Creato da out4ever il 08/02/2012
i sentimenti non si sprecano

MONA LISA

   ESEMPI DI SORCAL

 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

NoRiKo564zanzibardgl13surfinia60Aaron_BayleLaReginaDellEstasiout4everpiterx0Bloggernick10ciaobettinasinaicomisteropaganofl.degiovanniannamatrigianoLolieMiu
 

Ultimi commenti

Divorzio docet.
Inviato da: out4ever
il 01/02/2018 alle 15:44
 
La conosci? Dai, scherzo e grazie.
Inviato da: out4ever
il 01/02/2018 alle 15:44
 
Si puo' essere molto soli anche essendo in due! Tanti...
Inviato da: NoRiKo564
il 31/01/2018 alle 17:12
 
bella...
Inviato da: animaqualunque
il 31/01/2018 alle 13:34
 
Po'-co!
Inviato da: out4ever
il 29/01/2018 alle 10:37
 
 

Sciogliete i nodi
altrimenti non potrete
spiegare le vele

*
Gli uomini sono come le banane,
più passa il tempo e meno sono duri

*

 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

barnum

Post n°467 pubblicato il 24 Maggio 2018 da out4ever
 
Tag: ridere
Foto di out4ever

Degli italioti non mi stupisco, siamo riusciti a digerire un duce di me*da agli inizi del '900 quindi tutto è possibile, anche un'accozzaglia di sventurati che hanno trovato nella politica il modo per sbarcare [12mila euro mensili per quelli che berciavano "contro"] il lunario: onore a loro e scherno per i pirla che li hanno votati.

Adesso ci sorbiremo signori messi nella casella mancante da chi per anni ha sparato vaffa&vergogna contro il toscano di turno per non esser stato scelto dal "popolo" ma messo lì senza nemmeno il voto della madre.

No, un momento, e questo? Per loro il vaffa&vergogna non vale, ai comandanti del popolo dei forconi tutto è permesso: soprattutto il ridicolo.

***

Dopo il presunto golpe dei cattivoni [ipoteriforti] e quell'infame vaccata dell'impiccement [lo scrivo così per gli allegriignoranti che hanno intasato gugle cercandone il significato] ecco che devo assistere ai sorrisi dei poverimabuoni che trionfano sul male istituzionale [leggetevi la Costituzione, balenghi].

Siamo alle prime puntate dello spettacolo circense, il vicepresidente di due vicepresidenti [solo i mentecatti non hanno capito che il capobanda sia il barbone ligure] chiede il permesso di profferire un pensiero personale ed è subito zittito dal vicecapo-suocapo:

durante la diretta tv sulla fiducia, il premier chiede il permesso per poter leggere un passaggio del discorso al vice premier luigino: "Posso dire che...?", secca replica di Di Maio che lo gela con un "no".

"...posso dire che?"

Finalmente un capopopolo eletto [ah no, non ha voti se non quello della devozione ai suoi pupari] che dice e pensa ciò che vuole nel nome dell'itaglia [date le note capacità grammaticali dell'interlocutore], guardate il video e gioite, la democrazzia trionfa sugli scranni della romaladrona [oggi prodiga mamma allattante] , il grumo di festanti forcaioli danza nelle piazze aspettando la pioggia assistenzialista, gli evasoriextalusso bramano la flat-tax per cambiare la desueta Bentley e sghignazzano guardando quei pezzenti che, credendo ai balocchi, li aiuteranno ad aumentare gli zeri dei propri conti esteri mortificando i conti italici.

Tanto già si sa, gli ebetiforcaioli rimpingueranno il bilancio nazionale con tasse stratosferiche che purtroppo i futuri governiveri dovranno imporre dando vita al nuovo valzer di vaffa populisti.

Itaglia: il paese dei cachi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

flames

Post n°466 pubblicato il 26 Aprile 2018 da out4ever
 

under construction

Siamo eternamente così, in costruzione, gli eventi avvolgono le nostre vite creando reazioni a catena cui dobbiamo far fronte, passo dopo passo.

Mentre cammini ti guardo e penso al tuo profumo di pesca, mi vien voglia di fragola e pere, so che sei una macedonia letale ma non m'importa, finirò flambé...

...chissené.

*per ora queste frasi le penso, magari troverò pure a chi dirle*

guetta&sia

 

"One foot in front of the other babe
One breath leads to another yeah
Just keep moving, oh
...
Don't stop, tomorrow's another day
Don't stop, tomorrow you'll feel no pain
Just keep moving, oh
Don't stop the past'll trip you up
You know, right now's gotta be enough
Just keep moving
Go, go, go..."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

polvere

Post n°465 pubblicato il 12 Aprile 2018 da out4ever
 

Così, per gioco, lei cerca e trova [impicciona inside] una mia ex di cui aveva sentito parlare ed ecco che mi invia foto-profilo con tanto di sede di lavoro: medico dalle sue parti.
Tempo prima aveva scovato i video della pianista, mentre ci penso ecco in tivvù la miticaesse, neodeputato: gli occhi della mente le vedono identiche ad allora.

Tossisco, sarà la polvere dei ricordi che m'è entrata in gola...

...e tu resti una splendida impicciona.

"...For worst or for better
Gonna give it to you
In capital letters..."

capital letters - hailee steinsfeld

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

tiavreivolutodire

Post n°464 pubblicato il 31 Marzo 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

 Ci sono persone che passano il tempo cercando
    d'ascoltare il fruscio della puntina sul vinile
perdendosi la musica.

La vita è questione d'armonia.
Non d'armi.

federica carta

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

segui il tuo cuore

Post n°463 pubblicato il 15 Marzo 2018 da out4ever
 

Cercatelo.
Affittatelo.
Guardatelo.

Seguite il mio consiglio, senza leggere trame e critiche, rubate meno di due ore al vostro mondo ed immergetevi in queste immagini: retorica forse, romanticherie da baraccone dei dolciumi ma questi sono i sentimenti che ritengo degni di tal nome non le minchiate sparpagliate dei mille "ti amo" che senti farfugliare ogni 3 mesi a/da persone differenti.
 
Gli affetti si vivono senza tante strombazzature e men che meno piagnistei tarocchi. Credo.

Lui è Zac Efron, indiscutibilmente un bel ragazzo.
Lei è Amanda Crew, non bellissima ma davvero carina.

Buon vento a tutti.

 "Fidati del tuo cuore se il mare s'incendia e vivi l'amore anche se le stelle tornano indietro"[Trust your heart if the seas catch fire and live by love though the stars walk backward]

   "Ho vissuto una vita intensa"
    [I've lived a full life]

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

lelucidellacittà

Post n°462 pubblicato il 01 Marzo 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

Fioca è la luce che cade dai lampioni in questa notte strana.
Fiocca dal cielo l'acqua soffice che si posa sul tuo splendido viso: ridi, ridi come spesso fai, non con i denti ma con gli occhi.
Felice lo sei, sarà un attimo o poco più ma lo sei, trametti sensazioni quasi fossi il Marconi dei sentimenti e forse -dicoforse- accenderò il ponte radio per captare qualcosa.

In fondo è una notte strana.

"...salto nel vuoto, vieni con me..."

coez

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la prima volta

Post n°461 pubblicato il 07 Febbraio 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

Quella per antonomasia si perde nel secolo scorso, una notte d'estate in cui Manu decise che mi voleva, povero quattordicenne implume fagocitato da una maturanda molto hard che, da allora, rese tale pure me.
Hard intendo perchè maturando lo sono ancora inside.

Qui vorrei parlare non tanto della "primavoltatecnica" ma delle mille primevolte che ognuno vive quando incontra un nuovo partner, quando si scoprono di lei/lui non solo lembi&lombi ma soprattutto meningi&sangue, quando ne scopri il colore [mi piace rosso vivo] ed il calore, quando labbra e lingua si fondono per fondersi.

Ogni tanto ripenso alle mie primevolte e sempre socchiudo gli occhi, spesso sospirando, perchè come a volte ho scritto e pensato, in realtà la veraprimavolta ancora non l'ho vissuta.

Parlo della primavolta che sarà anche l'ultima.

negramaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

colori&promesse

Post n°460 pubblicato il 02 Febbraio 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

A volte perfino le verità diventano bugie.

Sarà il carnevale,
almeno quelle bugie le ingoierò.

Heart beats fast
Colors and promises
How to be brave?

christina perry

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

solo per un po'

Post n°459 pubblicato il 27 Gennaio 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

Ci penso, nel senso che a noi penso.

Ed al perché sia sceso dal vagone in corsa ché poi il mio era piuttosto lento, facile scendere senza ferite se non quelle, presunte, del rimpianto.

Nessun pianto, anche se i tuoi occhi diventano splendidi non di lacrime li voglio vedere colmi ma di gioia, quella che ero certo non t'avrei dato se non

solo per un po'

Ormai sono sceso e starò così.
Solo.
Per un po'.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

pianeti

Post n°458 pubblicato il 19 Gennaio 2018 da out4ever
 
Tag: canzoni

Io ti aspetto...

...ma tra un po' sarò decrepito.

Nel caso cercami sotto quella lapide, sarò l'ultimo.
Eravamo ad un passo da perderci
e ci siamo riusciti.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

dj

Post n°457 pubblicato il 13 Gennaio 2018 da out4ever

Lo ero milioni d'anni or sono, per gioco e per interesse dato che il ruolo alle ragazze piaceva molto [ed a me molto piacevano loro] quindi parte di quella specie di "talento" nello scegliere tracklist coordinate è rimasto tanto che oggi il Picchio ne ha consacrato il valore.

Mentre sfodero prodezze culinarie accendo spotify, cello collegato via Bluetooth allo stereo della stamberga e via di playlist: arriva misterfigo, mi chiede prima un paio di titoli e poi il nome della lista, ci siamo, rispondo che è farina del mio sacco.

Il giovinastro ha un lampo d'incredula ammirazione ed il vecchio padre torna ai fornelli impettito come il tacchino nel forno.

Un bel fine settimana.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

favorisca

Post n°456 pubblicato il 08 Gennaio 2018 da out4ever
 

"Non riesco più a ricordare com’ero prima d'incontrare te"

Questo vorrei scrivere, anzi vorrei provarlo almeno una volta ed invece c'è arrivato prima quella gran fucina di bigliettini della Perugina, alias ilbisottinazionale.

Poi ci penso meglio, rileggo e mi chiedo se amare debba per forza portare all'oblio ed al non riconoscere il self quasi stessimo parlano di malattie autoimmuni.

Non avrà esagerato con lo zucchero dell'ovvio?

Riflettendo vorrei il contrario invece: vorrei proprio ricordare com'io fossi un tempo [pregasi notare la consecutio ardita] per maggiormente apprezzare il cambiamento [si spera in meglio] che la dolce pulzella in me avrebbe indotto.

favorisca i sentimenti - fedez*

*dopo la paccottiglia varia il brano inizia al minuto 1.45

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

fino all'imbrunire

Post n°455 pubblicato il 30 Dicembre 2017 da out4ever
 

Nel video appaiono ragazzini a bordo di un autobus ed ecco che ritorno al passato: decine d'anni e centinaia di chilometri, una fredda sera di primavera si rientra dalla pizzata con i compagni di gita.

Ci siamo guardati per giorni, parlati poco ma ho sempre cercato d'averla vicina e lei...lei pareva contenta: due pirla al prezzo di uno.
Nel procedere verso il bus che ci avrebbe riportati in albergo eccola di nuovo accanto, è infreddolita da quella bruma fetente, d'istinto mi tolgo il cappotto e le avvolgo le spalle: si volta sorpresa, un'espressione disarmante per bellezza e dolcezza, mi sorride e si accosta ancora.
Così fino ai gradini, saliamo, nella calca scalmanata mi precede, ho un paio di puzzolenti bipedi davanti e smoccolo in silenzio per l'occasione sfumata, ormai sarà seduta con l'amica...eccola, la guardo...un cenno con la mano sul sedile vuoto ed il paradiso mi pare esistere.

Il viaggio sarà di una mezz'ora almeno, lei si accoccola offrendo metà del mio cappotto come coperta, i suoi capelli lunghi sul mio braccio mentre la mia testa vola chissà dove.
Forse dove sei ora, Nadia.

L'ho baciata mesi più tardi, troppo tardi, alla fine della scuola e poi...poi sarei partito: anni dopo l'amica mi disse che lamianadia era innamorata persa di me, di un cretino cui piaceva un sacco per quel taglio d'occhi strano e quelle labbra che sapevano di fragola.

Oggi mi dicono che voglio solo tette&culi, forse è vero o forse voglio solo ciò che offrono perchè di cuoriveri ne ho visti pochi tra i milletiamo del cazzo.

negramaro

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

piccola anima

Post n°454 pubblicato il 27 Dicembre 2017 da out4ever
 

Il segreto del successo è non cianciare, promettere, infagottare castelli, basta vivere ogni giorno nel modo più decente possibile.

Eppure in poche lo comprendono.

"...dicono che non c'è niente di più fragile di una promessa
ed io non te ne farò nemmeno una..."

ermal meta ft elisa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

come neve

Post n°453 pubblicato il 23 Dicembre 2017 da out4ever
 

Ghiaccio, a volte questo vedono in me eppure basterebbe poco, non serve un vulcano di fuoco ma solo il calore dato nel modo giusto.

Giusto per me.

Ho sempre pensato che solo il cuore non bastasse, mi ci vuole il fisico per completare il tutto e da esso parto quasi sempre: superficiale? Per un pirla che legge senza pensare la risposta sarebbe si, chi osserva i bit [e gli occhi] capisce il vero senso, senso non di solo sesso.

Tempo addietro le scrissi che il desiderio mi faceva male, un dolore vero che Federica* non avrebbe lenito ma acuito, non riusciva a comprendere parole astruse, ieri mi ha messaggiato: "Hai ragione, il desiderio fa male".

E senti un brivido.

Come neve: fredda e lieve.

giorgia&mengoni

"...perchè quello che sono l'ho imparato da te..."

Da Voi.
Buon Natale.


*la mano amica

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

nomi

Post n°452 pubblicato il 14 Dicembre 2017 da out4ever

Mi frulla nella crapa vuota la pazza idea di scrivere e descrivere alcune delle compagne di sventura incrociate, con tanto di nomi [e non cognomi]. Tempo addietro ne avevo fatto cenno perché è un desiderio represso da molto, ora riesco a sedarlo a fatica, dovrò agire ma mi trattengono due dubbi: non voglio passare per ilcoglionedabar che si vanta di chissà che e non vorrei offendere o complicare situazioni di qualcuna che ancora legge.

Vedrò.

Certamente scriverò della cassamortara che insisteva nel volermi sposare dimenticandosi del marito che aveva nel letto: qui morì in senso mediatico fingendo un suicidio, da cui il meritato titolo de "la sudicia". Gran donna, come alcune altre.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

irraggiungibile

Post n°451 pubblicato il 11 Dicembre 2017 da out4ever
 

Tale sono stato apostrofato a volte ed in alcune occasioni ho ritenuto lo fosse la pulzella di turno quando -per i miei gusti- la ritenevo troppo figadilegno per meritare attenzioni pur piacendomi.

Di per sè non credo sia titolo di merito l'inaccessibilità, sicuramente rende l'eventuale conquista -se così può definirsi- più apprezzabile rispetto a mortidifiga o bastacherespiri ma è pur vero che con ciò ci si precluda occasioni forse ghiotte.

Non è un atteggiamento costruito, è proprio un modus vivendi che spesso impedisce il coeundi...machissenesbatte.

Ci si ritrova come pianeti le cui orbite si sfiorano senza intersecarsi, l'incrocio potrebbe esser fatale, creare attriti distruttivi oppure il finale Big Bang [o big ben come sento dire da coltissimi dicitori che odiano i politici e votano i minchioni]: un'esplosiva fine che darebbe il via all'inizio di tutto, a quell' Amore di cui ciancio fino alle risate prendendo sberleffi ed improperi perchè -stanto alle doppiaics- io sarei un visionario fiabesco, uno che vuole l'impossibile.

E torna irraggiungibile.

Il vantaggio d'esser genitore di ventenni è il continuo effluvio di stimoli ed informazioni da figli e relativi amici, mi ritrovo a canticchiare non già Modugno o Vivaldi ma questi strimpellari odierni cui attribuisco il merito di testi a volte spettacolari sgolati a velocità incredibili.

shade ft federica carta

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la musica non c'è

Post n°450 pubblicato il 09 Novembre 2017 da out4ever
 

Ci hanno sempre descritti come "la bella coppia", da anni, in ogni locale in cui ci trovassimo incontrando amici e conoscenti sempre la medesima litania ed inutile spiegare che fossimo solo amici.

Niente da fare.

Da qualche mese si è passati allo step successivo: si rivolgono a lei dicendo "suo marito..." e ieri, proprio ieri, stavamo scegliendo occhiali da orbi quando il commesso spiffera l'ennesimo "a suo marito consiglierei questi".

Mi è venuto in mente questo brano, nel video scelgono occhiali e lei è pure somigliante, in ogni caso dovrò mettermi un cartello al collo del tipo

"on sale".

coez

"...c'è troppa luce dentro la stanza..."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

i passi dell'amore

Post n°449 pubblicato il 02 Ottobre 2017 da out4ever
 

L'amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso... L'amore non è mai presuntuoso o pieno di sé, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore. L'amore non prova soddisfazione per i peccati degli altri ma si delizia della verità. È sempre pronto a scusare, a dare fiducia, a sperare ed a resistere a qualsiasi tempesta.

- Ma se esiste un potere soprannaturale, perché non riesce a farti avere un maglione nuovo?

- Perchè è troppo occupato a cercare il tuo cervello.

 dal film "I Passi dell'Amore" 

 

Tratto dal libro omonimo,attraverso un lungo flash-back Nicholas Sparks racconta la storia di Landon Carter, un adolescente giovane, bello, ma piuttosto ribelle per l'America degli anni Cinquanta. In bilico tra l'assenza di un padre mai conosciuto davvero e gli scambi di battute con compagnie poco prestigiose,Landon si vede costretto a frequentare il corso di teatro, dove incontra Jamie Sullivan, la figlia del reverendo, una ragazza dolce e sensibile ma soprattutto diversa: sempre desiderosa di aiutare il prossimo, spesso immersa nella lettura della Bibbia. Il ballo di inzio anno si avvicina ma Landon non ha trovato nessuna ragazza disposta ad accompagnarlo, così si rivolge a Jamie che accetta a patto che lui non s'innamori di lei.I due iniziano, così, a frequentarsi, seppure Landon non provi nessun sentimento nei confronti della giovane. Le prove a teatro si fanno sempre più numerose e il giorno della prima lo spettacolo riscuote un successo inaudito, mentre Landon sembra notare per la prima volta l'angelica bellezza di Jamie. Da qui in poi avviene l'inevitabile: il giovane Carter si innamora della ragazza docile e matura e per quanto assurdo possa sembrare, lei ricambia il suo sentimento. I due vivono una meravigliosa storia d'amore interrotta...

[fonte wikipedia]

Le prime frasi sono l'esatto mio "credo" maturato in anni di vita, se le avessi conosciute e comprese da ventenne non mi sarei sposato perchè palesemente sapevo di non esser innamorato, credevo però fosse la donna giusta per altri motivi.

Il tempo, è il tempo ad avermi fatto capire ed ora la mia scelta di vita è divenuta scontata ai miei occhi quanto incredibile agli occhi di chi non si capaciterà mai: l'Amore dev'esser rispettato e qualcosa ai figli va tramandato, non certo vomitevoli storie di corna ed amplessi rubati.

Non sono un ladro.

Con questo mare di fesserie mi sono ritrovato a fare ghirigori sulla sabbia bagnata, è un vizio-vezzo che ho da bambino, disegno o scrivo su ogni cosa abbia a tiro, preferibilmente sono auto o moto: roba da analisi ma spero -nel caso- non mi capiti la pissicologa che ho per amica perchè...come dire...mi sono rotto le balle di farle sedute gratuite.

Le mie dita affondano su quei freddi granelli, ne esce un volto storpio ed irriconoscibile eppure ci vedo lei...cazzo...l'inconscio lavora anche con la salsedine nella canappia ed il prodotto mi fa sorridere sia perchè la mia fantasia è davvero pericolosa sia perchè gli automatismi mi portano a momenti bellissimi.
Sento un respiro.
Volto il capo e mi ritrovo sugli occhi un naso grosso ed umidiccio, un cane di nonsocherazza mi osserva curioso, la linguazza penzola...non ho paura seppur sorpreso, ho avuto qualche micio [per me imbattibili] ed un solo cagnone -da piccino- un pastore tedesco femmina di una dolcezza disarmante.
La padrona richiama Leopoldo, lui si ritrae di poco, gli porgo la mano ed alza lo zampone anteriore *educato il tipo* rido...abbaia...anche lei ride: è proprio vero che si usino i cani come i bimbi per cuccare.

Sicuramente meglio del silicio ma dalvivo c'è sempre il rischio del sopravvento del fisico sul mentale, se una è gnocca va a finire che mi faccio portar via come un pacchetto di caramelle solo per quel motivo mentre se non la vedo...cazzarola...prima c'è tutto un lavorìo di crapa che intriga.

Il problema è che a volte trovi quella fusa...avrà lavorato di crapa così tanto d'averla fritta.

magari - zero

Sono passati anni, nessuna "lei" mi ritrovo a disegnare sulla sabbia eppure riscriverei ogni riga di ogni mia storia perchè penso che senza loro non sarei ciò che sono nè sarei in grado -altrimenti- di "riconoscere" quella che verrà.

E che prima o poi sarà anche quella giusta.

Per me.
Per noi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

runnin'

Post n°448 pubblicato il 21 Settembre 2017 da out4ever
 

Sospesi.

Così a volte sembriamo, immersi nell'ovatta del vivere che ci rende mezzi automi e mezzi fantasmi, nascosti nei meandri del silicio ad urlare rabbie ed insoddisfazioni.

In un mondo sottosopra ho sempre pensato che fosse molto difficile incontrare chi sappia farti girare la testa, in senso anche letterale, per vedere ciò che non sai, capire ciò che non vuoi: lei corre in superficie, io sul fondo immersi nell'apnea degli impicci quotidiani.

Difficile, non impossibile.

A volte ci fermiamo: un analcolico, la musica, sorrisi e magari parole ma... l'apnea resta, si torna a correre immersi nell'aria dei nostri pensieri o nell'acqua salata, tra flutti o flute, tette o letti, culi o boli...difficili da mandare giù.

Di una cosa sono certo: chi scappa da se stesso/a non troverà mai nessuno.

"Runnin', runnin', runnin', runnin'
Runnin', runnin', runnin'
Ain't runnin' from myself no more
Together we'll win it all"

runnin' (lose it all) - naughtyboy beyoncè benjamin

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »