Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« L'ambizzioneLi propositi ... »

La duttrinella 51-55

Post n°2415 pubblicato il 30 Dicembre 2015 da valerio.sampieri
 

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877

Maestro, - Chi ha dato questi Comandamenti?
Discepolo. - L'istesso Dio nella Legge vecchia, e poi Cristo nostro Signore gli ha confermati nella nuova.

LI.

D. G. Badamo dunque a stacce bben' attenti
A 'sta duttrina, e vvedrai si tte ggiova,
Che cquanno je se mostreno li denti
Er demonio co' nnoi manco ce prova.

E ddi' un po', chi l' à ddati?
Peppe. Chi? Accidenti!
L'à ddati propio Ddio, ma ppoi se trova
Scritto che Ccristo 'sti commannamenti
L' à cconfermati ne la legge nova.

Me parerebbe ggià 'na bbuggiarata
Che Ggesù Cristo ch' er' un bon cristiano
Nu je piacesse cquer c'annava a Ttata.

Voi che ne dite?
D.G. Eh, vvia!
Peppe. Fursi c'ò ttorto?
D. G. No, mma 'ste cose è mmejo annacce piano:
Per oggi abbasta, che sso' stracco morto.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 57



Maestro. - Che contengono in somma questi Comandamenti?
Discepolo. - Tutto quello che si ha da fare per amare Iddio ed il prossimo; perchè i primi tre Comandamenti c'insegnano come ci abbiamo da portare verso Dio, col cuore, con la bocca, e con le opere.

LII.

Peppe. Bon giorno, don Ghetano.
D. G. Ecchece cquà:
Peppe, di' un po', tte li ricordi a mmente?
Peppe. Ve l'ò da dì?
D. G. Nun serve, lass' annà;
Però sso' ccose d'affonnacce er dente;

Pe cquesto dimm' un po', ssi cche cce sta
Drento a 'sti cosi.
Peppe. Eh! n' affare de ggnente!
Lì cce sta scritto quer che ss'à da fà
P'annà a ggenio ar Signore e all' artra ggente.

Ve pare poco?
D. G. ...Nè ppoco, nè ttroppo;
Ma llass'annà de fa er predicatore
E ddimm' invece quer ch' è scritto doppo.

Peppe. Ne li tre pprimi c' è cquer che cce tocca
A ffà vverso de Ddio nostro signore
Cor core, co li fatti e eco la bbocca.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 58



Discepolo. - Gii altri sette ci ammaestrano di far bene al prossimo, e di non gli nuocere nella persona, nell'onore, nella roba, nè con opere, nè con parole, nè con l'animo. E così il fine di tutti i comandamenti è il Comandamento della Carità, che comanda amare Dio sopra ogni cosa ed il prossimo come noi medesimi.

LIII.

Peppe. Questi li primi tre; dar quart' in poi
Se po' ddì che sso' ttutti d' un colore.
In queli llà sse tratta der Signore
In questi cqui dell' artri come nnoi.

Perchè 'r prossimo tuo tu nu je pôi
Fa mmale ne la robba e nne l'onore
Nè a cchiacchiere, nè a ffatti, nè ccor core...
E cquesto lo capite puro voi.

D. G. Ggià: mma ccho ddice doppo?
Peppe. Eh! ddice cquì
Che ss' ariduce tutto a ccarità,
E Ddio volessi che ffussi accusi!

Er sugo poi sapete si cchedè?
Prima er Signore, e ddoppo, si tte va,
Ama er prossimo tuo come che tte.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 59



Maestro. - Dichiarate il primo Comandamento.
Discepolo. - Nel principio ci avvertisce Dio che esso è il nostro vero e supremo padrone, e però siamo obbligati ad obbedirlo con ogni diligenza: appresso ci comanda che non dobbiamo riconoscere alcun altro per Iddio: nel che peccano gl'infedeli, i quali adorano le Creature in cambio del Creatore; ed anche gli stregoni e fattucchieri, che tengono il Demonio per loro Dio.

LIV.

D. G. Dichiar' er primo, e sta' ccon attenzione.
Peppe. Qui cciàvvertisce Ddio come che esso
E 'r nostro vero e ssupremo padrone
E ll'artri nun so' bboni manc' allesso,
 
E nun valen' un c... e in concrusione
Dice c' avemo da ubbidillo, e appresso
Lui dice che cce vo' ppropio un co....
Pe ffa er contrario.... armeno per adesso.

E bbisogn' esse nato llà in Turchia
P' ave ccorata de cammià er su' Ddio
Co' n' artro Ddio che nun se sa cchi ssia.

E cc' è de peggio, ma... de peggi' assai:
Che li stregoni e ppoi... ma, ppadre mio,
Questi chi sso'? cch'io nu l'ò vvisti mai.

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 60



Maestro. - Dichiarate il secondo Comandamento.
Discepolo. - Il secondo Comandamento proibisce le bestemmie, che sono peccali gravissimi, i giuramenti falsi, o non necessarj; il non adempire i voti, ed ogni altro disonore che si faccia a Dio con parole.

LV.

D. G. Tu mi l' ài visti? E ffigurete io!
Peppe. Ma ddunque, dico io, padre curato
Dite, che sso'?
D. Q. Ma, ccorpo d' un giudio!
Ce vo' ppoco a ccapì cche mm' ài seccato.

Via, che ddice 'r siconno?
Peppe. Eh! un buggerìo
De cose bbuffe; dice ch' è peccato
A ddì ccòrpo de Ddio, mmannaggia Ddio,
Pe' Ccristaccio, perdio, perdio sagrato...

E nun se tratta de queste cqui ssole,
C'a Ccristo da la ggente de sto monno
Nu je s' anno da dì mmale parole.

E cquarche vvorta, padre, ne sentite
Certe curiose.... e ppuro in fonn' infonno
Danno forza ar discurso, eh? che ne dite?

Luigi Ferretti
La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877, pagina 61

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Chevalier54_Zforco1gnaccolinocamaciotizianarodelia.marinoamorino11Talarico.Francoantonio.caccavalepetula1960frank67lemiefoto0giorgio.ragazzinilele.lele2008sergintprefazione09
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963