Creato da lupi2009 il 19/07/2009

...

seduta ai piedi del mare
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

nebbia_radaEteroclitobewmindsagredo58studiocarialdo.giornoa64lupi2009theseasoulgiampi1966Basta_una_scintillail.cuculopietroferrari1965Erasmo69evakant1234
 

Ultimi commenti

buona pasquaaaaaaaaaaaaaa...:) notte
Inviato da: alba_chiara5
il 29/03/2013 alle 23:37
 
Sei una delle poche che č contenta anche dopo le...
Inviato da: kallida
il 29/07/2012 alle 15:14
 
notte pippi :))) bacione
Inviato da: alba_chiara5
il 01/07/2012 alle 01:45
 
Grazie, fa bene sapere che qualcuno smette di condannare e...
Inviato da: lupi2009
il 27/04/2012 alle 11:39
 
ti capisco perfettamente ho fatto x un po volontariato, so...
Inviato da: alba_chiara5
il 26/04/2012 alle 21:43
 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

....

Post n°105 pubblicato il 17 Febbraio 2011 da lupi2009

Pronto ? hai fatto il test ?

No. Ho paura di farlo. Anzi non ho paura . Ma se è di nuovo negativo … dove lo poggio il cuore questa volta ?

Ho un centinaio di cose da fare nella mia unica mattina libera. Ed ho una pietra al posto del cuore. L’ho messa per non sentire troppo male. Proprio non c’è niente che mi faccia sentire un po’ Cicogna.

Salto in macchina , mi fermo in farmacia e compro un test.

Lei è seduta sul bidet

Adesso mi ricordo perché sono qui: le voglio un bene dell’anima. E’ la mia Amica.

Quasi non respiro mentre conto i 3 minuti che devono passare.

E mi tornano alle orecchie tutte le preghiere che ho mormorato io,  in questi anni, davanti ai miei di test.  Gli occhi si fanno di lacrime, mentre lecco la mia vita. Le accarezzo quella schiena di uccellino e intanto, di nascosto,  sfioro con le dita i miei giorni di speranza le mie notti nere come la morte, a fare i conti con i miei errori. C’è la mia Vita in questo cesso, dolorosa meravigliosa banale Vita.

C’è Vita anche in quella  matita di plastica. Le strisce rosa sono due.

 

 

 

 

 
 
 

Un intervallo....... in autunno

Post n°104 pubblicato il 23 Novembre 2010 da lupi2009

 
 
 

son sempre stato qua.....

Post n°103 pubblicato il 04 Giugno 2010 da lupi2009

Siamo solo sette e dovremmo essere dodici. Al lavoro. E non sono neppure iniziate le ferie.

Siamo tre e dovremmo essere quattro (in verità siamo diventati quattro ma l’ultimo arrivato è un cagnolino !)

Cerco disperatamente di ritagliarmi un angolo. Piccolo. Anche piccolissimo. Ma la sera crollo. Sulla sedia tra i loro due lettini, mentre la mia voce continua a raccontare di fate e principi azzurrissimi.

Eppoi ci sono le bollette, la banca, la spesa.

E per fortuna c’è lui.

Ma mi manca la delirante Malu . I suoi silenzi. I suoi pensieri. Le sue masturbazioni mentali.

Non ho il tempo neppure di chiedermi se sono triste o son felice. Sono.

Un po’ stanca

Un po’ arrabbiata

Un po’ rilassata

Un po’ grata

Un po’ felice

Un po’ preoccupata

Un po’ spaventata

Un po’ vera

Un po’ controllata

Un po’ allegra

Un po’ pronta

Un po’ in fuga

Un po’ scettica (...)

Un po’ VIVA.

Ed un bel po’ la solita irresistibile rompiballe.

 
 
 

finalmente č Primavera

Post n°102 pubblicato il 25 Aprile 2010 da lupi2009

 

 

 

 

Il rumore delle cesoie lieve e gentile su rami che vanno tolti,  Ella Fitzgerald che sussurra   Summertime mentre Armstrong l'accarezza con la tromba. 

Il sole che generoso abbraccia questa grande terrazza. E tu che ogni tanto alzi il volume dei tuoi pensieri e me li regali.

Quanto può resistere il cuore quando è colmo così ? 

Questo presente ....  deborda e scalda anche i giorni prima di te. O, meno poeticamente scalda me, “questa” me seduta tra le braccia di una  domenica finalmente primaverile e scalda i miei inverni.

Un sentire così l’ho già provato : quando avevo un figlio nel grambo. Sei tutt’uno con la Vita. Sei così felice che la bontà non è una scelta ma la voce di quello che hai dentro.

Non potrei essere così felice se tu non ci fossi eppure la vera  meraviglia sta nell’assaporare di nuovo “me”. In un gioco tenero ed infantile mi convinco e mi godo questo benessere come se arrivasse dalle mie viscere. 

Come se tu non c’entrassi.

Come quando i bambini fanno finta, anzi si convincono di farcela “soli soli”. E che lì in cima  allo scivolo più alto, ci sono proprio arrivati da soli. Ma il loro cuore sa che sono stati lo sguardo della mamma o del papà a far avanzare i piedini su per i pioli. Per questo si girano a fissarti, orgogliosi e grati. 

E mentre continui a prenderti cura delle tue piante mi giro e fisso orgogliosa e grata la tua schiena.



 

 
 
 

efelidi

Post n°101 pubblicato il 15 Aprile 2010 da lupi2009

 

 

 

 

C'è il sole oltre il vetro di questa finestra.
E ci sono loro in qualche parte di questa città.
Resto qui, paziente. Qui dove da venti anni cerco di rendere pazienti gli Altri.
Hanno già detto , hanno già scritto di chi si trova dall'altra parte. Non mi interessa non esistono parti in questo teatro.
Solo mi fa tenerezza questa donna-bambina riflessa nello specchio. Queste efelidi, le stesse che da 30 anni il sole mi regala ad ogni primavera. Ma ora quando tornano si fanno spazio tra le pieghe delle mie sconfitte. Delle mie vittorie. Anzi dei miei giorni. Che ormai son troppo ...grande per misurare la strada con vittorie o sconfitte. Sono giorni. Tutto qui.
Eppoi ci sono loro in qualche parte di questa città e tutta la strada "percorsa" è un cerchio che mi fa tornare, con le efelidi sul naso, allo stesso punto da cui sono partita con le mani piene di tutta la Vita che è passata già. E gli occhi non spenti ma solo consapevoli, così almeno dice il mio amore quando mi racconta il nostro futuro.

.