Creato da stefs123 il 21/03/2005

Un po' di me.

Cronaca semiseria di una vita alla ricerca.

 

 

Racconto breve

Post n°396 pubblicato il 18 Maggio 2012 da stefs123
Foto di stefs123

Belgrado, maggio 2012.

 

Sono le sette di sera, sto lavorando, sono arrivata da poco.

Mi guardo intorno, mi piace la casa in cui mi trovo. E’ grande, piena di cose, e profuma di buono.

Su una poltrona ci sono due orsetti, un piccolo pipistrello e una micina nera col cappello da strega.

 

E’ ora che io smetta di lavorare e inizi a cucinare.
Freezer, piselli, olio toscano, salsa di soia. Dispensa. Farfalle.

Bling.

“Tardo un pochino, amore”. “No problem, a tra poco” , rispondo concentrata sui piselli che sfrigolano.

Passa un'ora.

Bling.

“Sto salendo, mi apri la porta?”

 

Attraverso il soggiorno di corsa, do' due giri di chiave.

Lui è li, non lo vedo da tre giorni e mi sembra un’eternità.
Abito scuro, sorriso aperto, occhi che brillano. Un mazzo di calle in mano.

MI abbraccia, mi bacia.


“Mi sei mancata”.

 

 
 
 

Srbjia

Post n°395 pubblicato il 11 Febbraio 2012 da stefs123
Foto di stefs123

La foto che appare in questo post è stata scattata lunedi sera, in quel di Kragujevac, sud della serbia.

Ero appena arrivata, dopo il viaggio della speranza che ogni settimana ci porta dall'aeroporto di Belgrado al posto dove sorge la fabbrica, neve fitta, buio pesto e strade non pulite, ma piuttosto ... battute, ecco, come le piste da sci.

Comunque.

Lunedi sera sono arrivata che erano le 22 passate, ho posato le mie cose e sono uscita. Son passata a salutare l'uomo di un paio di post fa, e poi verso la mezza son tornata nel mio letto, nella mia mansarda. Eh si, perchè nelle ultime tre settimane ho sempre dormito in un albergo nuovo e carinissimo, dove la mia camera di fatto è una piccola  mansarda, con un abbaino proprio sopra il letto...

Mi sto innamorando, sapete? E mi sto innamorando di questa fabbrica, delle persone che ci lavorano, dei ragazzi che sto formando, dei colleghi con cui ceno, del lavoro che sto facendo, dei sorrisi che si formano sui volti della gente, delle strade sconnesse, delle casa diroccate, della semplicità e della forza.

La neve scende e io cammino di notte per le strade di questa città:
abitiamo tutti vicino, i locali dove si ascolta musica si beve e si balla son tutti appiccicati, tutti nella stessa zona, i panettieri sono aperti fino alle dieci di sera e ti sorridono sempre....

La neve scende e io cammino di notte per le strade di questa città:
i lampioni la fanno scintillare e a ogni passo la neve si alza leggera. Si, perchè qui ogni cm di precipitazione di trasforma in 10 cm di neve, tanto fa freddo...siamo a -20, l'inverno russo è arrivato, e sono anni che nessuno si ricorda un freddo simile...

La neve scende e io cammino di notte per le strade di questa città, e sento una malinconia struggente salirmi dentro fino a commuovermi, e a tratti ho la sensazione di aver ritrovato qui un pezzo di me che avevo perso, e credo che sia questa la felicità.

 

 
 
 

Buoni propositi

Post n°394 pubblicato il 03 Gennaio 2012 da stefs123

...sono d'obbligo, soprattutto in un anno come questo che è appena iniziato.

Eccoli, quindi, i miei buoni propositi per il 2012:

circondarmi di persone luminose, fare cose divertenti, gustare esperienze piacevoli, condividere emozioni positive, diventare bella (dentro fuori e di lato).

E i vostri, di buoni propositi?

 
 
 

and so....

Post n°393 pubblicato il 24 Dicembre 2011 da stefs123

...and so this is Christmas, isn't it?

Come state?

Come potete immaginare le ultime tre per me son state settimane intense: il progetto in serbia si sta allargando a macchia d'olio, e io mi sto divertendo moltissimo a lavorarci dentro: adoro imbattermi in tanti e tali casini da non sapere dove girare la testa, adoro sapere che il mio apporto è determinante, adoro quella sensazione di familiarità che mi sta nascendo verso quelle persone e quei luoghi che solo due mesi fa per me erano così lontani.

Sto gustando ogni momento di quelli che passo laggiù.
Quelli in ufficio, dove a poco a poco si va costruendo la fiducia da e per le persone con cui lavoro, con i quali a poco a poco sta nascendo una squadra, e che poco a poco stanno imparando che lavorare bene e duro non significa non divertirsi, e poi quelli fuori, dove ogni momento è un momento buono per socializzare, conoscersi, scambiarsi opinioni, scherzare sul delirio che ci troviamo tutti a affrontare.

L'uomo del mio racconto precedente è là, un paio di uffici distante da me, e un po' alla volta, con gran cautela e attenzione, lo conosco...le vacanze di Natale ci hanno portati entrambi in Italia, e gli scorsi tre giorni li abbiamo passati insieme. Ora doverosa pausa famiglia/sci ognuno per i fatti suoi e poi vediamo se e come prosegue questa avventura....

Che dire?

Sono felice. Sono felice, mi considero fortunata perchè di nuovo la mia vita si è arricchita di nuove presenze, nuovi volti, nuove emozioni. Se mai la malinconia dell'incompiutezza mi prendesse, durante queste vacanze, cercherò di farmela passare, e anche il pensiero di Voi mi aiuterà in tal senso!

Vi abbraccio tutti, virtuali e meno virtuali.

Buon Natale!

 

 
 
 

Metti una sera...

Post n°392 pubblicato il 04 Dicembre 2011 da stefs123

...metti una sera che torni dalla serbia.

Metti che hai deciso di provare il volo diretto che parte da Milano.
Metti che mentre fai check in dietro di te c'è quel ragazzo che avevi visto in serbia una sera un paio di settimane prima, e lo saluti e lui ti dice "ah ma è vero, noi ci siamo gà incontrati".
Metti che sorridi e te ne vai ma che poi te lo ritrovi nel posto a fianco, e che passi tutto il tempo del viaggio a fare dell'ironia sul reciproco stato d'animo pessimista e infastidito nei confronti della vita.
Metti che a Milano lo saluti ma che poi lo ritrovi in autostrada al casello e fai tutto il viaggio uno dietro l'altro, e che a un certo punto però lui ti faccia le quattro frecce per indicare che sta per entrare in autogrill e tu allora sorpassi facendo ciao ciao con la manina.
Metti che tempo 10 minuti e lui ti risorpassa, e siete di nuovo uno dietro l'altro, fino al casello, dove lui si accosta e ti invita per un aperitivo (cosa che aveva provato a fare con i segnali che tu prima avevi frainteso).
Metti che quindi finite in centro, posate i piccì in casa sua, e uscite per aperitivo e poi  cena, le nove diventano le tre di notte....

Metti anche che di tutto quel pessimismo e fastidio di quando siete partiti a quell'ora non sia rimasta traccia...

 
 
 

Caro amico...

Post n°391 pubblicato il 10 Novembre 2011 da stefs123

Come stai?

Qui in Serbia volge al termine un'altra folle giornata delle nostre: sveglia all'alba, passeggiata fino al plant, lavori in corso, conflitti da gestire, paura, diffidenza, arroganza, supponenza, casini...

Ogni volta che vengo qui arrivo la sera stremata...saranno l'ambiente, il tipo di lavoro, l'alimentazione...forse.

La cosa piu pesante di tutto quanto qui è la forte contraddizione che si respira a ogni angolo: questo è un popolo di duri, abituati a opprimere, che hanno fatto della pulizia etnica uno strumento di educazione dei popoli...e poi?
E poi ovunque si respira l'odore della guerra appena passata: la si legge sui volti delle persone, che qui invecchiano ancora precocemente, la si vede nella trasandatezza delle strade, degli edifici, nelle auto rattoppate che circolano.

Gli occhi degli uomini esprimono spesso un misto di diffidenza e paura, ma occorre osservarli un poco meglio e uno si rende conto che in loro brilla il guizzo del dominatore...non so spiegarti come sia possibile che questi due atteggiamenti coesistano, ma è così.
Le donne no invece, le donne qui sono diverse: questa è una società profondamente patriarcale, e qui le donne non contano davvero nulla, nemmeno oggi. Sarà per quello che le donne qui sono molto dolci, remissive, quasi rassegnate a obbedire e a non avere possibilità di venire ascoltate.

Sai, vorrei venir qui con una macchina fotografica, e non dover lavorare così tanto.
Fotograferei i camion scassati pieni di cavolfiori, le strade dissestate, il contrasto tra questo sole che splende e la desolazione dell'architettura della città...e poi ancora i volti delle persone, i sorrise senza denti, le rughe profonde e scavate, le risate dei bambini e gli eccessi degli adolescenti....

Sai che ti dico? Sarà per la prossima volta.
E magari ci sarà la neve.....

 

 

 

(liberamente tratto da una lettera mandata davvero a un amico ieri sera)

 
 
 

menouno

Post n°390 pubblicato il 10 Settembre 2011 da stefs123

e così ci siamo arrivati.
non che stia realizzando eh, no. poi ho la fortuna che di anni, io, a prima vista , ne dimostro assai meno di quaranta. a seconda anche, per adesso.

alla fine domani si festeggerà.
tutti nella casa che fu di mia nonna, che è meravigliosa, in campagna, e siccome i miei nonni erano contadini dotata di stalla fienile lattaia che sono stati sistemati tutti, è li che domani verranno ospitati una 40ina di adulti e una manciata di bambini.

ho deciso 10gg fa e mandato gli inviti in questa settimana e mi rende felice vedere che i miei amici non solo ci saranno ma si stanno pure offrendo per darmi una mano.

anche i miei son stati coinvolti e saranno alla festa, e tutti ci stan mettendo del loro: dopo la decisione del menù stanno scattando telefonate a qualsiasi ora per suggerimenti, idee, proposte. è divertente e mi da una misura dell'amore  che c'è intorno...

 

 
 
 

A.A.A

Post n°389 pubblicato il 03 Settembre 2011 da stefs123

ciao cari, contrariamente a tutte le aspettative, sono tornata.

un viaggio in auto lungo tutto il portogallo con 4 donne a bordo di una hyunday jazz non può avere i suoi bei nanetti (a partire dalla disposizione valigie, miracolosamente TUTTE nel bagagliaio), ma vi racconterò un'altra volta.

leggevo l'ultimo post che ho scritto prima di partire.

cosa è cambiato?

1. l'ingegnere è sempre li, al suo posto. peccato che su dove sia il suo posto abbiamo opinioni divergenti: io dico con me e lui dice piu lontano possibile. anzi, non dice, come sempre. mi ignora e la cosa finisce li. io provo a non pensarci, a distrarmi, ma tanto mi si ripropone. come i peperoni.

2. la mia amica matta è dichiaratamente matta (la dichiarazione non arriva da lei, se no non sarei cosi preoccupata, anzi, lei è convinta di essere sana), e io non ce la faccio piu a reggere follie, bugie, insulti, gesti insani, di farmi usare come alibi per le sue cazzate, di vederla rovinare la sua vita e di mettere in pericolo quella dei bambini. sono arrabbiata frustrata e triste, e sebbene sappia che la sua è una malattia, non riesco a starle vicino senza che il suo comportamento mi butti nel piu profondo dei baratri. quindi taglio. e in questo taglio perdo una parte di me.

3. la nuova squadra dirigenziale si va configurando, ma imiei capi (donna fortunata, non ne ho uno solo) hanno come unico obiettivo il salvarsi il loro sacro culo e bon. Delle promesse di carriera sentite un anno fa neppure l'ombra. Inoltre molti colleghi capaci stano scappando. E forse è ora che ci pensi anche io. Qui a Torino non ho nulla che mi lega, se non il comfort dei legami familiari e amicali. Forse non è abbastanza per tenermi, stavolta.

4. Fratello si sta innamorando. Lei non l'ha trovata in nave ma da amici e son due we che si smazzano 400 km per stare insieme. vediamo come andrà. intanto questa gli ha già raccontato tutti i suoi bubù, il suo triste passato, e quando si vedono si rifiuta di uscire perchè lei "sta male" e "non osa"... Io sento puzza di bruciato anche qui, non so voi.

5. alla lista dei topic del post vacanza si aggiunge l'ultimo, ovvero il giro di boa dei 40 anni...li compio domenica, quindi in qualche modo si festeggerà. Credo a casa di mia nonna, che oltre ad essere bella rappresenta un pezzo di me, e, se anche lei non c'è piu, sarà un modo per sentirla vicino. Con chi non so ancora. Tante persone sono andate e venute in questi anni, e in questo preciso momento soffro molto per i lutti di cui ai punti 1 e 2. Loro non ci saranno, e sarà un pezzo grande di vita e di affetto che manca. e la mancanza si sentirà, o perlomeno io la sentirò, ecco...

 

 
 
 

Me ne vado

Post n°388 pubblicato il 01 Agosto 2011 da stefs123

..e poi tornerò, prima o poi.

Domani parto per il Portogallo. Alleluja.

Ma arrivo sempre in sto periodo in questo stato?
Dovrò rileggere il mio blog, prima o poi. Devo capire.


Sta di fatto che:

1. ho rivisto l'ing. E sapete cosa? E' LUI che mi manca, non una qualche immagine del cazzo.
LUI.
Lui, che se si leva di dosso le sue paure (che non sono LUI, ma uno zainetto fastidioso che lui è convinto che sia sangue del suo sangue) è quello che cerco e voglio. Lui e quell'aria svagata, lui e quell'intelligenza particolare, lui e quella malattia agli occhi che lo fa sembrare un tossico, lui e i suoi buchi sul braccio, lui e la sua pigrizia infinita, lui e il suo modo impacciato di essere dolce... :)

2. la mia amica matta è sempre piu matta, e mi sta trascinando in un abisso di sconforto e frustrazione. Fa delle stronzate una in pila all'altro e a sto punto magari si è anche cacciata nei guai. Che, fatemi dire, non sarebbe la prima volta, ma porcodemoniobastardo, uno non ci può pensare due volte a fare delle cazzate quando ha dei figli???? Non vi racconto neppur cosa combina e fa combinare a chi la circonda, che tanto non ci credereste.
Oppure, se ci credeste, le mandereste a casa i servizi sociali. Che certo non è una bella cosa.

3. SM ha annunciato la nuova squadra dirigenziale. Il nuovo team che guiderà l'alleanza automotive del secolo non contiene il nome del mio sommo capo, e la cosa mi fa godere. Certo al rientro nulla sarà come prima, ma io non ho certo paura.
Anzi... >:D

4. Mio fratello, che disconoscerò a breve, ha prenotato le sue vacanze, e, seguendo il consiglio della saggia sorella che gli aveva detto che viaggiare apre la mente e soprattutto fa incontrare persone interessanti, ha prenotato la sua...CROCIERA PER SINGLE. 
Decisamente quando io parlo non mi spiego bene, no no....

 

Beh, insomma, per questi e altri fatti ancora, sono BEN FELICE di andarmene e di staccare la spina. E spero anche che al mio ritorno le vacanze si siano portati via la tristezza, la solitudine, l'indecisione, la frustrazione, lo sconforto, la follia.

A presto, cari!!!

 

 

 
 
 

Istmo Ŕ la mia parola

Post n°387 pubblicato il 19 Luglio 2011 da stefs123

...e con questa frase si dia inizio a questo meraviglioso giro per il Portogallo, con due compagne di viaggio tanto improbabili quanto eccezionali.

Partenza il 2 agosto, rientro il 16. Atterraggio su Lisbona, poi su fino al nord passando dalla costa, quindi giù fino all'Algarve passando per l'interno rurale e infine tre giorni di Lisbona....

Consigli da darmi?

Luoghi imperdibili, cibi da provare, cose da fare e cose da non fare, posti da vedere e posti da evitare, amici da passare a salutare?!'

 
 
 

Stasera

Post n°386 pubblicato il 17 Luglio 2011 da stefs123

...stasera è una di quelle sere (o dovrei dire notti, vsto che son quasi le tre del mattino) in cui l'ing. mi manca.

Che poi è stata una bella giornata, al mare con amici, a cena tutti insieme, chiacchera serena. Poi alle 2 suona il campanello e mi avvisano che nelle cantine c'è l'acqua alta, che si è spaccato un tubo dell'acqua. E io dormivo, porcaputtanamiseria.

Dormivo di brutto, che era una settimana che lavoro fino alle 2 di notte e sono a pezzi.

Paceamen.

Ora però sono quasi le tre e mi manca l'ing.
Quella sensazione che provo da stamattina, stasera è troppo forte perchè io riesca ad ignorarla. E provo la tentazione forte di chiamarlo, di sentirlo, di chiedergli di venire qui con me e abbracciarmi mentre dormo.

Che poi ora non ricordo se l'abbia mai fatto.

E quindi scrivo qui, e non a lui, perchè mi manca ma non so piu se chi mi manca è lui è il sogno che io avevo di lui, e provo una profonda tristezza.

 
 
 

Invito ricevuto ieri sera

Post n°385 pubblicato il 11 Luglio 2011 da stefs123

"...ciao stefs, senti, volevo invitarti da me a contare i chicchi di riso..."

 

:)

 
 
 

Perle

Post n°384 pubblicato il 06 Luglio 2011 da stefs123

Ciao cari, vi mancavo?

Ebbene, è un periodo un po' concitato questo, ma in effetti ci sono alcune perle che non posso esimermi dal condividere con voi, che sicuramente apprezzerete.

La perla di oggi è questa:

bel principe del foro 45enne appassionato per lo sport vi si approccia. Galanteria a sfare, complimenti infiniti, ricerca di contatto e intimità insistente. Insomma, gli piacete assai, è chiaro.

In un momento di quelli in cui la magia sta per prendere il sopravvento su tutto il resto lui vi guarda intensamente, le pupille si dilatano, la voce si irrochisce e lui sussurra:
"Mi piaci tantissimo, sai? E' pazzesco il mondo in cui mi sento attratto da te..perchè a me di solito piacciono le donne magre!"

A voi i commenti, tesori, e soprattutto a voi indovinare come questo magnifico esemplare di femmina quasi quarantenne ha reagito a tale commento.

Venghino signori, venghino!!!

 

 

 

 

 

 
 
 

FelicitÓ... :)))

Post n°383 pubblicato il 31 Maggio 2011 da stefs123

          

       

    

...E FINALMENTE....ITALIA UNITA!!!!

 
 
 

PERCHE' GLI UOMINI

Post n°382 pubblicato il 23 Maggio 2011 da stefs123

...non cambianoooooooooooooooooooo....

Ve la ricordate Mia Martini?

Stasera mi è tornata forte in mente e allora sono andata a rileggermi il testo di quella canzone. E ad ogni strofa mi tornava alla mente il volto di almeno un'amica, il ricordo di almeno un dolore, e alla fine LA madre di tutte le verità:

gli uomini non cambiano, ed è inutile volerli cambiare. Anche se predichiamo questo 'volerli cambiare' come atto d'amore, anche se ci crediamo, in questo atto d'amore. Non abbiamo cambiato nostro padre, non abbiamo cambiato nostro fratello, non cambieremo l'uomo che dice di amarci.

Punto.

Perchè, ragazze, voler cambiare un uomo non è sano, e non è amore, non ce la stiamo a raccontà.

Inoltre, come dice mia madre, l'uomo che scegli o te lo prendi "all inclusive" (e consapevole del fatto che ti toccano pure dei pezzi che non vuoi) o meglio se stai senza.

 La pazienza delle donne incomincia a quell'età
Quando nascono in famiglia
quelle mezze ostilità
E ti perdi dentro a un cinema
A sognare di andar via
Con il primo che ti capita e ti dice una bugia

SIA SOLO BEN CHIARO: da qui poi a sprecarsi con il primo che ti capita a tiro senza fiatare solo per realizzare il sogno fanciullesco del "vissero felici e contenti" ce ne passa, eh....

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

matto7marioneo781leiperluisoloSpartanLXIIIfin_che_ci_sonoInfinito.Abbracciomy_way70angeloal65je_est_un_autresols.kjaerboredman77maghiforeveroneExperience80hrc.rossanoRospoRosso
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963