Creato da Poeta_Narratore il 29/08/2010

Poeta Narratore

le mie poesie

 

La rugiada delle vergini

Post n°321 pubblicato il 17 Ottobre 2016 da Poeta_Narratore

La rugiada delle vergini

Umida l'aria si posa sulla rugiada delle vergini

profuma di papaveri rossi e nei grani maturi gioca la sua festa ,

profuma di fragole e dal sotto bosco s'affaccia il loro faccino

inebriate dagli intrusi raggi hanno le carezze dalle foglie .

Tu, la regina delle vergini , vivi in un castello

mieti il raccolto dei flutti ,serpeggi nei ventri nudi ,

nei silenzi ,ti inarchi nei causali ,nei temerari ,nei sordi voli .

Tu , la vertigine , la bonaccia dei venti , violi il fior segreto

gli adagi delle sinfonie ,ove le tue dita si posano su un piano

leggere sussurrano , le note che colsi per te al mare .

Canta mia dolce anima !

Continua a farmi vivere ,abita in me , non ti muovere ...

raccontami le tue favole ,le ore in cui faremo all'amore ,

raccontami dai :dammi i bagliori che persi nella brughiera

i sogni , con cui feci polvere i miei fantasmi .

La rugiada delle vergini è umida

ha gocce di lacrime ,

ha l'indefinito di una romanza

ove , apro a te il mio cuore ,

ha l'antidoto dell'amore .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

La mia scala naturale .

Post n°319 pubblicato il 21 Settembre 2016 da Poeta_Narratore

La mia scala naturale   

 
 
 

Ho capito che mi ami

Post n°318 pubblicato il 03 Settembre 2016 da Poeta_Narratore

Ho capito che mi ami

Nel tormentato oblio scorre sangue addolcito

placato , saziato di speranze,

da scudi fragili e veli scuri

che si sgretolano , col tuo primo bacio .

Ho capito che mi ami e lo mascheri bene

han fini profondi i tuoi ,

han strascichi di luci insulse

la passione , dei cuori freddi .

Si vestono di bianco le angosce

vorrebbero sorridere al nuovo amore ,

nell’ardua avventura proporsi ancora

sdegnare , le pietrificate emozioni .

Il tempo darà ragioni e ho capito che mi ami

a progetti ormai vicini ,

a un tuo cenno , per rincorrerti ,sopra gli aquiloni

venirti a cercare sulle tavole del cielo ,

tra lo sguardo del tuo stupore .

Ho capito che mi ami e ho scelto il tuo futuro

Coprirmi con la tua pelle di baci e fremiti ,

Osservarti mentre i nostri corpi si uniscono

Confabulano la suprema estasi

Nei tuoi occhi scopro , le tue focose grazie .

Poetanarratore.

 

 
 
 

Gli occhi curiosi del sole

Post n°317 pubblicato il 08 Agosto 2016 da Poeta_Narratore

Sul velo dorato del sole

una fonte di luce energia emana ,

attraversa gli spazi immensi

tra i sentieri , accorcia le distanze .

E fa sentine in ogni regno ,una musica bionda

segue catene di stelle verso armonie dipinte da sogni ,

irradia flussi di luce su gialle onde

sui corpi , il nudo volere del fato .

Chiudi gli occhi anima ,accogli questi attimi eterni

aspira l’essenza mia che ti guarda

t’appare lungo velate ombre , nel silenzio del lieve respiro

nell’occhio curioso del sole , ove di notte bacia le tue labbra .

Tu che diffondi frammenti di speranza ,amami !

Puoi assetare giunchi verdi nei sterili fondi ,

puoi invadere il regno dei grandi raggi

cedere all‘immaginazione , il piacere di chi tace .


Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Cantami la lirica

Post n°316 pubblicato il 30 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 
 
 

Fiori del male

Post n°315 pubblicato il 26 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 

Ho regalato fiori, le ho colti per una amata

in un giardino di spine ove i rovi graffiano le rose ,

ove tu non c’eri in quegli anni bui

eri la farfalla che si posava sui disgeli .

Ho regalato sogni a una estate felice

ricordi cocenti che mi fanno rabbrividire :

rimanevi convinta delle sole tue parole

andavi alla riscossa , con le vane profezie .

E mentre la vita scorre e continua il suo corso

i fiori del male appassiscono al sole

scruto il mio tempo , vado lontano

approdo leggero , in ragioni di vita.

Poetanarratore.

 

 
 
 

La sinfonia dei sensi

Post n°314 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

Sono tamburi che battono nel cuore

dove il sublime si accende come un faro,

annunciano la serena tempesta

tra i sospiri traditi dagli amati.

È la sinfonia ch’è s’emerge dall’anima!

Si unifica in’un’unica certezza,

in versi si plaude ,tra righi silenziosi di un amore.

Tu esplodi negli orizzonti!

le sensazioni le emani da lontano ,

in brevi strofe racconti gli anni tuoi ;

m’incagli nel vulcano delle tue fantasie .

Sei piena di vita e aliti cocenti ,entri in me a dimorare,

entri in un sogno parso vero;

tra il sfruscio confuso di un’estate .

Mi infondi la tua bellezza !

Mi fai udire la sonora melodia ,

col tuo profumo smuovi il desiderio e mi sazi di sapori ;

col roseo gesto, tocco il magico sublime .

Ed è la tua presenza femmina che si presenta ancora !

Ti manifesti ovunque senza esitare,

barbagli fruscii tra i rami ;

dai fiori trai il nettare degli dei .

Ed è il sesto senso a condurmi sul viale ,

a uscire dalla foresta buia ,

come se mi avessi perso ,su di una spiaggia ,al calar del sole ;

ritrovo l’alba ,il piacere del tuo amore .

Poetanarratore.

 

 

 
 
 

Scroscio d'acqua pura

Post n°313 pubblicato il 25 Luglio 2016 da Poeta_Narratore

 

Ed è calura in questa estate di amori

Di intese fuggiasche e palpiti assopiti ,

Scrosciante è l’acqua che bagna il corpo

Allontana l'odore di te,da me che non vorrei mai.

Ai bordi della sabbia sento il tuo profumo di vaniglia

Bagna attimi di solo idillio ,

Sono nuvola di pensieri, un angelo dal volto greve

Vorrei con te prendere il volo ,ma tu , sei rimasta senza ali .

Scivolo sulle mie catene ,arrugginite per essere da te legato

Sulle grosse pietre m’hai tenuto in sospeso ,

Davanti ad un luminoso prodigio ti tiri in dietro

Ti dissolvi , come neve al sole .

Bacia la vita donna , oggi è il tuo giorno limpido

Nuda vestirai la nuova fiaba ,il caldo lenzuolo ti darà l’amore ,

Ti illumina il mio sogno ove potrai bagnarti di sospiri

Scendere su terrene passioni e sarai la colomba del mattino .

Vieni anima , c’è per te ,uno scroscio ,d’acqua pura .

Poetanarratore .

 

 
 
 

Sei tornata

Post n°312 pubblicato il 09 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

Erano parole sincere che ti dissi allora ,

Poi all’improvviso sei sparita ,

Hai volato tra le nuvole del tempo

Senza sapere che io ti aspettavo .

Ora sei tornata , e sei più bella di allora

La donna dal cuore tenero che sa amare ,

Sa credere a chi davvero ti vuole bene

A chi , l’abbraccio, lo tende ,sui rossi volti .

Sei tornata e per me è festa

Nella stagione delle rose ,

Nel mentre un raggio di luce

Mi annuncia la tua venuta .

Furono momento giocosi , i primi spasmi

In cui ,col mio pensiero , ti detti un bacio ,

Il cui vento ,sul tuo cuore ,te lo mise

Rimasi solo , nell‘estasi languorosa .

Tu che decori l’anima mia ,non aver paura

Lasciati andare a questa immensa gioia ,

Dal verde dei prati ,il mio , omaggio floreale

Un lieto ben venuto ,un caldo mio sorriso .

Sei tornata ed io son felice .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Il paradiso perduto

Post n°311 pubblicato il 08 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

Non ho forze da sprecare

I miei anni li ho vissuti ,

Ho un tesoro e l’ho tenuto

Lo voglio dare a te , perché mi piaci .

Ma nei miei scorci d’ombre si oscura il cielo

S’abbuia , al calare della sera ,

Tu, vivi con l’anima nelle arterie

Ed io resto con i vuoti in attesa .

Scrivo melodie e leggere volano ,le mie idee

Proclamo, l’estasi austera

Tra i soffi di brezza purifico l’amore ,

Tesso il filo sottile, della vita mia .

Nel paradiso perduto ,inseguo il prodigio

Le pene del mio ripiego ,

L’ala ferita di ogni illusione

Inseguo, il furioso amore

Il niente che non s’affaccia mai .

È un paradiso che non avrò mai

Ma tu ci entri , come e quando vuoi ,

Certo , basta una tua parola

Per far sciogliere le sanguigne emozioni .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Le meraviglie della natura

Post n°310 pubblicato il 06 Giugno 2016 da Poeta_Narratore

È in questo mondo che son nato ,in questo muoio

Su questa terra fatta di profumi ,

Di cielo e mare ,di te anima , ove siedi il suo trono .

Sei fatta di vento e sole di arsure e sangue

Di sanguigni amori ,

Ove tu donna domini l’immenso ,

Domini il mio creato , di nuvole e piogge

Di inverni freddi e cuori in subbuglio .

Come la natura entri nel mio profondo ,mi dai vita !

Mi doni i suoi fiori che son per me albe colorate ,

Acque sorgive e prati elisi ,

Sono gocce di lacrime e ferite amorose .

Vieni dunque a me luce

Dammi la tua fortuna

Un campo ,dove correre con te nudo ,

L’eterna storia ov’io posso godere l’amore tuo.

Nutrimi col tuo corpo ,affamarmi , con i tuoi seni

Sono lebbra sulla tua pelle ,

Voglio darti l’edera bianca

Per salire tra le braccia tue.

Tu che danzi la natura ,sai amare

Dal grande albero odo il tuo eco ,

Tocco con le mani ,il tuo paradiso

Di ogni mia malattia ,sei tu la cura .

È bello viverti natura

Danza ancora ,fammi vivere ,

Le tue pietre ,il tuo sole sono i miei sudari

Nell’olimpo ,ovunque c’è aria

C’è la tua farfalla ,che vola ,sui frammenti di un amore .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Ti sei persa tra le fragole

Post n°309 pubblicato il 27 Maggio 2016 da Poeta_Narratore

Lo senti questo ritmo?

È la musica!

È la parola che si muta in poesia

È l’inchiostro che scorre dalle lacrime.

È il riverbero di un canto !

Il pianto ,di una musa,non ha scampo ,

ha spento il suo delirio

il suo ghigno malizioso.

E scorre la vita !

Scorre d’allegrezza piena ,

su questa terra

come foglie ,la pioggia cade.

Cade su fiori e l’aria profuma

l’albe colora ,svela i segreti amori:

a quelli che han conosciuto solo gelo

di freddezza i sentimenti fa tacere.

Ti sei persa tra le fragole!

In un mondo non più tuo,

dal mio vivere ti allontano

ti lascio al tuo destino.

Ti sei persa nella svampita notte!

In una selva con i lupi.

Nella perdizione della carne t’arroventi

in gocce d’angoscia ,

del tuo trastullo sangue spremi.

 

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Costa l'amore

Post n°308 pubblicato il 26 Maggio 2016 da Poeta_Narratore

Pezzi di solitari momenti

Si affacciano all’ombre del mio sentire ,

Frugano nell’anima i tesori di un passato

Girano fogli ,scarabocchiati da parole .

Scrissi delle belle cose

Tante vere , tante inventate ,

Tante sul mio inferno freddo

Che a fuoco lento arde la mia carne .

Mi sentii al centro della vita

E mi specchiai ai margini della strada ,

Spesi tutte le mie energie

Nel dare amore a un fallo di occhiello .

Non sapevo che l’amore costasse così tanto

Tra le tragedie impervie ,di paradisi e sassi ,

Fatte di talpe oziose e vampiri spenti

Ove mi trovai rosicchiato dagli urli dei giudizi .

Mi succhiarono il sangue le innocenti larve

Mi chiusi la bocca con una museruola .

Si , costa l’amore , lo dicono in tanti :

È l’immenso prezzo che non ha misura

Non ha nessun pari .

Poetanarratore .

 

 
 
 

Parlami del mare

Post n°307 pubblicato il 18 Maggio 2016 da Poeta_Narratore

Parlami del mare

Stasera voglio farti un regalo ,
è un mio pensiero d’amore :
sincero , libero, non ha catene
Non ha pretesa alcuna ,
è solo una parola .
Ma tu parlami del mare !
Voglio sentire dalle tue labbra
l’acqua che mi sfiora
La sua brezza , il suo pulsare
il suo ventre che somiglia al tuo .
Parlami di colei che smarrì la sua storia ,
e tra le onde creò la sua culla ,
il nido delle stelle ,
l’alveare dei ricordi
ove il suo sogno ,si perse nei silenzi .
Parlami del suo immenso !
io non lo conosco ancora
come se fosse inafferrabile
irrompe la mia esistenza e fugge .
Ma tu, raccontami
dimmi del suo cielo :
ove il mare fa i capricci e si bacia con la luna ,
s’avvicinano, s’allontanano
come due giganti si respirano,
disinibiti giocano a far l’amore .

Parlami ancora , ti prego
voglio sentirmi tra le tue braccia ,
tra le sue onde che mi parlano
e odono il mio , il tuo , desiderio .

Ma tu, parlami del mare !

Poetanarratore .

 

 
 
 

Anime nella notte

Post n°306 pubblicato il 28 Aprile 2016 da Poeta_Narratore

Anime nella notte

Dietro vetri scuri
sento anime ansimanti ,
bisbigliano al vento

il vuoto che hanno dentro .
Si dispera la tenebrosa sera
al desiderio di lei ,

di chi chiama venia
per te il caldo mio respiro .
Una frenesia di vibrazioni

esce impervia dall’anima mia ,
la carne non trova soddisfazione
dalla meschina preda .
Si annerisce lo spettro nella notte

lascia quel corpo inerme

al mistico piacere ,
s’impossessa del patito amore.
Non hanno parole le anime nella notte

non hanno pace ,
tormentate da lugubri inferni

giacciono immobili nei tormentati sogni .

Sono sole le anime della notte
gridano pietà, pietà per l’amore ,
per la loro indifferenza

che non trova forza di morire .

Poetanarratore.

 

 
 
 

Il mio sole

Post n°304 pubblicato il 28 Aprile 2016 da Poeta_Narratore

Dal lucente cielo

giace , il sole permaloso

esanime ,si stropiccia tra le nuvole,

come foglie d’autunno

s’alzano, verso il fuggiasco amore.

Zolle di terra

fanno ombra ad alberi spogli ,

tra colli in fiore e prati seminati

ove la luce, barbaglia fremiti .

Tu il ruscello che scorre tra il maestoso sole

zampilli voglie ,

vorace la farfalla

fa il nido nel suo regno .

Odo rumori nei pensieri di lei

che sempre più si allontana ,

non posso fermarla

dirle parole ,che non le ho mai detto .

Forse quel sorriso sussurrato m’ah tradito ?

Con occhi di cerbiatto

guardo il mio sole

che sempre più s’allontana

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Sotto la pioggia

Post n°303 pubblicato il 27 Aprile 2016 da Poeta_Narratore

 

Tremano le mie mani al pensiero di lei

di lei che si tinge il cuore ,

con i versi della sua poesia:

( ti amo e non lo dirò mai )

Ma io sono sotto la pioggia e tremo

come un amante ho il volto da nascondere ,

do alle genti il mio saluto sordo

evito d’essere invadente .

Parlo al buio :dove sei amore ?

Nel silenzio dipingo il mio sangue nero,

la mia anima prega

si apre all’ombre ,degli antichi meli.

Sotto la pioggia

su ogni polline il mio vagar si spegne,

assona gli assordanti tuoni

gesso ,la mia fantasia .

La mia disperazione ora è in ogni luogo :

è in te ,nel segreto dei limpidi orizzonti ,

nell’aura che si perde tra gli ulivi

in ogni palpito ,la mia debolezza mi divora.

Oh pioggia che lavi i miseri amori

vela me e vola sul mio mare !

Dimmi che lei bagnerà i miei fiori ,

la sua rosa

fiorirà ,su un bianco lenzuolo .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Alba nuova

Post n°302 pubblicato il 01 Aprile 2016 da Poeta_Narratore

E mi alzo assopito , insonnato

pieno di vita rivoglio il perduto ,

rivoglio la giovinezza

se mi sai amare .

E così mi arrovento

mi lascio andare nei ricordi :

in egoismi di presagi deboli

nel tesoro tuo ,che amore abbonda .

Leggendaria la mia vita

fa parte d’un sentimento unico,

d’un dolore o sentimento

coi tuoi ,benigni risi

fa parte di te donna .

Alba nuova mi dai ,emozioni fragili

l’incertezza ,la paura ,

gli elementi effimeri

s’impallidiscono su fronti liete ,

si carezzano sotto pacifiche stelle

sul tuo viso ,riluce il mattino .

Ora che fa chiaro ,vado nel giardino

è un’alba chiara ,per me l’alba nuova ,

forse qualcuno soffre per amore

o forse sorride o piange per esso ,

non ci son parole per descrivere .

Ma ,il mio cuore è timoroso ,è scuro

da voce a vanti :

a vinti ,che si piegano nei sogni ,

tu la protagonista sei sempre al centro

in ogni luogo , nei miei sentimenti .

Poetanarratore

 

 
 
 

Aria di neve

Post n°301 pubblicato il 06 Dicembre 2015 da Poeta_Narratore

È grigio il cielo ,

ha aria di neve …

ha te che ti crogioli

in mistiche emozioni .

In irrequieti spasmi

ignori , che io ti posso amare ,

ti posso dare ,

l’estasi dell’eterno amore :

il brivido che ondeggia la vita.

C’è aria di neve

e s’abbuia la parola affettuosa ,

s’apre ad albe rosa

ove tu traspari , tra i generosi gelsomini.

Sono i venti di gelo a velare il tuo cuore ,

per troppo tempo è rimasto assopito …

reso inerme da possessi iniqui

da principi , di un’era del passato .

Aria di neve ,aria di Natale ,

aria di te che sei cosa buona :

palpebra tuonante e labbra che invoglia ;

estesa luce , che esalta , l’intimo sagace .

Mi concedo il consolo dell’illuso

e sazio il mio mondo vuoto …

non ha fine la passione del mio dovuto ,

digiuno, per non averti ascoltata .

C’è aria di neve

Ci sei tu , ch’addobbi , l’albero di natale .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

Nel silenzio , le tue mani

Post n°300 pubblicato il 23 Settembre 2015 da Poeta_Narratore

 

Giacciono nell’aria i tuoi echi ,

tuonano , tra le nuvole ,

emanano magia indefinita ;

la leggera frivolezza ,

che non duole a nessuno .

Nei silenzi , le tue mani

spruzzano pennellate di colori …

su tele oblique ,il rosso acceso ,

s’affila su impeti di carne viva ;

aguzza spigoli di voglia

e vanno dritti al cuore .

Passione sfrenata

che soffia aria di neve …

i fremiti fan volare ,

fan godere i repressi desideri .

Non esiste amore ,

se tu , non mi tieni nel tuo mare ,

scivola nel nulla ,

tutta la nostra bramosia .

Non esiste l’arma del perdono

se , non impugni

i segreti dei sospiri …

la primula , del tuo primo bacio .

Nei silenzi , le tue mani mi abbracciano …

Mi mostrano che tu ci sei ,

vogliono l’uomo ch’è sa amare ,

sa capire l’idillio del tuo amore .

Poetanarratore .

 

 

 
 
 

E' VIETATO

   

E’VIETATO Senza il consenso dell’autore, la riproduzione, anche parziale, la trascrizione, la diffusione o la commercializzazione delle opere qui pubblicate. Il tutto ai sensi degli articoli 1 – 2 e 171 della legge n.633 del 22-04-1941 e successive integrazioni. Per tali trasgressioni è prevista la sanzione penale.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Poeta_NarratoreCoralie.frtempestadamore_1967severusfTromba.D.ariaFantastiche_VeritaaapucciantonioF.F.F.Ksurfinia60zanzibardgl13donadam68Terzo_Blog.GiusCiliegiaioleelek_endjevincenzoschieppati
 

ULTIMI COMMENTI

per ascoltare il video chiudere la musica corrente
Inviato da: Poeta_Narratore
il 23/08/2017 alle 18:16
 
...grazie Margherita...Giņ
Inviato da: Poeta_Narratore
il 07/08/2011 alle 08:48
 
Mi scuso per gli errori di battitura: quel "ne"...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:29
 
Delusione ne dolore s'intreccianoin un...
Inviato da: margherita.22
il 28/07/2011 alle 09:27
 
...si Taty ,ne son convinto.Abbraccio
Inviato da: Poeta_Narratore
il 17/07/2011 alle 09:26
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CELIN DION