**TEST**
Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraMonnalisa5100roby24007questovogliopaololegrenziMinucci.MarcoRullianusivri98pincos2suorlisasg53downloadgamespetercar0il_tempo_che_verraantoniomarchetti47
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 05/03/2020

Cronache d'amore (dormiente) in un continente in guerra.

Post n°1172 pubblicato il 05 Marzo 2020 da fedechiara
 

Cronache d'amore (dormiente) in un continente in guerra. (Part one.)

E' una lotta all'arma bianca tra quale delle due catastrofi 20-20 ultime scorse conquista la prima pagina e la tiene per più giorni, sventolando la propria bandiera.
Al momento vince il corona virus, ma solo perché ha l'appoggio delle artiglierie governative che emanano decreti a nastro di mitragliatrice - e ci sbattono in quarantene forzate chiusi in casa a sognare primavere liberatorie ed estati di chiappe e tette chiare stesi sui lettini allineati in meno di due metri di spazio tra l'uno e l'altro (e nessun virus più a dividerci e impedire gli abbracci e le strette di mano).

Ma diamo tempo ad Erdogan di organizzare i pullman e i camions con sù il suo esercito di riserva e le orde fameliche dei 'migranti' gettati a mucchi verso le frontiere U.e misericordiose e buoniste e la palma della vittoria in cronaca spetterà a questi novelli 'popoli del mare' che, ci dicono i giornali e le tivù dei giornalisti illuminati, 'sognano l'Europa'.

E sarebbe interessante se qualche giornalista dei più tosti (ce ne sono?) si aggirasse nel campo militare dei 'migranti', facendo loro le domande giuste su quale sogno di Europa hanno in mente costoro – disposti perfino a prendersi il corona virus e intasare gli ospedali già al collasso pur di raggiungere i parenti e gli amici più fortunati già comodamente installati nelle enclaves delle periferie urbane a prevalenza islamica delle maggiori città europee.

L'Europa è davvero al diapason del suo affanno economico e sociale, in questo 20-20 bislacco e bisesto che non cessa di propinarci virus letali insieme a cronache di guerra guerreggiata a Lesbo, la Caporetto di Europa, dove si scavano le trincee psicologiche della prossima guerra di resistenza contro il caos immigratorio e i 'migranti' usati come scudi umani dal dittatore maledetto - che spera, post moderno emulo di Solimano il Magnifico, di averne più denari o riconoscimenti di territori siriani da incorporare nel sogno di una Grande Turchia.

Alla via così verso i prossimi disastri in cronaca, uno via l'altro. Corre voce che il peggio non è mai morto. Sarà vero?

 

CORRIERE.IT
Al confine tra la Turchia e la Grecia, dove sono accampati in 10mila in fuga dalla Siria I militari di Atene distendono il filo spinato Erdogan minaccia l’Ue: sarà un’invasione