Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaramartellodgl13Filoletterariobionda66giovanni.rossi20QuartoProvvisoriocqueiroloantomar4niangegi1_2008dalmazio.ravegliaruma4saccone.antonio54myrgiennio.fognaniciapaciccio
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 04/10/2022

Le nebulose della Storia.

Post n°2260 pubblicato il 04 Ottobre 2022 da fedechiara
 

 

 

Le nebulose della Storia  - 04 ottobre 2014
La Storia, lo sappiamo, è un 'file' compresso. Tutti gli accadimenti al suo interno, perciò, ci appaiono incredibilmente veloci nel loro succedersi, come se non ci fossero pause e distensioni tra l'assassinio di un re e una battaglia decisiva per le sorti di quel regno. Così, nella lettura storica, la vita di Filippo II il Macedone, - poco più di cinquant'anni di vita, dei quali molti trascorsi 'all'estero' in qualità di ostaggio politico -, ci sembra una pazzesca sequenza di eventi rapidissimi, quasi tutti militari e pochissimo spazio concesso ai molti matrimoni, invece, e ai figli avuti e gli amori vari e diversi e pericolosi che gli valsero, pare, si mormora, la pugnalata finale dei congiurati.
E se ci stupisce la rapidissima ascesa nella cronache contemporanee dell'esercito dell'Is e del suo califfo Al Baghdadi e le conquiste militari che continuano ad onta dei bombardamenti dall'alto, ugualmente straordinaria fu, di contro, l'impresa di Filippo II che, sconfitto dai Focesi di Onomarco e orfano delle sue falangi decimate, arruolò ventimila uomini in Tessaglia e riprese a guerreggiare con maggior lena e vigore.
E la vita di quei Macedoni nostri avi sembra non conoscere momenti di noia, pur se privi dei nostri prodigiosi giocattoli i-pad e pc e f/b e chat varie, perché erano ispirati, fin dal primo risveglio, dalle visioni e rivelazioni divine che convinsero Olimpiade, ad esempio, che il figlio Alessandro fosse stato concepito in sogno copulando con Zeus e tale, figlio di Zeus, fu rappresentato nelle sculture e negli affreschi che lo dicono capace di uccidere un leone.
E la realtà della Storia, in verità, è nebulosa, a cagione degli storici che avvallano questa leggenda o quella in perenne disputa tra loro - ma non meno nebulosa è l'attualità degli eventi che ci sottopongono i radio e telegiornali, a voler ascoltare certi 'dietrologi' odierni, secondo i quali le Twin Towers sono state 'dinamitate' da oscuri agenti di chissà che 'servizi segreti' per chissà che fini e perfino l'impronta della scarpa dello scafandro spaziale di Amstrong sulla Luna fu costruita abilmente in certi 'studios' di Hollywood e filiali annesse.
E perfino le nostre stesse verità, quelle delle regioni oscure delle nostre vite che ci sono causa di segrete angosce e dolori, col correre degli anni producono le nebbie per le quali non sappiamo più veramente se siamo stati comprimari o protagonisti e cosa sarebbe potuto succedere se...
Questo è quanto avevo in animo di dirvi oggi, sabato autunnale di sole più caldo dell'estate appena scorsa, a presto rileggerci e grazie dell'attenzione.
 
 
 

Tsunami magnetici e dintorni.

Post n°2259 pubblicato il 04 Ottobre 2022 da fedechiara
 

Tsunami magnetici e dintorni. Stay tuned.

Se non è un bluff, quello del generale Petraeus, ex direttore C.i.a., quando afferma che gli Stati Uniti sono pronti ad annientare le truppe russe in Ucraina non appena Putin darà il via alle esplosioni delle atomiche tattiche, ci viene rivelato che i piani di un intervento militare diretto sono pronti da tempo, i droni-spia degli americani hanno tracciato le mappe e individuato i siti di stoccaggio delle armi e di stazionamento dei battaglioni. Un semplice pulsante e cento, mille missili sono pronti a partire e ad annichilire il nemico russo, finalmente dichiarato tale senza più gli infingimenti di questi mesi.
Una strategia di guerra, quella che ci lascia intendere il generale Petraeus per induzione, più simile a quella di un nemico già schierato sul campo che ad un alleato-ombra di Zelensky - che ne arma l'esercito e lo foraggia in tutti i modi leciti ed illeciti, ma nasconde la mano e dice al mondo, e fa dire ai leaders dei suoi paesi amici, che solo gli eroici soldati ucraini sono la carne da cannone di questa guerra, solo loro, niente consiglieri militari, niente 'volontari' occidentali nelle retrovie.
La drole de guerre degli americani patrocinatori e foraggiatori dell'attuale conflitto bellico annovera così l'ennesima disinformazione di guerra, dopo le molte a cui ci ha abituato Zelensky che minaccia ogni coscritto russo, nelle sue apparizioni tivù programmate: 'Vi uccideremo uno ad uno se non vi ribellate ai vostri capi militari'.
Messaggio ricevuto, ma torniamo sul campo di battaglia, perché è lì che si gioca tutto 'se i duri cominciano a giocare'.
E il silenzio di questi giorni di Vladimir Putin è sinistro e ci fa supporre che anche lui abbia i suoi contro piani e non sia l'ultimo arrivato sulla scena di un conflitto termonucleare - e abbia mobilitato per tempo i suoi droni e/o i satelliti spia e che l'eventuale attacco americano avrà, perciò, una degna risposta militare che ci stupirà (per un breve, caldissimo attimo poi più nulla).
Sarà il trionfo della materia combusta - ma la vita rinascerà, dopo diversi millenni, grazie alle prodigiose ife dei funghi sotterranei, raccontano i biologi.
Appuntamento su questi schermi nei prossimi giorni, la cosa si fa interessante.
Stay tuned (finchè non saltano i collegamenti a causa dello tsunami magnetico).