Creato da archetypon il 03/08/2005

Ombre di Luce

Davanti a me fluttua un'immagine, uomo o ombra, più ombra che uomo, più immagine che ombra. (W.B. Yeats)

 

« dopo l'immenso e il nullacapovolgimento »

Amleto in pantofole

Post n°1571 pubblicato il 30 Settembre 2015 da archetypon
 

amleto ridicolo
Carissima

Recito, per te?, sull'assito dell'odierno palcoscenico: appaio sempre più un attore ammattito che prende le parole del copione per vere - con quel suo infantile e stupido entusiasmo - e si crede il personaggio che non è. Orribile risultato quello di convincersi che quell'esistenza fittizia è la forma che dovrebbe avere la sua vita quotidiana.

Questo attore continua, dal tempo in cui denunciò pubblicamente la sua messinscena, nascosto dalla maschera del saggio, a commettere un errore: non percepisce più le aritmie del suo cuore che dovrebbero rendere una farsa la tragedia che recita. Un Arlecchino nudo, un Amelto con le pantofole, un Otello sbiadito.

È dei cuori esulcerati far sgorgare voci e dolori e interpretarsi con commozione, quando poi basterebbe l'amore e tacere per giustificarsi. Mi denuncio, per te?, ma non toglietemi la maschera del saggio. Tuo,

AM

 

Commenti al Post:
Yaris167
Yaris167 il 30/09/15 alle 09:56 via WEB
Guai, così non fosse...quale recita sarebbe vera se l'attore non incarnasse il suo personaggio? Così, da attore stanco, la sua parte sembrerà ancora più vera avendo dismesso ciò che induriva la sua maschera...
 
 
archetypon
archetypon il 02/10/15 alle 08:54 via WEB
l'attore stanco è solo stanco. E si vede, su qualunque palcoscenico.
 
occhineriocchineri
occhineriocchineri il 01/10/15 alle 14:25 via WEB
leggerti è terapia (mia)
 
 
archetypon
archetypon il 02/10/15 alle 08:53 via WEB
sono (solo) proiezioni. comunque grazie.
 
channelfy
channelfy il 01/10/15 alle 20:54 via WEB
Siamo tutti attori..boia chi non lo è
 
 
archetypon
archetypon il 02/10/15 alle 08:51 via WEB
sto mollando, tuttavia.
 
   
channelfy
channelfy il 02/10/15 alle 19:21 via WEB
no..non farlo..io recito sempre a soggetto.Povero cuore esulcerato..ha una bella gastrite o un male incurabile?..spiace
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

AVVERTENZE

Leggerete in trenta secondi;
poi torneremo al silenzio.

I testi in corsivo sono citazioni.

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Checker

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

les_mots_de_sablearchetyponUn_KnwonAnonimo.Lococassetta2acer.250abraxasarbablackrose04shomer.mmlsurfinia60MAGNETHIKAmax542011energieagtempestadamore_1967
 

ULTIMI COMMENTI

ogni tanto torno a volare...!!!
Inviato da: Un_Knwon
il 18/01/2022 alle 16:12
 

Inviato da: archetypon
il 24/07/2020 alle 05:46
 
...
Inviato da: abraxasarba
il 22/07/2020 alle 09:00
 
:)
Inviato da: archetypon
il 09/06/2020 alle 07:21
 
ciao caro...pur di seguirti mi costringerai ad inseguirti...
Inviato da: brunaverdone
il 05/06/2020 alle 18:14
 
 

CIÒ CHE ORA LEGGO

A MEMORIA

Si può mancare non solo la propria felicità, ma anche la propria colpa decisiva senza la quale un uomo non raggiunge mai la propria totalità.

- C.G. Jung
 -


Quando uno ha avuto una volta la fortuna di amare intensamente, passa la vita a cercare di nuovo quell'ardore e quella luce.

- A. Camus -



Il serpente aveva appena guardato quella venerabile immagine quando il re prese a parlare e domandò: «Da dove vieni?». «Dai crepacci in cui abita l'oro» rispose il serpente. «Che cosa è più stupendo dell'oro?» domandò il re. «La luce» rispose il serpente. «Che cosa è più vivificante della luce?» domandò il primo. «Il dialogo» rispose il secondo.

- Goethe -


Quando devi scegliere tra due cammini, chiediti quale abbia un cuore. Chi sceglie il cammino del cuore non sbaglia mai.
- Popol Vuh -

 

Chiunque prende la strada sicura è come se fosse morto.

- C.G. Jung -

 

Nel coltivare se stessi non esiste la parola "fine". Chi si ritiene completo, in realtà, ha voltato le spalle alla Via.

- Yamamoto Tsunetomo -


La vita, per compiersi, ha bisogno non della perfezione ma della completezza. Di questa fa parte "la spina nella carne", la tolleranza all'imperfezione, senza la quale non c'è né progresso né ascesa.

- C. G. Jung -


Un uomo che dubiti del suo proprio amore può, o meglio deve dubitare di qualsiasi altra cosa meno importante.

- S. Freud -

 

Io sono, più di ogni altra cosa, quel che non sono riuscito a compiere. La più vera delle vite che indosso, come un fascio di serpenti annodato a un'estremità, è la vita non vissuta. Sono un uomo che ha vissuto immensamente. E che nella stessa misura non ha vissuto.

- V. Vosganian -


Tutto ciò che teniamo dentro di noi senza viverlo cresce contro di noi.

- M.L. von Franz -


E poi ti voglio bene, nel tempo e nel freddo.

- Julio Cortàzar -

 

TWITTER

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 182
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova