Creato da: tizianacorreale il 16/12/2007
Attraverso i miei occhi a volte una semplice eco, altre un'inarrestabile surrealtà...

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

stefano.rigillocomelunadinonsolopolantpicacap.harlock74tizianacorrealefelisia6farfallanarranteProfumoColoratoTopoCanguroocsurtegossipcoccinellagiannyalfieriblaisemodestyCantastorie61ORCHIDEA693
 

Ultimi commenti

Ciao a tutti! Ci tengo molto a dire che il testo "Lo...
Inviato da: Lorenzo Simonini
il 28/05/2012 alle 20:21
 
Davvero grazie per il commento. Non c'è niente di più...
Inviato da: tizianacorreale
il 27/05/2012 alle 22:36
 
"Qui c'è soave indecisione" Brivido.
Inviato da: zr
il 27/05/2012 alle 14:24
 
Ho letto poche poesie moderne così belle e dense di...
Inviato da: antonio
il 07/04/2012 alle 19:07
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 17:09
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

 
« L'alba ritrovata...Pazzamente normale... »

Mentre lo specchio oscura...

Post n°3 pubblicato il 17 Dicembre 2007 da tizianacorreale

C'era una volta un uomo innocente, così innocente da esser considerato sospetto. C'era una volta un uomo colpevole, così sincero da apparire innocente.                       I due uomini si fanno una pizza, si chiedono: sei gay?                                      Nessuno dei due lo è, entrambi rispondono di sì, per vedere la reazione altrui a quella forma di anormalità. Entrambi rimangono stupidi, si scoprono opposti in simil modo. L'uno ha qualcosa dell'altro, quel qualcosa che lo allontana dalla banalità. Si incontrano spesso lì a mangiare: colpevole, innocente e una calda pizza, si raccontano fatti avvvenuti, lì, nella pizzeria dell'universalità, dove la massa è troppo occupata a rifarsi il trucco nei cessi più profondi dell'anima per scorgere la porta al di là dello specchio, dietro la quale c'è, semplicemente, la vita...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Realtaparallele/trackback.php?msg=3777733

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 18/12/07 alle 20:47 via WEB
questo non mi piace :P
anche se alcune frasi nn sn male


VoLdeMorTa
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 20/01/08 alle 13:25 via WEB
mi piace tantissimo questo tra quelli che ho letto ( quello lungo non l'ho letto perchè non sono in vena :P) ci sono dei concetti bellissimi.^^ ciao gosh
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.