Creato da giramondo595 il 14/11/2008

CHIACCHERE FRA AMICI

DI TUTTO UN PO'

 

 

« ed ecco a voi finalmenteAnche nel mio paese »

Il museo didattico della seta a S. Floro

Post n°435 pubblicato il 26 Giugno 2011 da giramondo595

Qualcuno lo ricorderà certamente,
avevo promesso di accompagnarvi
nella vistita di questo museo..

Uno dei tanti nella
Calabria.Così mi ha detto un
insegnante della
scuola Elementare tempo fa.
Secondo Lei il migliore è
a Sersale, un paesino in provincia
di Crotone. Se riuscirò
ad entrarci. Vi farò sapere.

Il museo didattico è
realizzato nei locali del
Castello Caracciolo
a S. Floro.

 

Questo paese, è rinomato per
la lavorazione del pregiato tessuto
e per l' allevamento del baco
da Seta.

Il Comune di S. Floro si trova
vicino a Catanzaro.

Capoluogo della Regione Calabria
famosa fin dai tempi dei Bizantini
per la lavorazione
della seta.
Questa particolarità
è contraddista anche in un celebre
detto Catanzaro è il paese delle
Tre V.
V di San Vitaliano, santo
patrono;
V di vento in quanto costantemente
battuta da forti brezze provenienti
dal Mar Ionio e dalla Sila;
V di velluto in quanto importante
centro serico fin dai tempi dei
Bizantini
("V V V" era la sigla con cui
venivano identificati, sui mercati
nazionali ed esteri i velluti, i
damaschi ed i broccati
provenienti dalla città)

Catanzaro, nel suo nome il
segreto della seta
Perché l'arte della seta si sia
sviluppata solo a Catanzaro è un
mistero ancora irrisolto,
considerando il fatto che a
quei tempi tutto il meridione d'
Italia era sotto dominio Bizantino.

 Alcuni studiosi ritengono che il
significato stesso del nome primitivo
della città, Katantzárion, potrebbe
essere fatto risalire al verbo greco
Katartizen, il cui significato è preparare,
confezionare ed anche lavorare e denota
chiaramente l'azione che appartiene ad
un qualche processo preparatorio, con
riferimento ad un luogo segreto (ant)
posto sotto (katà) le terrazze
anzar) di un monte.

 Trattamento di abiti in seta

 

Antico telaio per la lavorazione della seta

Laggiù (Katacì) oltre il fiume Zaro, il
cui accesso, consentito solo a chi conosceva
il posto, era controllato dalla porta di
Stratò, su cui erano presenti tutte le
risorse ambientali per l'impianto di un
opificio, l'acqua necessaria in tutte le
fasi della lavorazione, il vento per
allontanare il cattivo odore, il sole
per asciugare la seta. In quel luogo
occulto, gli artigiani (Katartarioi)
esercitavano la trattura della seta
grezza (Katarteon sericon) e con le
loro "segrete invenzioni" per la
filatura e la torcitura, preparavano
il prezioso filo di seta
Katartizein metaxa). La
presenza di una tale struttura
ovvero uno stabilimento imperiale
risalente alla prima colonizzazione),
con manodopera qualificata e speciali
attrezzature tecniche, nel quale
potrebbero essere confluiti sia gli
artigiani espulsi dalle corporazioni
e mandati in esilio, sia schiavi
orientali giustificherebbe lo
sviluppo e la successiva affermazione
dell'Arte della seta nella sola
Catanzaro, dove più profonde
erano le radici bizantine.

Spero di non avervi annoiato con
il racconto

e proseguo con il
narrarvi la fase dell' allevamento
del baco da seta e della lavorazione
della seta..

Infine avrò il piacere
e l' onore di condurvi in questo museo.
Finalmente !.. esclamerà qualcuno 

       

Allevamento del Baco da Seta

L'allevamento del baco da seta a
San Floro ha ripreso la sua attività
dopo decenni di inattività, esso nasce
per attuare una sperimentazione capace
di coinvolgere quanti tengono a cuore
le sorti delle nostre tradizioni che
si erano perdute.
In C.da Chiusi/Murrini, esistevano
dei casolari rurali abbandonati, e
questi oggi sono usati per l'allevamento
dei bachi da seta.
Il periodo giusto e più indicato
per tale allevamento è quello
primaverile dal 15 maggio al 15
giugno, quando la foglia è matura
per somministrarla ai bachi.
Ma in questo lembo di terra dove
il clima è veramente mite ed il
sole splende dall'alba al tramonto,
si possono espletare più allevamenti,
anche tra l'estate e l'autunno,
la foglia resiste quasi fino alla
fine del mese di novembre.
Trattandosi di allevamenti a
livello sperimentale si nutrono
fino a 80.000 (ottantamila) bachi,
in quanto lo spazio disponibile
poi non è sufficiente a garantire
un quantitativo maggiore .
Alle prime età ai bacolini, si
somministrano 2 pasti al giorno,
la foglia asciutta deve essere
tagliuzzata il più possibile
per consentire ai piccolissimi
invertebrati di nutrirsi senza
difficoltà, questo accorgimento
fino alla fine della seconda età,
aumentando di volta in volta il
quantitativo della foglia e dei pasti.
Dalla 3^ età i bachi diventano
più visibili la sua anzianità e
sufficiente per somministrare la
foglia intera, aumentano il
numero dei pasti, almeno tre
al giorno, aumenta la quantità
di foglia di gelso da somministrare.
La 1^- 2^ e 3^ muta (o dormita),
dura 24 ore, la 4^ muta o
dormita dura 48 ore, al
risveglio della 5^ età bisogna
essere pronti per soddisfare un
quantitativo di foglia in base
alle esigenze della sua voracità,
infatti nel giro dei primi due
giorni non si riconosce più,
il baco visto al risveglio è
cresciuto molto ed altrettanto
farà fino al momento in cui
sarà pronto per la salita al
bosco (è un termine tecnico
che indica l'inizio
dell'imbozzolamento) infatti
bisogna preparare i rami di
ginestra o di altro materiale
per consentire al baco di tessere
il bozzolo di seta.
Gli accorgimenti che bisogna usare
sono molteplici tra questi quello
più importante è l'aspetto igienico
sanitario delle lettiere e del locale
che ospita l'allevamento dei bachi,
senza questi accorgimenti, molte
sarebbero le malattie che portano
alla sua morte; prima della salita
al bosco, la fase più delicata e
quella della 5^ età.
Nel nostro caso l'allevamento viene
praticato con i letti a castallo a
tre ripiani, con telaini di misura
ridotta per facilitare agli addetti
ai lavori il cambio dei letti.
Dalla sperimentazione fin qui portata
a termine siamo riusciti a portare la
consistenza del bozzolo, con un
allevamento del giugno 2002 fino ad
estrarre un filo continuo di seta
greggia lungo circa 2.300 ml,
dimostrando che quello che dicono
le statistiche è stato possibile
superarlo (istat circa 1.800 ml).
Altri accorgimenti sono la tenuta
del clima temperato con un tasso
di umidità elevato che si ottiene
spruzzando acqua igienizzata con
l'aggiunta di una piccola percentuale
di cloro.
Ogni telaino, composto da circa
20.000 bachi dovrebbe produrre minimo
un quantitativo di 20 kg di bozzolo
fresco, questo per evitare che
fuoriesca della farfalla si porta presso
l'ARSSA di Mirto Crisia dove messi
in forni appropriati viene essiccato
e quindi questo procedimento consente
di poter effettuare la lavorazione
del bozzolo nel momento desiderato.
Dopo aver tessuto il bozzolo, il baco
da seta è al sicuro in una corazza e
gli agenti esterni non possono
approfittare per farsi un bel boccone;
a questo punto inizia il processo di
metamorfosi, il bruco si trasforma in
crisalide e dopo circa 15 giorni si
trasforma in una farfalla che buca
il bozzolo e si accoppia con un'altra
della sua razza di sesso diverso.
Questa farfalla è anomala, non vola e
non mangia, nasce solo per accoppiarsi
e deporre le uova.
L'accoppiamento dura circa due giorni,
subito dopo il maschio muore e la
femmina dopo aver deposto le uova
(400/600) anche ad essa tocca
la stessa sorte.
Altre ad allevare la qualità di bachi
poliibridi, che ci danno un bozzolo
bianco ghiaccio, siamo riusciti ad
allevare anche i bachi di colore
giallo, giallo oro, pesco, verde,
quelli colorati hanno una quantità di
filo molto inferiore ha quella che si
ottiene da quello poliibrido e
comunque non superiore a 800/900
ml di filo continuo.
Il filo di seta di colore giallo
oro è eccezionale e molto apprezzato
per decorare o per intrecciare fili
alla tessitura in trama.
Ogni volta che si puliscono i telaini,
gli escrementi non vengono buttati,
ma ammassati, dopo un processo di
trattamento con enzimi possono essere
usati come fertilizzanti e quindi
rientranti nel processo di
coltivazione biologica.

Lavorazione della Seta

La trattura della seta

Noi attuiamo il sistema più antico
e tradizionale e consiste nel far
riscaldare l'acqua in una pentola,
prima dell'ebollizione si immergono
un quantitativo di bozzoli pari
allo spessore del filo desiderato,
dopo pochi secondi con uno scopino
di erica si mescolano detti bozzoli
fino a catturare i capifila di ogni
bozzolo che a sua volta con maestria
il filo viene deposto sull'aspo per
iniziare la trattura della seta
greggia; il procedimento dura circa
15 minuti fino allo srotalamento di
tutto il filo che contiene il bozzolo
che può raggiungere una lunghezza di
circa 2.300 ml.
Il filo di seta incollato al bozzolo,
contiene due sostanze, fibrina e sericina,
che vengono secernate dal baco durante
la fase di imbozzolamento; l'acqua calda
serve a separare la fibroina dalla sericina,
e quindi si ottiene il filo di seta
graggia che contiene ancora una
percentuale di sericina che viene
tolta durante la fase di sgommatura della seta.
La sericina oggi non viene più buttata,
ma da essa si ottengono prodotti per
la cosmesi di bellezza e per l'igiene umano.

Il processo di lavorazione della seta

Il progetto sperimentale continua
con la tessitura della seta,
con la lavorazione della stessa
all'uncinetto al tombolo, ecc,
per dare agli amatori del filo
d'oro le migliori opportunità,
uniche ed esclusive, di manufatti
di pregio e qualità.

 

    

  

 

 

 

 

 

 

 

 Bacioni a tutti voi

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
Citazioni nei Blog Amici: 119
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 

 MESSAGGIO PER I GIOVANI

...Droga e alcool portano alla distruzione fisica e mentale!!! La vita e' troppo bella per essere distrutta dalle sostanze!!!!!! Vogliatevi bene !!!

http://spazio.libero.it/SARA28LUGLIO/

 

 

UN CALOROSO ABBRACCIO A TUTTI VOI

   BENVENUTI NEL MIO BLOG

   BENVENUTI NEL MIO BLOG 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

CITAZIONI DI

Beata Madre Teresa di Calcutta


Quello che noi facciamo
è solo una goccia nell'
oceano,
ma se non lo facessimo
l'oceano avrebbe una
goccia
in meno

Non importa quanto
si dà
ma quanto amore si
mette nel dare.


Trova un minuto
per pensare,
trova un minuto
per pregare,
trova un minuto
per ridere.

La peggiore malattia
dell'uomo?
La solitudine.


Le parole gentili
possono essere brevi
e facili da pronunciare
ma la loro eco è infinita.

 

 

GRAZIE AMICI QUESTI REGALI SONO PER VOI

 

          Grazie Solic

 

Grazie diana.fini

 

 Grazie Trappolinax ( Wanda )

Grazie aumania_12 ( Alisia )

Grazie Trappolinax ( Wanda )

grazie STREGAPORFIDIA (Sonia)

questi splendidi regali,
li voglio
dedicare a
tutti voi amici

Aforismi 

Edward Morgan Forster è stato uno scrittore
britannico,autore di racconti brevi,
di romanzi e saggi letterari.
Da alcuni suoi romanzi sono stati
tratti film di grande successo come:
Passaggio in India (1984, regia di David Lean)
Camera con vista (1986, regia di James Ivory),
Maurice(1987, regia di James Ivory)
e Casa Howard (1992, regia di James Ivory).


Se è facile raccontare la vita,
ben più difficile è viverla,
e siamo tutti dispostissimi a
chiamare in causa "i nervi",o qualsiasi
altra parola d'ordine che serva a
occultare i nostri desideri.
( Edward Morgan Forster )

 Albert Einstein è stato un fisico
a soli 26 anni, ha mutato
il modello istituzionale di
interpretazione
del mondo fisico


E' più facile spezzare
un'atomo, che
un pregiudizio
( Albert Einstein )

 

GRAZIE PER I VOSTRI DONI

       Carissimi amici,
       grazie a tutti
       per i vostri doni.
       Questi sono solo
       una piccolissima
       rappresentanza
       della vostra amicizia
       ed affetto.
       sono felicissimo di
       ciò...bacioni
        a tutti

      vivi la vita    

      Grazie agli amci Trappolinax e luce 1001 per
      i bellissimi regali per il compleanno del mio blog

                    

               

 

SAGGEZZA POPOLARE ANDREOLESE

Cu ava focu campau,cu ava pana moriu.
Chi ha del fuoco è vissuto,
chi ha pane è morto a causa del freddo

'A casa mbidìàta,o pòvara o malàta.
La casa ch'è oggetto d'invidia va
incontro a povertà o malattia.

A bbona lavandàra on manca petra.
Ad una brava lavandaia non manca
pietra (su cui lavare).

E cu' t'affìdi, ti nganni.
Sulla persona a cui presti
fiducia ti sbagli (facilmente).

Canta lu gaddru e si scòtula li pinni.
Il gallo canta e si scuote le piume.
(Si dice di persona che di un fatto
non vuole assumersi alcuna responsabilità
e "se ne lava le mani", come Pilato.

Per altri curiosi proverbi andreolesi:

http://www.andreolesi.com/dialetto/proverbi.htm

 

FRASI CELEBRI

Golda Meir, fu una donna politica
israeliana, quarto premier d'Israele
e prima donna a guidare il governo
del suo Paese.

La vecchiaia è come un aereo
che punta in una tempesta.
Una volta che sei a bordo non puoi
più fare niente
(Golda Meir)

Anton Pavlovič Čechov è stato uno
scrittore, drammaturgo e
medico russo.
Laureatosi in medicina,
scriveva novelle di notte.

L' intelligente
ama istruirsi,
lo stupido istruire.
( Anton Cecov )

Non sappiamo cosa può accaderci
in quello strano guazzabuglio che è la vita.
Possiamo però decidere quello che avviene
in noi, come affrontarlo, che uso farne...
ed è questo, in conclusione,
ciò che conta.
( Joseph Fortton )

 

Henry Ford è stato un imprenditore statunitense.
Fu uno dei fondatori della Ford Motor Company,
società produttrice di automobili, ancora oggi
una delle maggiori società del settore negli
USA e nel mondo.

Chiunque smetta di imparare è vecchio,
che abbia venti o ottant'anni.
Chiunque continua a imparare resta
giovane. La più grande cosa
nella vita è mantenere la
propria mente giovane.
( H. Ford )

Riflessioni sul Tempo ... Il passato rivive ogni giorno perché non è mai passato. (Proverbio Africano); Il tempo è un grande maestro, ma sfortunatamente uccide tutti i suoi studenti. (Hector Berlioz);        Una briciola d’oro non può comprare una briciola di tempo. (Proverbio Cinese);                                            Quando ogni uomo avrà raggiunto la felicità, il tempo non ci  sarà più. (Fëdor Dostoevskij)Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J Lennon )Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.(Charlie Chaplin) L'unica cura per l'acne giovanile è la vecchiaia.( Totò )Ogni minuto muore un imbecille e ne nascono due. ( Eduardo De Filippo )Chi vive troppo tempo in un luogo perfetto finisce per annoiarsi. (Paulo Coelho)