Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaradavidhellyermisteropaganoJohn13dglChevalier54_ZQuartoProvvisorioGiulia0dgl12pragency177karel_ASoglioletta0Arianna1921Najkanewspaper_articles1ARCAN020orat6
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Dibattiti e fazioni.Quel voto di ultima istanza. »

Gli stormi e gli sciami.

Post n°3228 pubblicato il 11 Giugno 2024 da fedechiara
 

L'affanno di ieri e di sempre. 10 giugno 2023
Due notizie si confrontano nelle cronache di oggi relative ai 'migranti' e alle modalità del loro 'migrare'. Ma, prima, è necessario sottolineare la scelta giornalistica e televisiva del soavissimo verbo 'buonista' e il sostantivo che ne derivano. Si 'migra' come fanno gli uccelli: a stormi, belli a vedersi stagliati contro il cielo - e 'migrare', per proprietà transitiva, è in linea con il dettato di Natura; chi siamo noi per ostacolarlo.
Niente a che fare con quella brutta cosa che si fa, scientemente e colpevolmente, per mare ogni santo e maledetto giorno da trenta e più anni a questa parte: di pagare cifre folli a maledetti scafisti e all'organizzazione criminale che sta a monte del commercio di vite umane nei porti libici e tunisini che organizzano quotidiani naufragi pre confezionati su richiesta dei pretesi 'migranti'.
E i taxi delle ong al largo, pronti a completare il trasbordo e a violare le leggi e i regolamenti relativi all'immigrazione clandestina sotto mentite spoglie.
Ma torniamo alle due notizie in cronaca oggi. La prima è l'arrembaggio a mano armata ad una nave commerciale da parte di alcuni di quei pretesi 'migranti'. Non più soavissimi uccelli in pacifica 'migrazione' stagionale, quindi, bensì avvoltoi predatori lanciati all'assalto della carcassa Europa.
Un 'commando' di genti intese ad imporre manu militari il loro diritto ad emigrare e ad occupare gli Stati costieri preposti all'accoglienza 'dovuta'. Azione temeraria conclusa dalle nostre forze armate – e ci auguriamo che ne conseguano i provvedimenti di giustizia relativa a quel genere di crimini.
Nessuna relazione con il siriano 'richiedente asilo' che, l'altro ieri, accoltellava soavemente dei bambini in un parco ad Annecy, però l'uso ripetuto in cronaca dei coltelli tribali da parte di alcuni nostri ospiti immigrati un qualche maledetto apparentamento ce lo propone e indispone gli ospiti europei relativamente alla facile accoglienza 'dovuta' – per sottolineare il Verbo evangelico di alcuni, troppi buonisti da tre palle un soldo.
E l'altra notizia è su 'la Repubblica' di oggi, e ci dà conto dello sfregio dei cadaveri di alcuni 'migranti' recuperati nel mare di Tunisia e lasciati a terra nell'obitorio – dove, supponiamo, non c'è un quotidiano affollamento di cadaveri se non nel ricorrere di una qualche 'catastrofe umanitaria' quali ci propongono, un giorno si e l'altro pure, i famigerati 'naufragi organizzati' dai criminali notori del commercio di vite umane.
Ma per la redazione di 'la Repubblica' ecco l'occasione ghiotta per attaccare pretestuosamente la politica del presente governo - che ben poco fa di suo, in effetti, per arginare l'onda di tsunami immigratoria se non il favorire i necessari accordi politici (onerosi) con gli s-governi di Tunisia e Libia al fine di arginare il maledetto commercio di vite umane e i naufragi organizzati e gli annegamenti annunciati.
Ed è tutto un lamentoso sottolineare, nel 'fondo' della Murgia l'implicita responsabilità morale della 'fortezza Europa' che non accetta di buon grado di tutti accogliere, tutti, tutti, i migranti di ieri, di oggi e di domani a schiere e a sciami - venite parvulus, svuotate i paesi e le città dell'Asia e dell'Africa e riempite l'invaso Europa dove c'è ricchezza da spartire per l'intero mondo migrante.
Correva l'anno...

Nessuna descrizione della foto disponibile.


 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=16765168

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963