Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaramarchetto375Dott.FiccagliaSaio4260pongidealfonso.botticelliperoni.vincenzoantonioiaccaricubecrabeJaki87cassetta2umbertolcspalmierosmenchinelliidrotermicaeimpianti
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 06/12/2022

Pentolari nella polvere.

Post n°2346 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da fedechiara
 

Imbonitoriiiii! - 07 dicembre 2016
Pare che alcuni 'renziani' ostinatamente marziani e refrattari a orientare le loro antenne neuroniche su quanto avviene nel vasto territorio del paese depresso e stagnante che ha dato loro i natali si siano piccati di segnalare ai giornali e sui social che il 'si' (con tutto ciò che comporta di affiliazione politica) ha vinto nelle zone economicamente più forti del paese - Milano, L'Emilia, il Trentino.
E Laura Puppato (pd) ha aggiunto la chiosa velenosa che i cervelli in fuga all'estero hanno anch'essi votato 'si' in larga maggioranza (brogli a parte, che la vittoria schiacciante ha lasciato correre) e, conseguentemente, la loro sarebbe una fuga dall'Italia del 'no'. Come a dire: 'Noi rampanti ed emergenti versus i perdenti dell'immobilismo.'
C'è una punta di arroganza ferita, in questa sua chiosa – condivisa, credo, da molti di quei 'renziani-marziani' che oggi constatano dolorosamente che il loro progetto politico 'volava alto' – tanto alto da rasentare la rarefazione di ossigeno della stratosfera; e l'aver riportato a terra la loro navicella spaziale, sia pure con qualche ammaccatura e bruciacchiata, è nostro merito: di noi pezzenti del 'no' che osservavamo che il tanto osannato job act altro non è che l'istituzionalizzazione del precariato a vita e un monumento ai famigerati 'vouchers' e alla piena deregulation del mondo del lavoro.
Una 'cinesisazione' de facto del lavoro in Italia – e hanno vinto loro, i cinesi che hanno assassinato il 'distretto tessile' di Prato e quegli extra comunitari disposti ad ogni mansione e orario di lavoro che hanno appiattito i diritti sindacali omologandoli al ribasso estremo della maledetta 'globalizzazione' dei 'barconi' e delle frontiere europee violate come gruviera grazie alla nostra 'frontiera sud' sempre aperta, estate e inverno – e il folle messaggio de 'venite tutti, vi salviamo tutti' lanciato sull'intero territorio africano dal duo Renzi-Alfano.
Si salvi chi può – è appena il caso di dire, data la costanza dei morti annegati.
Ma questi pensieri e queste analisi terra-terra non sfiorano i 'cervelli in fuga' arroganti e 'sei metri sopra il cielo' – e ieri ascoltavo l'eloquio tipico renziano di Davide Serra a 'Piazza Pulita' che elencava i dati Istat del governo Renzi sul ritorno del lavoro in Italia e la disoccupazione in calo, a sentir lui, - ma a ben analizzare i dati, il calo è dovuto alle cifre di coloro che il lavoro ormai hanno smesso di cercarlo e una gran fetta di quelli che lavorano sbandierano nelle piazze i vouchers del loro scontento e della miseria nera in cui affondano le loro vite grame.
La grande menzogna renziana disvelata dal 'no' al 60 per cento e i suoi esponenti ex rampanti definitivamente bollati quali 'imbonitori' da un tanto al chilo.
S.p.q.r. Sono pentolari recidivi questi renziani
Nessuna descrizione della foto disponibile.

 
 
 

La luce in fondo al tunnel in cui viviamo (precariamente).

Post n°2345 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da fedechiara
 

Le birbe alla berlina e il passo del gambero. - 07 dicembre 2022

Si stanno incartando. Il super greenpass è una invenzione mediatica che spaccia per nuovo il vecchio lasciapassare vaccinale e dà fiato alle trombe e a i tromboni del giornalismo embedded a corto di idee e consente il durare sui video dell'asfissia infodemica che ci affanna da due anni.
In realtà, dice la Lamorgese, non sappiamo come fare per i controlli sui treni e sui bus perché i controllori dovrebbero essere quasi pari ai controllati: una sorta di stato di polizia di plastica visibilità e il rischio che si passi dagli 'uffa che palle' a qualcosa di più sostanzioso in cronaca è alto davvero e i prossimi giorni ce lo diranno e ci mostreranno le evidenze.
Ho potuto controllare con i miei occhi che la società civile è più matura di quegli occhiuti funzionari dell'intendenza embedded – messi lì nella vigna a far da pali, come diceva il Giusti dei soldati boemi e croati dell'occupazione austriaca nel nord Italia - e subisce la dittatura sanitaria rassegnata alle sanzioni e ai divieti, ma vigile e in segreto allarme, e trova le vie di fuga e i cantoni non vigilati dove esprimere se stessa, la pienezza irrefrenabile del buon vivere e la ragionevolezza del quieto vivere, elaborando il giusto rancore per i tempi bui e grami.
'Adelante Pedro, però con juicio.' raccomandava il governatore spagnolo in carrozza al suo conducente, attraversando una Milano impaurita e impazzita per l'aggiunta delle sue stupide 'grida' al dolore della malattia e delle morti.
Ecco, il clima sociale è questo. Si va, si vive, constatando che i contagi non si fermano, malgrado le vaccinazioni e, insieme, che Omicron è poco più di un raffreddore, ma evocando compulsivamente i colori gialli e rossi e blu come per un incontrollabile impulso a reprimere e scrivere e annunciare sempre nuove 'grida' insensate e di difficilissima applicazione nella solare realtà dei nostri giorni.
Coco ci avrebbe fatto una meravigliosa sfilata di moda con quei colori, ma qui, nel paese dove il 'si' (dei vaccinati a tripla dose) suona, illividiscono e assumono la valenza fantasmatica di 'A Venezia un dicembre rosso-shocking.', con la bambina vestita in rosso sangue che appariva e spariva alle svolte delle lunghe calli semibuie.
Exultate iubilate! Vivete nel più bel paese del mondo con i governanti più accorti e solerti e che 'mettono le birbe alla berlina', come al tempo del Giusti. Rileggetevi 'Sant'Ambrogio di Milano.' la dice lunga sulla storia che va al passo del gambero.