Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraJohn13dglChevalier54_ZQuartoProvvisorioGiulia0dgl12pragency177karel_ASoglioletta0Arianna1921Najkanewspaper_articles1ARCAN020orat6Ri.emersacapuzzo
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 21/06/2024

Nipotini di Stranamore crescono.

Post n°3240 pubblicato il 21 Giugno 2024 da fedechiara
 

21 giugno 2022

Ieri era la dichiarazione di un alto ufficiale dell'esercito britannico a dirci che la Nato si sta preparando ad entrare in guerra (vedi il primo commento) - e manca solo il casus belli, non importa quale sia e di che entità politica. L'importante è mostrare all'opinione pubblica dei paesi europei - a maggioranza contro la guerra - che, ancora una volta, la colpa è della Russia.
Fatevi da parte che tocca a noi della Nato, nipotini del dottor Stranamore che abbiamo imparato ad amare la bomba termonucleare, e la scodelleremo, insieme a quelle dei russi, sulle vostre teste dure di europei refrattari a mettere 'gli scarponi sul terreno'.
E il casus belli è già nelle cronache che ci recitano oggi i telegiornali – con la Lituania, servo sciocco in commedia, che impedisce ai treni russi delle merci necessarie alla città di passare per il corridoio di terra che la collega all'enclave di Kaliningrad.
'Applichiamo le sanzioni.' dicono con perfetta faccia di tolla i lituani.
'Si, ma violate i trattati sottoscritti relativi alla 'servitù di passaggio' verso il nostro territorio.', rispondono i russi a muso duro. 'Aspettatevi le reazioni del caso.'
Guerra.
Cercata con pervicacia degna di miglior causa dai maggiorenti Nato in questi quattro mesi in cui hanno battuto il passo e morso rabbiosamente il freno, lavorando di bulino per preparare l'occasione giusta di un intervento militare. Voluto fermamente e ottusamente dai bellicisti dei paesi occidentali che hanno spedito tonnellate di armamenti all'Ucraina ed hanno imposto sanzioni che impoveriscono le economie europee e fanno balzare in alto l'inflazione e le bollette dell'energia impagabili.
Guerra. Termonucleare?
E' molto probabile o quasi certo, fate voi. Basta un missile con testata multipla dal sen fuggito, nel gioco spaventoso incrociato del: 'Sei stato tu.' 'No, sei stato tu.' ed è fatta.
La fine dei dinosauri umani è prossima e concreta e l'asteroide che la causerà avrà un nome goliardico, come la bomba di Hiroshima che chiamavano, scherzosamente, 'Little Boy.'
Nipotini di Stranamore crescono.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 
 
 

C'Ŕ virus e virus.

Post n°3239 pubblicato il 21 Giugno 2024 da fedechiara
 

Può una scritta su una o più bacheche sui socials diventare 'virale'? Certo che lo può e può raggiungere numeri cospicui di condivisioni e rimbalzi - una moltiplicazione simile alla nota replicazione di un virus dentro un corpo umano o di altro animale, appunto, e altrettanto maledetta e letale se quel virus ha la capacità di infettare e colonizzare l'organismo che lo ospita.
Ergo, è bene e saggio valutare in partenza la qualità dei virus che lanciamo nell'etere virtuale di internet pena il subire un serio malanno collettivo.
Tutto ciò osservo e ne scrivo perché l'algoritmo di Facebook mi ha sottoposto uno scritto a lettere cubitali su sfondo colorato di una amica opposta di fede politica che lancia in rete rabbiosamente il suo virus come si lancia un coltello o una ascia ben bilanciata verso il cuore di un nemico da abbattere.
'Il premierato non deve passare.' dice la grintosa guerriera di una guerra biologica virtuale, ad onta del fatto che una tal legge abbia già passato il vaglio del voto parlamentare e si appresti ad essere promulgata dopo il secondo e terzo passaggio a camere riunite. Seguirà referendum, se del caso.
Ma no, non succederà, non vogliamo che succeda, non deve proprio succedere. No, no e no. 'I fascisti no pasaran', gridano fieri e con la mano sul cuore (nelle loro conventicole 'i fascisti' sono tutti coloro che manifestano idee politiche diverse dalle loro).
Siam pronti alla morte, sappiatelo.
Riecco avanzare sulla scena italiana i prodi (nomen omen) 'internazionalisti' - come in Spagna contro il maledetto dittatore (ma mal gliene incolse e se ne fuggirono con le pive nel sacco di là del confine francese e la Spagna visse un lungo periodo di pace e prosperità e di neutralità rispetto alla seconda guerra mondiale).
Cosa faranno, dunque, di più e di peggio i nostri guerrieri immaginari oltre a pestare i piedi e a diffondere in rete i virus virtuali della loro disperata guerra biologica? Organizzeranno manifestazioni oceaniche, lanceranno mille postazioni e banchetti dove raccogliere le firme 'contro il premierato'?
'Na fatica e tutto per una piccola modifica alla Costituzione fatta secondo regole convenute che garantirà governi più solidi e subito a casa gli 'incollati alle cadreghe' professionali in caso di maggioranze variabili e franchi tiratori.
Tutto bene, tutto giusto, miei guerrieri/e immaginari, accomodatevi pure, la battaglia si combatterà casa per casa ed urna per urna e vinca il migliore. E' la democrazia, Bellezza.
(Però 'sta storia della 'viralità' invocata ad ogni passo e legge nuova mi sta un po' sullo stomaco, siamo ancora freschi di 'coronavirus' e pandemia appena trascorsa, mannaggia!)


 

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963