Creato da ciaolaura il 25/03/2010

PEYTON BEACH

ET IN ARCADIA EGO

 

 

Fase 2 - Non sarà un'avventura

Post n°452 pubblicato il 13 Settembre 2015 da ciaolaura

Si passa quindi ad una fase successiva del rapporto. Lui si dà una regolata quanto alla gelosia, io mi sento meno in colpa a fare cose per cui la colpa non dovrebbe minimamente esistere (tipo andare a ballare con le amiche, cosa che lo riempiva di ansia nonostante succedesse 4 volte l'anno) ma che comunque non avevo del tutto abbandonato. Lui inizia a cercare seriamente lavoro in zona: centinaia di curricula inviati, con poco riscontro pero', e sicuramente non per colpa sua nè delle sue competenze. La crisi c'e'. Il lavoro pure, ma con la scusa della crisi offrono stipendi da fame, e il gioco non vale la candela. Nel frattempo giriamo agenzie immobiliari per cercare un appartamento piu' grande, ma il fatto che lui debba pagare un affitto in un'altra zona non aiuta.

Il periodo è da tranquilla coppia collaudata: usciamo spesso, facciamo le vacanze assieme, abbiamo uno stile di vita molto piacevole, lo ammetto. Quanto al sesso beh....niente fuochi e fiamme, e per colpa mia. Dopo l'overdose di gelosia+passione iniziale, dopo frecciate e frecciatine sul mio passato che lui considera "peccaminoso" (che probabilmente il 90% delle teenager di oggi hanno già superato in quanto trasgressione) io mi sono un po' spenta. Cioè, guardando bene si faceva tutto e si faceva con una frequenza che farebbe invidia a moltissime altre coppie ma senza troppo slancio. E li' è colpa mia, ripeto.

Quanto a progetti matrimoniali o di riproduzione nonostante la distanza non fosse poi così tanta per lui 'prima la casa,poi la convivenza a tempo pieno, poi si vedrà'. Io, che sono quella razionale e materialista come dice lui, avrei preferito un pò di sano slancio (che poi con 2 buoni lavori regolari e quasi 40 anni di età non è che richiedesse tutta sta spavalderia).

Ma vabbè, intanto si va ai matrimoni degli altri e arriva pure un discreto brillocco senza proposta.

 

 

 

 
 
 

Fase 1 - Tango della gelosia

Post n°451 pubblicato il 09 Settembre 2015 da ciaolaura

Conobbi il mio ormai ex fidanzato alla fine del 2010, quando mi stavo saltuariamente frequentando con un altro. In pochissime settimane e con non poche tragedie da parte sua che dopo un giorno aveva già portato lo spazzolino da me iniziammo una frequentazione SERIA ed ESCLUSIVA. Lo sottolineo perchè erano anni che non mi capitava.
Quindi tutto alla luce del sole, si informano spasimanti e possessori occasionali del mio numero di cellulare che non sono piu' sul mercato, ci si vede tutti i weekend (abitava a 200 km di distanza) e comincia la girandola di presentazioni ufficiali ad amici e parenti.
Super mega passione, super mega gelosia...da parte sua. Retroattiva, cioè la piu' inutile e dannosa (anche perchè ammettiamolo, io con gli ex ho un rapporto di amore proprio per il fatto che non sono piu' nella mia vita e in ogni caso vivono ad una media di 15 ore di volo dall'Italia). Ma anche gelosia sul presente, sul futuro, sui pensieri, sulle amicizie, sulle abitudini.
Di tutto un po'. Io un po' provo a capirlo, perchè all'inizio non ci si conosce e tutto sembra una minaccia. Provo a smussare gli angoli, per venirsi incontro...in fondo si fa cosi'.
D'altra parte il calore, l'affetto, la sicurezza di una relazione normale mi arricchiva molto. Facevamo un sacco di cose insieme tra cui trombare come ricci.
Mentre pero' io smussavo i miei angoli lui non faceva altrettanto e la gelosia continuava imperterrita. A volte con scenate, a volte con esami minuzioni del cellulare, a volte con battutine e frecciatine fastidiose su cosa mai facessi in sua assenza, presenza, sul modo di vestire (!!)
Il tutto alternato con abilità a tanto tanto ammmmore e serietà e sicurezza.
Ma dopo due anni, ammettiamolo, mi ero rotta il cazzo.
Dopo averne parlato piu' e piu' volte, alla fine arriviamo al primo momento di vera crisi, in cui ci si ferma e si capisce dove andare (erano passati già 2 anni). Io ero abbastanza stremata dalla gelosia, e un po' delusa dalla mancanza di progetti concreti, per cui si temporeggiava causa distanza. Parlandone abbiamo deciso di andare avanti, lui si è impegnato a darsi una calmata e a cercare seriamente lavoro nella mia zona, dato che anche lui è originario di qui e non voleva in nessun modo restare dov'era.
E si passa poi alla fase successiva.

 
 
 

A volte ritornano

Post n°450 pubblicato il 09 Settembre 2015 da ciaolaura

Ciao a tutti, torno dopo moltissimi mesi di silenzio su queste sudate (si fa per dire) pagine (si fa per dire).

Il vari fattori che hanno determinato la mia assenza sono in ordine sparso: poca voglia, pc di casa inservibile, mancanza di tempo di cazzeggio al lavoro, mancanza di argomenti abbastanza stimolanti da farmi venir voglia di comunicarli al mondo.

Ora tempo ne ho sempre poco, il pc di casa fa ancora schifo ma è successa una cosa che nel mio mondo almeno mi sta destabilizzando: il mio ritorno alla zitellaggine.

Dopo 4 anni e 8 mesi di onorato fidanzamento è ora anche per me di cambiare lo status su facebook.

Come tutte le storie lunghe, anche la mia ha avuto diverse fasi e cosi'....un po' per psicoanalisi un po' per cazzeggio le voglio suddividere in un paio di post.

Spero di non essere noiosa (banale sicuramente).

 
 
 

And the livin is easy

Post n°449 pubblicato il 11 Giugno 2014 da ciaolaura

In ufficio oggi siamo tutte colorate: io ho un vestito verde, una mia collega ha la tuta azzurra, un'altra un classico tubino con collana di turchesi...trucco leggero, orecchini che fanno allegria, tenuta un po' vacanziera, capelli raccolti con le penne; la voglia di lavorare è sotto la media, il polase sulla scrivania, in pausa pranzo si mangia un gelato e i desktop sono pieni di foto di spiagge.

 

E' estate, finalmente.

 

 
 
 

BILANCIO CONSUNTIVO 2013

Post n°448 pubblicato il 08 Gennaio 2014 da ciaolaura

Per fare un bilancio dell'anno appena passato, bisogna partire dagli albori, e cioè dall'ora 00.01, quando durante la noiosissima festa di capodanno a cui sono stata costretta a partecipare mi auguravo, dopo un 2012 abbastanza piatto-grigio-piatto, un 2013 pieno di sorprese. Belle.

A posteriori oggi posso dire che il 2013 è stato anche piu' piatto e piu' grigio del 2012. Nessuna novità, nè avvenuta nè in cantiere, nessun cambiamento, nessun avvenimento particolare. Vacanze di per sè carine per essere al risparmio, senza infamia e senza lode dato che non erano esattamente quello che desideravo. Amiche buone, quelle si'. L'amore c'e', anche se con qualche rottura di palle di troppo. Il lavoro c'e' ancora e di questi tempi...., anche se la qualità dello stesso è notevolmente peggiorata. Persino il compleanno è stato cosi' cosi': bello tutto eh, ma nessuna di quelle sorprese stupide che ti fanno brillare gli occhi. Nessuna chiamata cosi' bella e inaspettata da far battere il cuore.

Non mi sento di dire che è stato un anno horribilis, perchè ho mantenuto quello che avevo, e di questi tempi è già molto. E' che onestamente mi aspettavo di piu', mi aspettavo di meglio. Ed è questa aspettativa disattesa a lasciarmi un po' di amaro in bocca.

Ed è un'altra cosa: che alle 00.01 del 1^ gennaio, durante una cena di Capodanno molto piu' ristretta e divertente dell'anno precendente non ho avuto il coraggio di chiedere di nuovo sorprese, di chiedere di piu'. Perchè ho paura, vedendo attorno a me discreti margini di peggioramento.

Quindi si', se c'e' qualcosa di buono ben venga. Saro' pronta ad apprezzarlo, a sorprendermi, a sorridere. Ma va bene anche cosi'.

Ed è la cosa peggiore del 2013: che mi ha messo persino la paura di desiderare.

2014 per favore, non farci troppo male.

 

Buon anno a tutti!!

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Frida1508cassetta2solfamyciaolauraelledi80bluediselrolveronapit1961diegoflyninfapatriziaheadleygrangeje_est_un_autreNastri.di.Setapsicologiaforense
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom