Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraa.sacchitells.pimpinellasrlVIOLA_DIMARZOMaicol1982whiskynsodari.mac2008martellodgl13annawintour0fedele.belcastromlrossisArianna1921fabturollaQuartoProvvisorio
 

Ultimi commenti

Assolutamente sý! dobbiamo aver fiducia.
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 27/09/2022 alle 10:34
 
Si era toccato il fondo, Viola, e si era perfino cominciato...
Inviato da: fedechiara
il 26/09/2022 alle 20:52
 
Ben detto. Ma al di lÓ di ogni analisi politica, diciamo...
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 26/09/2022 alle 16:24
 
Grazie.
Inviato da: fedechiara
il 22/09/2022 alle 20:47
 
Ho riportato, nel mio ultimo post, uno stralcio...
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 20/09/2022 alle 12:25
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 08/08/2022

Il nipote di suo zio in grave affanno.

Post n°2183 pubblicato il 08 Agosto 2022 da fedechiara
 

L'agenda Draghi morirà con il suo augusto prestanome. Non solo perché i due portabandiera auto nominati, Calenda e Letta, se le stanno dando di santa ragione politica – e l'uno ha rotto il patto sottoscritto per non morire politicamente e l'altro, il nipote di suo zio, dà in smanie e convulsioni perché, senza il prezioso alleato 'centrista', le destre andranno oltre il cinquanta per cento dei consensi e tanti saluti alla bellissima Carta.
Una Costituzione finalmente riformabile in più punti - per meglio governare senza i vomitevoli inciuci e i voltagabbana coccolati dal Quirinale e ognora invitati ai grotteschi minuetti istituzionali dei governi 'tecnici' o 'di emergenza nazionale'.
Uno di quei punti, speriamo, esprimiamo gli auguri, riguarderà proprio la figura del 'capo dello stato' – oggi re a vita per i folli quattordici anni della sua reggenza, ma che si farà rispettosamente da parte, ce lo auguriamo, quando venisse approvata la riforma che affiderà al popolo sovrano la sua nomina, come avviene in Francia, togliendola all'emiciclo dei nominati e degli incollati alle cadreghe.
E quel che fa 'tremar le vene e i polsi' del Letta è proprio questa prospettiva di un governo di maggioranza che metta mano ad una Costituzione - dai 'dem' usata come clava per bastonare gli opposti di fede politica e prolungare sine die lo s-governo degli inciuci permanenti di chi ha governato fin qui in barba al mancato consenso del popolo sovrano, il Draghi della mitica 'agenda politica' incluso.
Per tutto ciò esposto, cittadini, vi invito a non 'andare al mare', il 25 settembre e a fare il dover vostro di tutto cambiare del presente quadro politico di infamia massima -e a dare respiro e ossigeno e aperta prospettiva di futuro ai prossimi, esiziali cinque anni di legislatura.
Che sarà 'costituente': nel senso di aggiustare quel che i 'padri nobili' di allora non seppero o vollero prevedere o che aggiustarono alla bene-meglio, al modo del patto costituzionale che li unì malamente nel dopoguerra e che prevedeva rissosi accordi di mezzanotte passata e palpebre pesanti e i bocconi amari da trangugiare per gli uni e gli altri, - dai 'dem' spacciati come luminose intuizioni politiche e vangelo sempiterno.
Torna sovrano, oh popolo! Il 25 settembre fai il tuo dovere nell'urna rivoluzionaria che li manderà a casa, insieme a tutti gli uomini della provvidenza di nomina quirinalizia che ci hanno trascinato in guerra - e le stupide sanzioni che puniscono i cittadini e li impoveriscono.
Amen e così sia.