**TEST**
Creato da nataleventuno il 05/08/2010

VIAGGIANDO-LEGGENDO

SOLO ATTRAVERSO L'INFORMAZIONE E LA CULTURA LE MASSE POTRANNO SUPERARE LE BARRIERE CHE LE SEPARANO DALLA DIGNITA'

 

 

MILANO NON HA MEMORIA

Post n°33 pubblicato il 08 Giugno 2017 da nataleventuno
 
Foto di nataleventuno

 
 
 

IL CODICE DA VINCI

Post n°32 pubblicato il 31 Maggio 2016 da nataleventuno
 
Foto di nataleventuno

AUTORE : DAN BROWN

ANNO: 2003

 

Descrizione

 

In una tranquilla notte parigina, nella Grande Galleria del Louvre, l'anziano curatore Saunière viene ferito a morte da un misterioso rapinatore, costretto a fuggire senza riuscire a portare con sé ciò che cercava. Con le sue ultime forze lo storico dell'arte scrive alcuni numeri, poche parole e un nome: Robert Langdon, celebre studioso di simbologia. Sarà proprio lui a capire che il collega con il suo messaggio oscuro lo ha costretto a giocare a distanza di secoli, e a rischio della propria vita, contro il genio stesso di Leonardo da Vinci. Che nei suoi dipinti, nei suoi marchingegni e con l'aiuto di una potente setta proteggeva un distruttivo codice segreto. Chi era davvero Leonardo? Cosa nascondevano i Templari? La risposta in questo straordinario thriller, il più eclatante caso editoriale degli ultimi anni, tradotto in oltre quaranta lingue e venduto in settanta milioni di copie (quattro solo in Italia): un romanzo che ha stregato il mondo. E che finalmente ci spiega perché la Gioconda sorride.

Parere personale

 

Perfetto,bello,avvincente coinvolgete così reputo questo trriller. Dan Brown ha una capacità descrittiva oltre che narrativa ,davvero eccezzionale. Non può mancare nell'elenco dei libri letti.

VOTO


 
 
 

Una famiglia quasi perfetta

Post n°31 pubblicato il 07 Febbraio 2016 da nataleventuno
 
Foto di nataleventuno

Autore : Shemilt  Jane

 

Descrizione

 

Jenny è un medico, sposata con un famoso neurochirurgo e madre di tre adolescenti. Ma quando la figlia quindicenne, Naomi, non fa ritorno a casa dopo scuola, la vita perfetta che Jenny credeva di essersi costruita va in pezzi. Le autorità lanciano l’allarme e parte una campagna nazionale per cercare la ragazza, ma senza successo: Naomi è scomparsa nel nulla e la famiglia è distrutta. I mesi passano e le ipotesi peggiori – rapimento, omicidio – diventano sempre più plausibili, ma in mancanza di indizi significativi l’attenzione sul caso si affievolisce. Jenny però non si arrende. A un anno dalla sparizione della figlia, sta ancora cercando la verità, anche se ogni rivelazione, ogni tassello sembra allontanarla dalle certezze che aveva. Presto capisce che le persone di cui si fidava nascondono terribili segreti, Naomi per prima. Seguendo le flebili tracce che la ragazza ha lasciato dietro di sé, Jenny si accorgerà che sua figlia è molto diversa dalla ragazza che pensava di aver cresciuto.

Parere personale

Mi ha lasciato un tantino perplesso . Innanzitutto non mi è parso un vero e proprio thriller , ma più la narrazione di un disperato percorso alla ricerca della vera identità della propria famiglia , anche se la vicenda ruota attorno alla scomparsa di una ragazza. Diventa ad un certo punto un po piatto , descrivendo più le sensazioni e le ansie della madre durante il lento trascorrere delle sue giornate . Manca l' approfondimento dei tratti caratteriali dei vari personaggi e spunti sulle loro vite, e  a mio avviso, necessitava di un maggior numero  di episodi relativi alla ricerca della scomparsa , giusto per vivaccizzare un po la narrazione.

In conclusione, un buon romanzo da leggere nelle giornate invernali standosene al calduccio.

 

VOTO


 
 
 

IL LADRO DI MERENDINE

Post n°30 pubblicato il 20 Agosto 2015 da nataleventuno
 
Foto di nataleventuno

AUTORE : ANDREA CAMILLERI

ANNO : 1996

Trama

A Vigata, paese immaginario della Sicilia, si susseguono una serie di eventi: nella notte un peschereccio di Mazara del Vallo, il "Santopadre", viene intercettato e mitragliato, apparentemente in acque internazionali, da una motovedetta tunisina. I colpi esplosi uccidono un marinaio tunisino che si trovava a bordo dell'imbarcazione italiana. Sempre nella stessa giornata avviene l'assassinio dell' ex commerciante Aurelio Lapecora, accoltellato in un ascensore e la misteriosa scomparsa di Karima Moussa, una bellissima donna delle pulizie tunisina.

Montalbano scopre che la ragazza lavorava anche nell'ufficio del commerciante assassinato di cui era l'amante e che questa aveva un figlio, François, anch'esso scomparso.

Grazie all'aiuto dell'anziana Aisha, una conoscente di Karima, Montalbano ritrova anche un libretto di risparmio di proprietà della ragazza con depositati cinquecento milioni di lire, una somma troppo alta per una giovane immigrata che avrebbe dovuto avere solo quanto le proveniva dal suo umile lavoro.

Mentre torna in commissariato dalla visita alla casa di Karima, Montalbano vede davanti a una scuola elementare un gruppetto di mamme che si lamentano con un vigile di alcuni furti di merendine di cui accusano un piccolo extracomunitario. Montalbano intuisce che si tratta di François: appostandosi insieme alla fidanzata Livia ed ai suoi uomini, riesce a prendere il piccolo tunisino che si era rifugiato in una casa abbandonata.

Livia nel tranquillizzare il bambino portato in casa da Montalbano per proteggerlo, sentirà nascere in sé il proprio istinto materno e il desiderio di formare con Salvo un'unione più intensa adottando il bambino.

Il commissario aderirà al progetto di Livia ma nel frattempo le indagini si complicano perché ci mettono lo zampino i servizi segreti nella viscida figura del colonnello Lohengrin Pera...

GIUDIZIO PERSONALE :

Il solito intrigante romanzo di Camilleri con Montalbano protagonista. Non annoia mai , ma se devo fare un 'appunto lo farei all'uso , secondo me eccessivo , del dialetto siciliano. Credo infatti , che questo possa causare qualche problema a chi siciliano non è , fa un pò perdere il filo.

 

VOTO :


 


 
 
 

L'ENIGMA DELL' UNICORNO (Nýria Masot)

Post n°29 pubblicato il 10 Marzo 2013 da nataleventuno
 
Foto di nataleventuno

 Spagna 1276. Guillem, di ritorno da una missione in Sicilia si trova coinvolto in un nuovo caso. Tra la città di Girona e i circostanti monti catalani, vengono rinvenute le vittime di una serie di omicidi. Le persone uccise si trovano in posizioni bizzarre e umilianti. I delitti sembrano essere collegati tra loro per la presenza, sulla scena, di una pagina strappata da un mitico volume: Il bestiario dell’unicorno. Mentre i delitti diventano sempre più efferati, tanto da apparire opera del Diavolo, Guillem e i suoi compagni dovranno scavare attraverso segreti ben più terreni per evitare che qualcuno apra le porte del Male.

 

 

Nuria Masot (Palma di Maiorca, 1949) ha lavorato nel mondo del giornalismo e del teatro. Attualmente svolge l’attività di critica letteraria. Risiede a Empordà, in Spagna. Ha già pubblicato, con Mondadori, L’ombra del Templare (2005), Il labirinto del serpente (2007) e La chiave d’oro (2008).

 

Scheda libro Autore: Joaquín Navarro-Valls Titolo: A passo d’uomo Editore: Mondadori Collana: Ingrandimenti

Prezzo: € 18,50

Pagine: 256

Anno: 2009

Giudizio Personale

Comincia maluccio , sembra riprendersi alla grande nella parte centrale e oltre con il susseguirsi di omicidi alquanto sadici ed efferati , per poi perdersi nel finale piatto e colmo d'acqua (troppa) con un colpo di scena finale promesso ma che, non arriva mai.

Voto

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nataleventunoa_solitary_manpaneghessacile54Elemento.Scostanteblumannaroletizia_arcurioscardellestelleali.555Stolen_wordssurfinia60mariposamaggiolatortaimperfettamgf70
 

LEGENDA VOTI

ECCEZZIONALE

OTTIMO

BUONO

SUFFICIENTE

SCARSO

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

TAG

 

I MIEI LINK PREFERITI

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK