Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

aquilablu80vita.perezfedechiaraflashgordon262ghedo.ghedogabriella.tamburellojjdgl18rifbluforddissechepierluigi64pcfc.calligaroIsh_tarFLORESDEUSTADlisa.dagli_occhi_blu
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 01/05/2021

Viaggi di ieri.

Post n°1604 pubblicato il 01 Maggio 2021 da fedechiara
 

Cafayate, 27 marzo 2019.
E, a Cafayate, piccolo borgo antico degli altopiani andini, il tramonto è suggestivo e, nello sfilacciarsi delle case che aprono l'orizzonte lontano, capita di leggere le frasi d'amore degli adolescenti a caratteri cubitali sui muri – sempre le stesse, all over the world, forse con una nota aggiuntiva di ingenuità che nasce dall'isolamento del villaggio dove ancora 'la gente mormora'. E un filo di mormorio collettivo non è male e costituisce un sano 'controllo sociale', a dispetto di quanto scriveva Leopardi prigioniero del suo asfittico borgo antico e delle siepi 'che di tanta parte dell'ultimo orizzonte...'.
E la religiosità qui è forte e la vedi dipinta perfino sui furgoni che passano per via - e le chiese sono stipate di bamboline e bambolini vestiti buffamente e sono i nostri santi Antonio, Chiara, Bartolomeo rinominati in castigliano e le madonne di ogni ricorrenza e umano bisogno (del Pilar, della Salute, del Rosario, Immacolata) dagli abiti coloratissimi della tradizione tessile di ogni villaggio.
E l'alba si disegna trionfale sopra il monte con la luna piena 'in coppa' e l'aria è tersa e cristallina e camminare per la città ancora addormentata è suggerimento che si dà al viaggiatore accorto per meglio respirare le atmosfere del villaggio e immaginarsi abitante onorario della cinta urbana periferica dove dalle strade sterrate si alzano nugoli di polvere ad ogni passaggio dei camioncini scassati e i randagi ti abbaiano contro.
E, nel corso della mattinata, mentre aspetto il pulmino dell'escursione quotidiana, mi capita di visitare una 'tienda' di prodotti tessili e dialogare duro con una ragazza che si dice esule venezuelana. Sventatamente, mi scappa di citare il leader Maduro che resiste impavido al golpe degli yankees di sempre. E la ragazza reagisce male e sbotta franca : 'Tenetevelo!' e si chiude in un rabbioso silenzio e capisco il suo dramma, ma la politica, come diceva quel tale, 'non è un pranzo di gala' e la vergognosa intromissione negli affari interni di un paese sovrano e la spudorata preparazione di un golpe e la minaccia di intervento armato da parte della solita C.i.a. dei mille nefasti internazionali mi fa venire in mente Allende con il mitra in pugno morto ammazzato dai militari golpisti - ed è ricordo intollerabile che da solo dovrebbe suggerire all'America di Trump di tenersi lontana le mille miglia dai paesi latino americani per almeno sette generazioni a venire.
Sette volte sette.
Nessuna descrizione della foto disponibile.





Nessuna descrizione della foto disponibile.

 
 
 

Terra d'eroi

Post n°1603 pubblicato il 01 Maggio 2021 da fedechiara
 

Maledetta la Terra che ha bisogno di eroi. -  01 maggio 2013
Un bell'articolo di Salman Rushdie ('Elogio del coraggio' da Ghandi alle Pussy Riot copyrigt 'la Repubblica') ci racconta come 'la Terra (e la Storia n.d.r.) abbia bisogno di eroi' - e per fortuna che ne nasce qualcuno e più di uno ad ogni secolo nuovo.
Vero e buono e giusto. E tuttavia è bene ricordare, di contro, la dolente affermazione di Galileo de' Galilei, che rispondeva al rimprovero di un discepolo con la rassegnata invettiva: 'Maledetta è la Terra che ha bisogno di eroi'.
Ed è difficile dargli torto, se pensiamo che la sua penosissima abiura aveva di fronte la pena e il castigo delle tenaglie della Santa Inquisizione che si sarebbero strette sulle carni vecchie e stanche di sostenere il peso di verità palesi osservate al telescopio contro le pretese verità dei teologi e dei miopi e stupidi lettori della Bibbia intesa come 'vangelo'.
E davvero, al ricordo di tanta atrocità, ci paiono poca cosa e ridicole le 'scuse' e il 'nostra culpa' pronunciati da Woytila nei confronti del grande vecchio della scienza italica accusato di eresia.
E le Pussy Riot, invece, hanno di fronte 'solo' il carcere e i probabili abusi dei loro carcerieri, ma, fuori delle celle, hanno il premio di una prodigiosa campagna di stampa e della Rete che le osanna e le sostiene e le dice eroine di un mondo che si vuole migliore. Ma Galileo non avrebbe avuto, per certo, nel caso di fiera resistenza alle accuse, neanche una scritta scanzonata sui muri dell'Università patavina tipo: 'Galileo libero e Giordano (Bruno) stopper' perché allora non usava - e il coraggio civile era merce di contrabbando che veniva scambiata in gran segreto e con rischio di vita e/o torture tra i 'clerici vagantes': avanguardie dello scientismo di là da venire.
E che l'umanità ancora si dibatta nei gorghi dell'idiozia religiosa fondamentalista e affoghi nelle morte gore di una politica assassina e condizionata e guidata da orchi assassini che commissionano gli attentati alla libertà e alle vite dei pochi resistenti (giornalisti o dimostranti, come le Pussy Riot o le Femen) è evidenza avvilente di un Medioevo che dura oltre il secondo millennio e non sappiamo come uscire 'a riveder le stelle' - e poter progettare e iniziare quei viaggi spaziali di un'umanità finalmente pacificata e che si è lasciata alle spalle ogni stupidaggine di pretese 'verità divine' ed umane oppressioni e occupazioni violente del potere malvagio.
Amen e così sia.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

 
 
 

Sempre liberi. (Un mond au revers)

Post n°1602 pubblicato il 01 Maggio 2021 da fedechiara
 

  • Sempre libero degg'io... (Un mond au revers)
    Non ci sono solo le 'fake news' e le notizie 'partigiane' – ritorte platealmente e ricreate secondo il sentire politico dei giornalisti embedded – esistono anche 'le comiche': un genere di non-notizie che attengono alla sfera dei nostri privati desiderata e disegnano un mondo al rovescio nel quale abiteremmo più volentieri.
    E in quel mondo al rovescio ecco apparire il Sassoli e il suo seguito di fieri maggiorenti europei sanzionati da Mosca per aver loro, per primi, sanzionato i russi anti democratici che detengono Navalny in prigionia, eccoli apparire in sala stampa e denunciare, Aita! Aita! l'enormità di una sanzione intollerabile.
    Perché nel loro mondo al rovescio Mosca severamente sanzionata doveva mettersela via, ca va sans dire, e, come in un luminoso mondo evangelico, 'perdonare sette volte sette' e Putin cospargersi il capo di cenere e accogliere all'aeroporto i fieri e intoccabili maggiorenti in ginocchio e col tappeto rosso srotolato fino al Cremlino, consegnando nelle loro sante mani un 'atto di dolore' e un programma in sette giorni di nuove elezioni - con Navalny libero di tenere i comizi e tutto andrà ben, madama la marchesa, vedrete, promettiamo, ci facciamo garanti.
    Viva l'Europa della democrazia e dei diritti umani e civili rispettati e riconosciuti e osannati e sempre liberi i maggiorenti europei di andare dove diavolo piace a loro nel vasto mondo , bacchettando sulle dita qua e là chiunque gli si opponga e vae victis.
    Un mondo a rovescio in cui avanza perfino, a quei tali maggiorenti e a tutta la stampa embedded e prona e arrovesciata a sua volta nelle private fantasie democratiche, di alzare alti i lai per la lesa maestà e l'intollerabile offesa fatta ai nostri eroi.
    A quando le 'notizie' di levitazioni e trasvolamenti celesti e sante apparizioni dei maggiorenti europei nei cieli delle nazioni cattive dei reprobi dittatori ad indicare ai popoli russi e bielorussi in rivolta pretesa la Via Maestra e la Verità Sola delle democrazie europee di cui andiamo così fieri (noi italiani in primis coi governi-fantasia e con 'tutti dentro', creati nelle stanze del Quirinale giusto per non mandare il popolo alle urne)?
    Mosca sanziona Sassoli e altri sette funzionari Ue. La replica:
    HUFFINGTONPOST.IT
    Mosca sanziona Sassoli e altri sette funzionari Ue. La replica: "Nessuna intimidazione ci fermerà"
    Mosca sanziona Sassoli e altri sette funzionari Ue. La replica: "Nessuna intimidazione ci fermerà