Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiarafinsaneCherryslSoloDaisydon.francoblorislebretonAttrazionebanalevololowthorn2021prefazione09hotmandgl1QuartoProvvisoriootticabofdonyminoretti
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 29/01/2021

I minuetti istituzionali e la sostanza delle cose politiche.

Post n°1490 pubblicato il 29 Gennaio 2021 da fedechiara
 


Che i padri costituzionali abbiano preso una colossale cantonata quando definirono i perimetri della nostra 'democrazia parlamentare' è documentato in modo nettissimo dallo svolgimento da 'contraddanza e minuetto', con e senza inchini obbligati e scappellamenti piumati al padrone di casa, ad ogni giro di consultazione quirinalizia.
Perfino peggio di quanto avveniva ai tempi del 'pentapartito con appoggio esterno' e/o delle mitiche 'convergenze parallele' di Moro e associati, che Dio li abbia in gloria.
E la sostanza delle politiche cose ce l'ha, con gran dovizia di parole al vento, raccontata Renzi Matteo, che della crisi è il dominus e dà le carte dell'appassionante poker ed è maestro di bluff.
Si è defilato, il Matteo e la sua creatura politica 'Italia Viva' (sic), ponendo sul tavolo la mano pesante di: 'Delega ai Servizi segreti', No alla fine della prescrizione di Bonafede, Recovery fund aperto a tutti i nostri suggerimenti e richiesta all'Europa di adire il meccanismo europeo di stabilità per le note vicende della pandemia.
Un full difficilmente aggirabile dagli altri attori politici di maggioranza.
E se già il vis-Conte dimezzato ha ceduto sulla delega ai servizi e sul recovery fund appare impossibile il cedimento del movimento 5 stelle, partito di maggioranza della coalizione, sulla riforma giudiziaria del Bonafede e l'accesso al m.e.s.
Pena la perdita di ogni credibilità presso i pochi elettori che gli rimangono.
E se l'ho capito io, va da sè che il Mattarella e i suoi tecnici e i costituzionalisti di grido in seduta permanente hanno chiaro che da lì non ci si schioda. O sbraca il movimento 5 stelle scendendo nei sondaggi a una sola cifra (sotto il nove, per intenderci) o si va ad elezioni anticipate e muoia il Renzi con tutta l'Italia (viva?) al seguito.
Perciò la domanda che sorge spontanea é: 'Che senso ha, egregio presidente, fare un secondo e un terzo giro di opinioni e minuetti con quei personaggi in cerca di autore che si denominano 'segretari di partito'? Che senso ha un 'mandato esplorativo' al Fico che sente il Conte, che sente il Renzi, che sente la Bonino e il Zingaretti e i 'costruttori' (sic) che al mercato (delle vacche) qualcuno mandò?
Una chiara risposta al popolo sovrano sarebbe gradita.
“No a veti su Renzi”: scoppia il caos nei 5Stelle. Di Battista: “Il Movimento cambia linea? Arrivederci”
LASTAMPA.IT
“No a veti su Renzi”: scoppia il caos nei 5Stelle. Di Battista: “Il Movimento cambia linea? Arrivederci”
“No a veti su Renzi”: scoppia il caos nei 5Stelle. Di Battista: “Il Movimento cambia linea? Arrivederci”