere il suo paese e il vecchio le diede un cavallo bianco che correva velocemente solo che non doveva assolutamente mettere i piedi a terra, altrimenti sarebbe morto. Il ragazzo prese il cavallo e partì. Arrivò al suo paese ma non trovò la strada che lo conduceva a casa sua, chiese notizie dei suoi amici e della famiglia, ma nessuno sapeva rispondergli.

Così pensò di ritornarsene indietro e nella strada del ritorno incontrò un carretto trascinato da un bue. Il giovane si fermò poiché il carrettiere aveva bisogno di un aiuto per la sua ruota rimasta incastrata. Ma il ragazzo le rispose che non poteva mettere i piedi per terra. Ma ebbe talmente pena del carrettiere che scese da cavallo e subito appena mise un piede a terra il carrettiere lo prese per un braccio dicendogli che era la Morte e non poteva sfuggirgli. E così il ragazzo morì come fecero tutti gli altri uomini.

Italo Calvino

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/MadameFairy/trackback.php?msg=10899836

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

Ciao Amici,

vi presento

una Pagina

di un Libro Gotico


 

CLICCATE L'IMMAGINE

PER ENTRARE

NELLA PAGINA

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

madamefairyfarfallanarrantelunapoemleoncinobianco1paolafiscellasobisoLilychanelrenato.pracchipetimarosmagna1margheritachiarocara.callamesobresafranco_cottafavi
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

image_t6

 

 

 

 

 

 

gwyn_gnomi181

 

 

 

 

blvoq7q31

 

 

 

blue-pixie-cool-cute1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incantesimo di uno

Spirito dei Tumuli

 

Fredda la mano ed il cuore e le ossa,
Freddo anche il sonno è nella fossa:
Mai vi sarà risveglio sul letto di pietra,
Mai prima che muoia il Sole e la Luna tetra.
Nel vento nero le stelle anch'esse moriranno,
Ed essi qui sull'oro ancora giaceranno,
Finchè l'oscuro signore non alzerà la mano
Sulla terra avvizzita e sul mare inumano.

 

Tolkien

 

 

 

 

 

 

 

 

7a6673b31

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.