Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

bx111carteny.leproc1fedechiarapatatufakispret591stefspagieffecriofficina.serigrafiaelide.giovannigalloceramiche.1997antoniocarrino3contattocasabettinimare.giLalla3672
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 21/10/2020

Il mondo vario di là dei video

Post n°1389 pubblicato il 21 Ottobre 2020 da fedechiara
 

Il mondo vario di là dei video
'Nei tempi bui si canterà? / Si canterà, dei tempi bui.' scriveva icastico Bertolt Brecht. Va precisato che i 'tempi bui' di Bertolt comprendevano una somma di eventi decisivi per le sorti dell'umanità: dai moti di piazza della tragicissima Repubblica di Weimar ai primi conati del rigurgito nazionalsocialista che preparava l'era del Male Assoluto del caporale Hitler al potere.
Una varietà di eventi negativi che manifestava, ciò malgrado, una vitalità massima delle arti (Espressionismo tedesco, Dada, Cabaret Voltaire) commista alla normalità della vita contadina fuori dalle città quale ci mostrano i films stralunati di Edgar Reitz nella bella serie 'Heimat'.
Ecco, mi piacerebbe che nei tempi presenti che viviamo, al posto della cupa, monocorde infodemia che si sostanzia di ossessive statistiche di morti, feriti e dispersi della guerra covidiana - e comprende la clausure e le prigionie annunciate prossime venture dei 'lockdown di Natale' - ci fosse quel briciolo di varietà degli umani eventi che continua ad esserci sottotraccia, colpevolmente noncurata dai telegiornalisti embedded allo s-governo pandemico dell'avvocato del popolo (sic) e dei suoi fidi pentastellati.
Ed ho scoperto un sito giornalistico che ce ne dà conto (grande cosa), spaziando a volto d'uccello sul pianeta Terra così ricco di varietà di vite e culture anche in tempi di maledette pandemie.
Dateci un'occhiata, ne vale la pena. Avete da perdere solo la cupaggine degli avvilenti telegiornali di regime.
Il mondo è bello perché è vario, dicevano i nonni, e mai come oggi ce ne rendiamo conto.