Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

misteropaganofedechiaralascrivanadon.francobg.gallo1944OsservatoreSaggioCC200043tempestadamore_1967deliaemmeprefazione09GirlWithSecretnortermarco_1962_mcostalibro
 

Ultimi commenti

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 14/06/2021

Le egregie cose del post moderno.

Post n°1658 pubblicato il 14 Giugno 2021 da fedechiara
 

Le egregie cose del post moderno.
Non sappiamo se Foscolo fosse un grande amante al modo dei nostri post moderni.
Non abbiamo rotocalchi o un'Isola televisiva o un'ospite super tettuta del Grande Fratello che ce lo racconti. O i reports impietosi di quella tale che si lamentava che perfino un Di Caprio, a letto, non è tutto quel grande attore che si mostra. Non era neanche un bellone, a giudicare dai ritratti, bensì mostrava i tratti rocciosi e aspri del viso incorniciati dai riccioli.
Sappiamo, però, che Foscolo ha avuto relazioni salottiere e intime con un grande numero di donne, quasi tutte a doppio cognome – quindi sposate e con malcelata propensione a violare i sacri vincoli matrimoniali nelle alcove palaziali.
Ma il numero di amanti pretese, ne converrete, non è, in sè, sinonimo di possanza virile conclamata.
Una botta e via non fa primavera e, forse, all'epoca, neanche usava il passa parola tra le signore per questo genere di questioni.
E sappiamo, invece, che le nobildonne colte e salottiere andavano in deliquio e strabuzzavano gli occhi già solo all'accennare di un incalzante endecasillabo di impianto classico e/o risorgimentale, al pari delle fans presenti in prima fila, e urlanti e acclamanti senza contegno, ai concerti dei cantautori preferiti.
E la poesia, grande e riconosciuta, del Foscolo aveva un impianto sonoro straordinario e degli enjambements da urlo - e l'uomo era focoso e passionale, in gioventù, tanto quanto si mostrò disincantato e scettico al tempo di Didimo Chierico, il suo alter ego letterario che prese il posto dell'Ortis buonanima opportunamente suicidato dall'autore.
E se anche non condivido per intero il suo pensiero (del Foscolo) relativo alle cripte e urne sepolcrali quali exempla di vite illustri e sacre memorie degli ideali degli illustri defunti (A Egregie cose...) - dal momento che i cimiteri post moderni sono una desolazione di dimenticanze e trascuratezze lapidee dei presenti e vivi nei confronti di chi ci ha lasciato – pur tuttavia gli riconosco la funzione di poetico pungolo e stimolo a rammemorare le gesta dei 'forti' che 'bella e santa' dicono al 'pellegrin la terra che li ricetta'.
E mi sento più in sintonia, in verità, con il suo altero ego maturo, Didimo Chierico, uomo dotato di auto ironia e schermo psichico necessario per uno che aveva rinnegato pubblicamente il libertador Napoleone Bonaparte dopo il vergognoso trattato di Campoformio, ma poi aveva militato nel suo esercito, riconoscendogli (all'esercito rivoluzionario) il ruolo di spurgo degli anciens regimes miasmatici che tornarono in auge, vendicativi, dopo la sconfitta di Waterloo.
Che, se dovessimo comparare quel suo laborioso passaggio politico al presente, è come se un vate post moderno (ne conosciamo?) militasse nel movimento 5 stelle delle origini – i clamorosi vaffa inclusi – e decidesse, poi, di sedere in parlamento con gli epigoni di Grillo alleati del pd pur di tramandare ai posteri una pallida memoria degli ideali delle origini.
Le egregie cose i solidi scranni (le 'cadreghe' parlamentari) spengono delle ambìte urne elettorali, oh Mattarella, e bella e santa fanno l'Italia nostra agli occhi dei vischiosi partners europei.
Risultato immagine per Foscolo Ritratto. Dimensioni: 125 x 160. Fonte: www.traccedistudio.it
A egregie cose il forte animo accendono l’urne de’ forti, o Pindemonte; | controappuntoblog.org
CONTROAPPUNTOBLOG.ORG
A egregie cose il forte animo accendono l’urne de’ forti, o Pindemonte; | controappuntoblog.org
A egregie cose il forte animo accendono l’urne de’ forti, o Pindemonte; e bella e santa fanno al peregrin la terra che le ricetta. Io quando il monumento vidi ove posa il corpo di quel grande che temprando lo scettro a’ regnatori gli allòr ne sfronda, ed alle genti svela di che lagrime grondi...