**TEST**
Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraMonnalisa5100roby24007questovogliopaololegrenziMinucci.MarcoRullianusivri98pincos2suorlisasg53downloadgamespetercar0il_tempo_che_verraantoniomarchetti47
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 02/03/2020

Con le mani.

Post n°1169 pubblicato il 02 Marzo 2020 da fedechiara
 

Baila Morena. Cronache dalla nuova peste (8)

Il rischio è che ci si sciolgano le mani e le unghie, dopo il ventesimo lavaggio accurato. Il fatto è che tocchiamo davvero 'di tutto e di più' – e altrettante volte, sensibilizzati come siamo sul tema 'corona virus' dal sito del ministero della Sanità, ci ri-laviamo le mani. 
Ed ogni cosa intorno a noi e dentro le nostre case ci appare in una luce diversa e mai abbiamo avuto una casa così 'desinfected' fin negli angoli più nascosti, ma basterà?
O il maledetto virus coronato è in agguato nella sola disattenzione in cui incappiamo, tipo non avere disinfettato il portafoglio e il portamonete usato ieri nel supermercato o non aver istituito il 'monouso' per i fazzoletti dopo ogni soffiata di naso? 
E sarà vero che il virus non alligna nelle merci – come ci è capitato di venire a sapere a causa di quella partita di grana padano respinta dai rumeni, e ne sono seguite le proteste e gli alti lai a causa dei rischi altissimi per l'economia e gli scambi commerciali se prende piede questa pratica del respingimento? 
Ma se non alligna nelle merci e negli oggetti di uso quotidiano perché mai dobbiamo lavarci ossessivamente le mani, cari i nostri tecnici e scienziati in servizio al ministero della Sanità?

Avrete capito che stiamo parlando di una paranoia, la peggiore che ci potesse toccare e tuttavia inevitabile in tempi di contagi e panico conseguente al troppo che stroppia delle notizie che ci rifilano i telegiornali e i quotidiani - che nessuno compra più perché è l'ennesimo oggetto che si tocca e si sfoglia – e chissà che passaggi di mano di presunti untori ha avuto dal produttore all'edicolante.
Davvero non se ne può più e finirà che ci faremo il callo di questo nostro convivere con il virus malnato dei cinesi che si mangiano tutto quello che salta, zampetta, striscia e vola in natura.
E un bel giorno della prossima primavera ci sveglieremo assonnati e la prima pagina di giornali e telegiornali, miracolo! non sarà più dedicata al maledetto virus delle nostre beole - e torneremo a toccarci i visi e i corpi e quelli dei nostri cari che gli esperti suggeriscono di 'tenere le distanze', per il momento, e limitare gli abbracci e i baci.
E le mani sbucceranno di bel nuovo le cipolle, come dice la nota canzone che: '(…) me le sento addosso sulla pelle'. Evviva! Baila Morena in questa luna piena.