Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraCostanzabeforesunseturlodifarfallaandcp0luise7studio.siarcQuartoProvvisorioMIJAGIornella63.ocmarco3dgl9mattia.101aramar1959martellodgl13bacla0legrin2
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Alle origini del male.I fragorosi principi del... »

Vecchi Titani versus post moderni eroi.

Post n°2052 pubblicato il 16 Aprile 2022 da fedechiara
 

E' uno scontro tra Titani. No, non quello tra Russia e America – che pure 'nel loro piccolo si incaxxano' e stiamo tutti col fiato sospeso in attesa della prima atomica che ci verrà sganciata tra capo e collo (Aviano è nei pressi e sarà bene andarsi a cercare in internet i dati sulla estensione del fungo atomico post Hiroshima – cento volte più esteso, dicono - e il relativo 'fall out').
Lo scontro di cui parlo è quello tra il vecchio 'media' televisivo h24, assurto da decenni a potenza globale indiscussa, e il nuovo media che gli si oppone: Internet, potenza altrettanto globale e col di più di essere libera da possessi privati (in teoria, ma chi gestisce i 'browser' la fa da padrone) e planetaria nel suo prepotente spaziare di liberi 'bit' e onde quantistiche – salvo in Cina e in Corea del nord, ci informano qui in Occidente.
E lo scontro, in verità, è sui contenuti veicolati e sulle pretese 'fake news' che le tivù (e i giornali mainstream, uniti in un Santa Alleanza di pretese Verità esclusive) addebitano ai subdoli 'leoni da tastiera' filo Putin nascosti nelle case e negli uffici e nei parchi, dovunque un portatile si agganci ad una cella wifi.
E' una lotta senza quartiere, condotta senza esclusione di colpi – e le tivù riunite con le sempre più aggressive redazioni dei giornali hanno dalla loro il pubblico della tradizione, quello della vecchia 'audience' e dei festival di Sanremo e delle partite di calcio, ma a fronteggiarli c'è Facebook, vecchio social marpione che riuniva, agli inizi, poche centinaia di 'amici' universitari ed oggi il suo proprietario è un peso massimo della finanza e della politica che deve venire a patti con i governi per limitare la libertà di espressione dei suoi partecipanti e condividenti.
Una libertà di espressione osteggiata in tutti i modi: giudiziariamente, in caso di 'insulti' sanguinosi, ma anche, e più ferocemente, con provvedimenti legislativi sempre più astringenti e minacce di sanzioni, dacché hanno dovuto verificare, obtorto collo, che la moderna 'agorà' della politica si è trasferita in rete - e il pubblico dei lettori dei giornali si è ridotto al lumicino, insieme alla capacità dei direttori di giornale (e di redazione televisiva) di influenzare le opinioni e le scelte degli ex lettori ed ex telespettatori passivi.
Ed ecco a voi la vergogna massima e l'ammissione di impotenza degli odierni spot pubblicitari e gli imbonimenti televisivi contro le pretese 'fake news' della Rete che, più spesso, sono 'pareri opposti' a quelli di lorsignori e ferocemente contrari alle prese di posizione politiche lunari dei giornaloni e relativi giornalisti orfani di autorevolezza da lunga pezza.
Chi vincerà questo scontro di Titani? Le televisioni infiltrate dai partiti di s-governo e in mano a 'tycoons' capipartito o l'agorà dei liberi cittadini organizzati nei 'liberi Comuni' della Rete e stretti intorno al Carroccio di Facebook?
Ai posteri l'ardua sentenza - e ai risultati finali della guerra di Ucraina che ridisegnerà gli scenari globali.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=16201414

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
misteropagano
misteropagano il 17/04/22 alle 19:17 via WEB
Non si riesce a trovare una data esatta per la fine d'epoca. Quando finisce esattamente? -
 
fedechiara
fedechiara il 18/04/22 alle 08:38 via WEB
Alcuni storici datano la fine del 'secolo breve' - il violento Novecento delle due guerre mondiali - nel 1989 del 'crollo del muro di Berlino'. E sembrava davvero una 'fine d'epoca', ma la presente guerra di Ucraina ci racconta di nazionalismi risorgenti (risorsero già nella ex Jugoslavia, per la verità) dalle ceneri di un comunismo fragile che si squagliò come neve al sole della 'perestrojka'. Fine delle illusioni.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.