Creato da slog175 il 16/05/2006

ORGOGLIO JUVE

Piemontesi tosti

 

 

Post N° 236

Post n°236 pubblicato il 20 Marzo 2008 da slog175

VIA LIBERA ALLO STADIO NUOVO DELLA JUVENTUS

Il Consiglio di Amministrazione della Juventus ha dato
il via libera per la costruzione del nuovo impianto che sorgerà sulle
macerie del Delle Alpi e che potrebbe essere pronto a partire dalla
stagione 2011/2012



FOOTBALL 2007-2008 Serie A Stadio Olimpico Juventus Turin - 0

Un investimento di 105 milioni permetterà alla Juventus di
finanziare la costruzione del nuovo stadio, pronto per il 2011. Lo ha
deciso martedì il CdA bianconero, che ha precisato che le risorse per
questo ambizioso progetto non verranno reperite con un nuovo aumento di
capitale.


E stata messa così la parola fine su una questione
rimasta irrisolta per diversi mesi: il progetto era stato lanciato
dall'ex amministratore delegato, Antonio Giraudo quando la società è
andata in Borsa nel 2001 e nel 2003 la Juventus aveva acquistato dal
Comune di Torino il diritto di superficie sul Delle Alpi per 99 anni. Successivamente però, la mancata assegnazione degli Europei del 2012 all'Italia
aveva messo in dubbio la fattibilità del progetto essendo venuta meno
la possibilità di ottenere finanziamenti agevolati da parte del credito
sportivo.


La nuova dirigenza aveva dunque valutato la
possibilità di procedere a una semplice ristrutturazione del Delle
Alpi, adeguandolo alle norme sulla sicurezza previste dal decreto
Pisano e alle normative UEFA: un progetto certamente meno ambizioso, ma
economicamente molto meno impegnativo della ricostruzione totale. Alla
fine si è deciso di procedere per la seconda soluzione.


Il
nuovo stadio avrà una capienza di circa 40.000 posti e sarà costruito
sul modello degli stadi più moderni d'Europa, in grado di garantire
ritorni positivi non solo in termini di sicurezza (aspetto, comunque,
di primaria importanza) ma anche per le annesse possibilità di
sfruttamento commerciali, grazie alla presenza di negozi, ristoranti,
cinema che lo renderanno fruibile tutta la settimana, e non solo
durante i 90 minuti della partita.


Per la società bianconera
(che attualmente disputa le partite interne di campionato all'Olimpico)
l'obiettivo è quello diversificare e incrementare i ricavi attraverso
le opportunità offerte dal nuovo impianto; valutando l'ipotesi di
costruire da zero il nuovo impianto, l'amministratore delegato
bianconero Jean Claude Blanc aveva più volte rassicurato la tifoseria e
gli azionisti della Juventus che in tal caso il progetto non avrebbe
condizionato gli investimenti per il rafforzamento della squadra in
vista della prossima stagione.


Non essendovi alcun aumento di
capitale, è probabile che il club di Corso Galileo Ferraris abbia
ottenuto garanzie di copertura della spesa attraverso l'intervento
degli sponsor, in particolare per acquisire i naming rights
dell'impianto, e dare cioè il proprio nome allo stadio.

 
 
 

Post N° 235

Post n°235 pubblicato il 20 Marzo 2008 da slog175

EMPOLI-JUVENTUS 0-0

FOTO GRAZIA NERI

DA GOAL.COM:
Al Castellani sfida per obbiettivi diversi, ma certamente non dal
finale scontato visto che i padroni di casa devono far dimenticare la
brutta domenica di Reggio e la Juve deve continuare ad inseguire il
cammino verso la Champions senza alcuna distrazioni perché la
Fiorentina ed il Milan possono ancora impensierire. Toscani con l’ex
Volpato in attacco vista l’assenza di Saudati infortunato e a sorpresa
Giovinco in panchina al suo posto Giacomazzi, esordio per Busacci a
centrocampo. Ranieri che conferma Tiago al posto di Zanetti che fa
coppia stavolta con Nocerino fa partire dall’inizio il rientrante
Camoranesi, Iaquinta al posto di Trezeguet (diffidato con l’Inter alle
porte).


Empoli prudente con la Juve che pressa a tutto campo nei primi minuti.
Zebina
si rende pericoloso al 12’ dopo un recupero di Tiago, ma il cross del
francese è alto per tutti. Marchisio prova un destro debole da appena
dentro l’area, ma è troppo poco per impensierire Buffon. La partita è
molto equilibrata con i padroni di casa che avanzano il baricentro con
il passare dei minuti sfruttando i rapidi cambi di gioco delle fasce,
la Juve invece attende di sfruttare i contropiedi ma lo fa sempre in
maniera abbastanza disordinata. Molinaro rischia più volte di beccarsi
il secondo cartellino giallo e Ranieri pensa bene di sostituirlo al 28’
con Grygera, ma Abate sull’out di sinistra è in giornata di grazia.
Prima conclusione dei bianconeri al 41’ con Del Piero dai 25 metri, ma
il tiro va fuori di qualche metro. Primo tempo totalmente privo di
sussulti.


Seconda frazione di gioco che riprende sulla falsariga
del primo, tanto agonismo e pochissimo gioco. Punizione di Del Piero
dopo 5 minuti, ma Bassi blocca sicuro. Proteste Juve per un contatto in
area fra Iaquinta e Piccolo al 20’, ed effettivamente il replay sembra
pescare il fallo del difensore empolese ma Rizzoli lascia proseguire. I
bianconeri però sembrano intestardirsi troppo con i dribbling e a
cercare di sfondare centralmente quando Marzoratti e Piccolo coprono
benissimo. Ranieri cerca di cambiare l’inerzia della gara con
l’inserimento di Trezeguet per formare il tridente, ma l’Empoli non
cede di un colpo. La partita stenta a decollare sul piano delle
occasioni, ci provano Abate e Moro con due tiri dalla distanza che però
non centrano nemmeno la porta.Neanche il valzer delle sostituzioni
cambia l’andamento della partita, e solo nei minuti di recupero c’è un
leggero brivido per i difensori della Juve quando Abate effettua un bel
cross che taglia tutta l’area di rigore ma nessuno intercetta.


Lo
zero a zero è il risultato più giusto visto che entrambe le squadre
hanno combattuto molto ma costruito davvero poco. L’Empoli interrompe
la striscia dei 3 ko consecutivi e guadagna un ottimo punticino in
chiave salvezza, la Juve non sfrutta appieno le sconfitte di Fiorentina
e Milan, ma in questa serata opaca anche un punto è oro.


Marco Lamberti

TABELLINO

EMPOLI-JUVENTUS 0-0

DA DATASPORT.it:

Claudio Ranieri non e` certo felice dopo il pareggio esterno ad Empoli e lo ammette. Certo, non sono soddisfatto - dice il tecnico bianconero a Sky - ma
l`Empoli si messa bene in campo e non ci ha permesso di trovare il
varco giusto, portando a casa quello che si era prefissato. Pero`,
visto come e` stata la giornata odierna, meglio un punto che niente`


Sul risultato commenta: `Il
girone di ritorno e` sempre piu` difficile. Vincere e fare bene e`
sempre piu` difficile tra chi non vuole retrocedere e chi vuole entrare
in Champions. Noi siamo venuti a Empoli per vincere, ma non posso
rimproverare nulla ai ragazzi, anche se abbiamo magari sbagliato
l`ultimo passaggio`


Sulla prestazione della sua squadra: `Noi
puntiamo a fare il massimo e dobbiamo avere la mentalita` di non essere
mai soddisfatti. A volte ce la facciamo, a volte no, ma i ragazzi
giocano sempre bene`
.

Infine alla domanda su cosa dire a Mancini, in collegamento con lui, Ranieri chiude dicendo: `Ci vediamo sabato sera`



 
 
 

Post N° 234

Post n°234 pubblicato il 17 Marzo 2008 da slog175

JUVENTUS-NAPOLI 1-0
LA JUVE NON MOLLA MAI!

Video da seriatv

Foto la presse
da capitoloprimo.it:

In
fondo il calcio è un gioco semplice, in cui capita sovente che a
vincere la partita sia la squadra che ci prova con più insistenza. La
Juventus non ha giocato particolarmente bene, ma dal 1° al 90° ha
tentato in tutti i modi di arrivare a quel gol che gli permettesse di
conservare il terzo posto in classifica. Il Napoli, invece, ha giocato
una partita di puro contenimento, non riuscendo quasi mai ad
organizzare delle convincenti azioni di rimessa, che permettessero di
alleggerire la pressione esercitata dai continui attacchi juventini.


Nel primo tempo, dopo un buon inizio dei partenopei, si è assistito ad
un monologo bianconero, che, però, produceva solo alcune punizioni dal
limite dell’aria, battute in malo modo da un Del Piero in una giornata
di scarsa vena balistica. Ad emergere era la mancanza di uomini di
qualità nel centrocampo juventino, dove dominavano muscolari incapaci
di dettare l’ultimo passaggio e dove Tiago continuava ad essere il
fantasma di sempre. Il Napoli si difendeva con ordine, senza riuscire a
ripartire in contropiede, nonostante un volenteroso Calaiò, per la
mancanza di Blasi, l’unico uomo capace di rubare palla in pressing
senza poi regalarla agli avversari, specialità in cui eccelle Gargano.
Inoltre sul lato destro del campo pesava molto l’assenza di Mannini,
anche perché Garics dimostrava di avere una buona corsa, senza però
avere i piedi per assecondarla. Infatti, sul finire del primo tempo,
era proprio l’austriaco, in sospetta posizione di fuorigioco, a
sciupare una favorevolissima occasione a Buffon ormai battuto.


Nella ripresa l’atteggiamento rinunciatario del Napoli si accentuava e
l’inevitabile sconfitta veniva solo ritardata dalla suntuosa
prestazione di Santacroce. L’ex bresciano, partita dopo partita,
sorprende sempre di più, dimostrando un senso dell’anticipo e una
capacità di braccare l’attaccante avversario, che lo rendono un
difensore “vecchio stampo”, come non ne nasce più in Italia da almeno
un decennio. Il c.t. della Nazionale Maggiore sarà bene lo venga a
visionare al più presto, perché potrebbe essere un tassello importante
per il presente oltre che per il futuro dell’Italia. In ogni caso la
crescente pressione juventina non creava particolari occasioni da gol,
tranne un tiro dalla distanza di Tiago ben parato da Giannello. A
decidere l’incontro era però il superiore tasso tecnico della panchina
juventina. Infatti, mentre il Napoli faceva entrare Sosa per un esausto
Calaiò, la Juventus gettava nella mischia un campione del mondo come
Iaquinta. All’87° il bomber juventino si fiondava su una palla messa al
centro dell’area da Del Piero e, eludendo l’intervento di Domizzi con
un numero d’alta scuola, gonfiava la rete con un preciso diagonale.
 


In una partita, dove a brillare non è stato certo il bel gioco, spicca
la prestazione dell’arbitro Andrea Romeo, bravo a non abboccare ai
tentativi juventini di trovare, soprattutto nel primo tempo, un rigore
a compensazione ex post dei due rigori dell’andata. L’unico errore
commesso si è avuto nell’azione del gol juventino quando non ha fermato
il gioco per un fallo su Lavezzi, ma si tratta di un errore veniale,
che si spera non sia usato da nessuno per giustificare la sconfitta.


Claudio Ranieri
, tecnico della Juventus, ha commentato così la
vittoria per 1-0 in casa contro il Napoli di Edy Reja: "Bisogna fare i
conti con gli assenti e con chi stava più in forma. Mi è sembrato il
sistema di gioco più consono contro un avversario che attacca bene gli
spazi. Nel primo tempo c'erano delle difficoltà mentre nel secondo ho
chiesto di cercare più le punte e ho fatto entrare Molinaro e Iaquinta.
Quando devi fare i conti del farmacista, la devi giocare tutti e
novanta minuti. Io sono contento della prova dei ragazzi".




La rivelazione della serata è stato Tiago: "Ha fatto veramente una
buona partita. Si è trovato a suo agio. Ha verticalizzato molti
palloni, ha fatto una grossissima partita ha recuperato palloni, ha
smistato palloni e per me ha fatto una grande gara".




Infine, Ranieri ribadisce quanto detto in conferenza stampa che ha
anticipato l'incontro con il Napoli: "Ho un rapporto stupendo con la
società. Alcuni giornalisti fanno il loro lavoro, e sparano sul
pianista. Quando mi rode mi si legge in faccia. Come faccio a essere
nervoso con una squadra che sta facendo questo campionato? Cosa vuole
di più un allenatore? Se leggi tutti i giornali c'è qualcuno che i
mette non il pelo ma il bastone nell'uovo...ultimamente è cambiata la
musica. Io non me lo spiego. Faccio il mio lavoro. I numeri sono quelli
che contano. Io cerco di fare bene il mio lavoro".


Vincenzo Iaquinta
e` il match-winner nella sfida vinta dalla Juventus sul Napoli. ”Questa e` una vittoria importantissima” racconta alla fine ai microfoni di Sky, ”stiamo facendo un grandissimo campionato e dobbiamo continuare su questa strada, proseguendo con con questa mentalita`”.
Conclude l’attaccante bianconero: ”E’
un gol molto importante. Sono entrato in campo e sono entrato subito in
partita. Purtroppo sto giocando poco, ma va bene cosi`. Quando entro
riesco a dare il mio contributo e sono contentissimo per questo


La classifica


Inter 67
Roma 61
Juventus 54
Fiorentina 50
Milan 46
Sampdoria 42
Udinese 41
Atalanta 37
Palermo 36
Genoa 35
Lazio 34
Napoli 33
Torino 31
Siena 31
Catania 27
Livorno 27
Parma 26
Reggina 25
Empoli 25
Cagliari 21



 
 
 

Post N° 233

Post n°233 pubblicato il 12 Marzo 2008 da slog175

 
 
 

Post N° 232

Post n°232 pubblicato il 12 Marzo 2008 da slog175





Omaggio alla juve con la splendida canzone di Pierangelo Bertoli

 
 
 

JU29RO!




 
 
immagine



 

AREA PERSONALE

 
immagine
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Juppy83orgogliojuvee.maglianofrancesco.ienzialf2246Delta973vincenzoscarpellomarinaleoparditotti790nalism47roberto.zoccaliHelmut1978markel_86theplayer0NumeriPrivati
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
 
immagine
 
immagine
 

TOKYO1985 JUVENTUS CAMPIONE DEL MONDO.



Video by Corsivo http://blog.libero.it/juventus/
 

ROMA 1996,JUVENTUS CAMPIONE D'EUROPA

video by Corsivo
 

5 MAGGIO 2002 JUVENTUS CAMPIONE D'ITALIA



Video di Yuri Riva - postato da Corsivo
 

TOKYO 1996,JUVENTUS CAMPIONE DEL MONDO



video by juvefc1897
 

JUVENTUS PER SEMPRE!




video by Juppy83
 
NOTE LEGALI: L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog(slog175@yahoo.it) che provvederà alla loro pronta rimozione.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom