Creato da NASCOSTAMENTE il 18/09/2007

Sento parole

da dentro, da ieri ,da...

 

 

Dirlo

Post n°355 pubblicato il 24 Agosto 2020 da NASCOSTAMENTE

C'è una poesia "ufficiale", quella di chi pubblica e scrive poesia e sulla poesia, quella di chi si incontra per ascoltarsi ed ascoltare, a fatica, anche gli altri, ecco quella poesia spegne ogni creatività, alimenta meccanismi che con la poesia hanno poco a che fare. La poesia sui social, i like, gli inviti, le pagine. Niente di tutto questo ha a che fare con la poesia, piuttosto va considerata  un'attività relazionale surrogata, un acceleratore di visibilità, una ricerca di affermazione e un tentativo di inseguire un'idea di prestigio "borghese".
il paternalismo, la ricerca di protettori ed estimatori, le traduzioni, la genealogia poetica, il do ut des. Dirlo per iniziare di nuovo, nascostamente.

 
 
 
Successivi »
 

Lettera dal Confine

Temo la rabbia dei privilegiati

l' emancipato gelido cinismo.

Io non assolvo chi pecca

di distacco. 

 

 

 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

                    

 

AREA PERSONALE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom