Per tutti quelli di Roma

Post n°116 pubblicato il 04 Aprile 2009 da ilfotografodeisogni

A seguito della scomparsa di mia madre e di mio padre tra gennaio e marzo, mi trovo senza il sostegno economico della pensione e quindi solo con un lavoro par time di mattina non sufficente per la mia sopravvivenza, chiedo quindi l'aiuto di tutti, a quelli interessati manderò il mio curriculum

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Beati voi

Post n°115 pubblicato il 29 Marzo 2009 da ilfotografodeisogni

Beato chi scopre nei miei occhi

il bisogno di una carezza

Beato chi capisce

il perché delle mie lacrime

Beato chi non si stanca

di ascoltare i miei lamenti

Beato chi mi sostiene

con la sua amicizia

Beato chi mi aiuta a gustare

la gioia delle cose semplici

Beato chi mi ritiene degno

di custodire i suoi segreti

Beato chi non mi dice “ addio “

Ma fa una promessa “ arrivederci “

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Completezza, vuoto

Post n°114 pubblicato il 28 Febbraio 2009 da ilfotografodeisogni

Dai giorni magnetici
si giunge al distacco dell'impazienza.
Coppie all'improvviso mute
e senza coppa.
Dov'è l'errore?
Cos'è amore se non può durare?
L'amore maturo è paziente, altruista,
generoso e indulgente.
Alcuni saggi hanno allontanato l'amore romantico.
Ognuno di noi va incontro ad un destino individuale.
Se siamo fatti per amare,
ne diverremo consapevoli.
L'altro è divino e la divinità dimora nell'altro.
L'amore restituisce bellezza,
unità e completezza.
L'unità si rivela nell'unione.
Attendere il calo:
accoglierlo.
Fisiologica è la consumazione
della candela.
La luce, resta.
Privo del lato maschile,
il lato femminile non ha
catalizzatore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Le occasioni

Post n°113 pubblicato il 05 Gennaio 2009 da ilfotografodeisogni

Prova a immaginarlo. Ma forse non devi nemmeno immaginarlo. Forse ci sei stato anche tu. E' il momento in cui si aprono i saldi di fine stagione. Ho letto la notizia su internet, in un quotidiano italiano - era ancora buio e un mucchio di gente già si accalcava di fronte alle porte di un grande magazzino, aspettando ansiosamente di entrare. Sono quei giorni nei quali i negozi ti fanno spendere gli ultimi soldi che ti sono rimasti dopo le ferie "abbassando" furbescamente i prezzi - prima di consumarti i soldi della tredicesima negli acquisti di Natale. Ma nei saldi di fine stagione devi muoverti in fretta, se vuoi accaparrarti i pezzi migliori. Quest'anno, scriveva quel quotidiano, la calca della gente era così grande che ci sono stati persino dei feriti quando hanno aperto le porte di un negozio. E una volta che sei entrato nel negozio sai bene cosa devi fare. Non perdere inutilmente il tempo. Non fermarti a chiacchierare. Ma cercare intensamente le tra le offerte in vendita e
comprarle fin che ne hai l'opportunità.

Cerca aggressivamente le opportunità migliori, perché non hai molto tempo a disposizione prima che ti vengano portate via. Non è solo il modo di fare quando entri in un negozio coi saldi di fine stagione. E' soprattutto il modo di vivere del discepolo di Gesù. Non solo non devi perdere inutilmente il tuo tempo o chiacchierare vanamente mentre percorri i giorni della tua vita, ma devi investire il tempo a disposizione nella maniera migliore, farlo valere - la tua deve essere una vita che fa la differenza.

E' Dio che ti dice di vivere con il senso dell'urgenza e dell'intensità, nel Suo manuale per la vita, che è la Bibbia. In Efesini 5, 15-16 sta scritto: «Vigilate dunque attentamente sulla vostra condotta, comportandovi non da stolti, ma da uomini saggi...» E poi Dio ti dice cosa vuol dire comportarsi da uomini saggi: «...profittando del tempo presente, perché i giorni sono cattivi». Nel testo originale greco la parola «profittando» suggerisce l'idea di uno che non si lascia scappare nessuna occasione, di uno che prende la palla al balzo su tutto. Insomma, uno che approfitta di ogni circostanza pur di parlare di Gesù Cristo.

Verso la fine di questa lettera che Paolo probabilmente ha scritto mentre era rinchiuso in una cella, quasi certamente anche incatenato e costantemente vigilato da guardie, l'apostolo ci da un esempio vissuto personalmente di che cosa significhi vivere una vita che fa la differenza. Egli scrive: «Pregate [...] anche per me, perché quando apro la bocca mi sia data una parola franca, per far conoscere il mistero del vangelo, del quale sono ambasciatore in catene, e io possa annunziarlo con franchezza come è mio dovere» (Efesini 6,18-20). Da un'altra lettera di Paolo sappiamo che c'erano dei cristiani nella cerchia dei servi dell'imperatore di Roma; quasi sicuramente erano alcuni di quei soldati con i quali Paolo era obbligato a passare tutto il suo tempo. Paolo ha considerato il suo imprigionamento non come una disgrazia, ma come una opportunità per parlare di Gesù a delle persone altrimenti difficilmente raggiungibili dall'annuncio. Una volta, un confratello che cammina spedito sulla
via della santità, mi ha detto: "Anche se mi mettessero in prigione per debiti non pagati, non mi preoccupo. Anche in prigione posso fare il prete!" Per chi ama Gesù tutte le occasioni sono buone.

La vita è piena di opportunità di annunciare Gesù, per chi ha occhi per vederle - per chi ha capito che dobbiamo cercarcele queste opportunità, dovunque si presentino. Quando una persona si ammala e deve ricoverarsi, c'è una ragione dietro a tutto questo - in quell'ospedale deve essere una traccia che porta a Gesù Cristo. Ma non si va all'ospedale per stare bene di nuovo? No. Non solo. Dio ha permesso che tu fossi là per darti la possibilità di parlare di Lui. Ho conosciuto dei papà e delle mamme di famiglia, con malattie terminali, che quando li andavo a trovare ne uscivo io, prete, incoraggiato e rincuorato.

Se davvero vuoi che la tua vita faccia la differenza, se vuoi che tutti quelli che incontri siano in Paradiso con te, se ami Gesù sul serio, prega lo Spirito Santo ogni mattina perché ti apra gli occhi sulle opportunità che hai di annunciare Gesù. E poi cercale, quelle opportunità. Afferrale subito come quando vedi uno splendido saldo di fine stagione.

Quando qualcuno ti racconta un suo problema o una sua necessità, non limitarti a promettergli: "Pregherò per te". Chiedigli se puoi pregare con lui, in quel momento, per il suo problema. E nella preghiera pronuncia esplicitamente il suo nome. C'è la grande probabilità che in vita sua mai abbia udito una preghiera con dentro il suo nome! Non mi è mai capitato che qualcuno abbia rifiutato la mia offerta di pregare insieme con lui. E se Dio ti ha aperto quella porta, dopo che hai pregato, raccontagli del tuo rapporto con Gesù - la differenza che Lui ha fatto in una particolare situazione o in un momento della tua vita.

Cercale quelle opportunità. Prega per quelle opportunità. Afferrale quelle opportunità. Perché? Perché Dio ha messo quelle persone nella tua vita in modo che abbiano l'occasione di sentire parlare di Lui - perché anche loro possano conoscere e amare Gesù. Non perdere questa occasione!

www.incontriconlaparola.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Bridge over trouble water

Post n°112 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da ilfotografodeisogni

When youre weary, feeling small,
When tears are in your eyes, I will dry them all;
Im on your side. when times get rough
And friends just cant be found,
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.

When youre down and out,
When youre on the street,
When evening falls so hard
I will comfort you.
Ill take your part.
When darkness comes
And pains is all around,
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.

Sail on silvergirl,
Sail on by.
Your time has come to shine.
All your dreams are on their way.
See how they shine.
If you need a friend
Im sailing right behind.
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind.
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Ultime visite al Blog

XXXXXXXXXXX7albymattezPonta4ellen_ellencanproietticoniglietta.79lim06hengel0ciaobettinailfotografodeisogniunicaeoriginaleexasimpolWilliams_SindromeAPhotographerangelarossi1983
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom