Creato da LinguaRomana il 01/03/2008
Come la mia anima che espia vivendo

LEGA PER LA DIFESA DEL CANE

 

SPAZIO IMMAGINI(fico)

STEFANO MONTANARI - IL BLOG

INCENERITORI, GASSIFICATORI, TERMOVALORIZZATORI

IN UNA PAROLA: MORTE

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

mariomancino.melviprimobazarsidopaulbal_zacstrong_passionamicidiblogNemo_DylandMatteino80psicologiaforensebeth_sullivansilvietta4480kiss_and_knifeLaManu76fotoraccontare
 

Ultimi commenti

Bel blog,bravi!
Inviato da: jocuri gratis
il 07/09/2011 alle 19:41
 
So informative things are provided here,I really happy to...
Inviato da: giochi di sonic
il 07/09/2011 alle 19:39
 
Nuovo membro in condominio. GCeC.
Inviato da: amicidiblog
il 01/08/2009 alle 21:49
 
Festa di compleanno in condominio. GCeC
Inviato da: amicidiblog
il 12/07/2009 alle 18:19
 
Il condominio si è arricchito di un nuovo ...
Inviato da: amicidiblog
il 04/07/2009 alle 19:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Francesco, l'amico del ...

Onore al Requiem

Post n°45 pubblicato il 02 Novembre 2008 da LinguaRomana
 

Quando si definisce “icona” un’opera d’arte molto spesso ci si riferisce alla Nona Sinfonia di Beethoven e nemmeno a tutta l’opera, quanto in particolare all’infinitesimale porzione temporale che l’Inno alla gioia occupa nell’ambito di tutta la composizione. Questo non è accaduto per il Requiem di Mozart. A mio avviso ciò è accaduto per tutta una serie di motivi. Gli incerti natali dell’opera (alcune fonti dicono che pressato dai molti impegni, tra cui il Flauto Magico, non fece in tempo a completare il lavoro commissionatogli da un nobilotto, Franz von Walsegg zu Stuppach, che intendeva esibire l’opera come sua al funerale della moglie); il fatto che pur di riscuotere la somma offerta dal nobiluomo la moglie Constanze radunati gli appunti lasciati alla rinfusa abbia dato l’incarico agli allievi del maestro per condurre a termine il capolavoro. Joseph Eybler, e soprattutto Franz Freistädler e Franz Xaver Süßmayr avrebbero terminato le parti incompiute e per alcune sezioni disegnato la musica che non esisteva, consultando degli appunti di Mozart.
Né francamente appare del tutto credibile che un capolavoro di siffatta grandezza possa essere frutto di quello che alcune voci chiamano “lavoro di bottega”, frutto cioè della cooperazione di molte mani. L’intensità drammatica, il pathos e il dolore a volte struggente dell’opera e alcuni suoi slanci miracolosi non possono far credere a chi mastica musica che per la gran parte quella sia l’opera di un gruppo seppur valido di allievi. Sono del parere che il genio non si sostituisce con il fervore e l’ammirazione.
Ogni volta che ascolto il Requiem resto colpito dal fatto che esso ci parla direttamente; non solo: parla direttamente a qualcosa di intimo in noi, a quella che qualcuno molto più ottimista di me definisce “l’anima”. Chiudendo gli occhi pare che qualcuno ci conduca per mano a visitare luoghi dai quali poi, alla chiusa dell’ultima nota, torniamo indietro: confusi ma beati, colmi di una gioia interna che loro, sempre i più ottimisti chiamano Grazia.
Armonia interiore quindi data dall’armonia che Mozart ha saputo creare.
Per i neofiti consiglio non l’ascolto dell’opera completa, ma di alcune parti di essa come il Lacrimosa, il Tuba Mirum o il Confutatis. Vedrete che poi, come convogliati in un tunnel di luce, vorrete ascoltare tutto il resto e non una sola volta. Proprio come capita a me
.






Anno di composizione presunto: 1791
Anno di morte di Mozart: 5 dicembre 1791



Struttura dell’opera

I. Introitus


1. Requiem aeternam


II. Kyrie


III. Sequentia
1. Dies irae

2.Tuba mirum

3. Rex tremendae

4. Recordare

5. Confutatis

6. Lacrimosa


IV. Offertorium


1. Domine Jesu

2. Hostias


V. Sanctus


VI. Benedictus


VII. Agnus Dei


VIII. Communio


1. Lux aeterna

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Rispondi al commento:
amicidiblog
amicidiblog il 04/07/09 alle 19:46 via WEB
Il condominio si è arricchito di un nuovo membro. GCeC.
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: