Creato da RoHarLu il 01/01/2012
L'Infinito Gioco di Ciò che Sempre È [Vita].
 

 

« Il tempo dell’Abbraccio..Il Grande Gioco dell’Illusione. »

La gioia di essere se stessi.

Post n°267 pubblicato il 11 Marzo 2019 da RoHarLu

Noi originiamo dalla Sorgente unica, e siamo uno con essa. Siamo la sua emanazione, e una delle sue indefinite estrinsecazioni.

Ogni espressione della Fonte aggiunge una infinitesima porzione di conoscenza, che è poi un modo per saggiare le potenzialità del tutto e accrescerne la comprensione.

Quindi, qualsiasi cosa siamo, o diventiamo, arricchisce il Creatore, e introduce nuovi schemi e composizioni.     

Tuttavia, se così è, alla fine per dare il nostro contributo all’intera opera, basta solo vivere, interpretando ciò che più ci appaga, ciò che più si avvicina a ciò che sentiamo essere, in un qualche momento e in una qualche coordinata spazio temporale, l’intero corpo di fisicità, pensieri, emozioni, idee, ideali.

Essere se stessi può così rappresentare la nostra più grande sfida. Soggetti come siamo ad un numero incalcolabile di martellamenti che portano il corpo in una direzione, la mente in un’altra, le emozioni, in una miriade di altre, trovare un punto che possa fungere da perno, potrebbe anche essere un’impresa.

Per questo c’è tanta follia in giro, tanta disarmonia. La quasi maggioranza di umanità dice una cosa, ne pensa un’altra, e agisce in maniera difforme dalla prima e dalla seconda. Senza contare le emozioni, che sballottano senza sosta il buonsenso e i discernimenti.

Per quanto non sia poi così necessario, essere centrati è ciò che alla fine riesce a definirci nella totalità del sistema.

Se poi dovessimo scoprire che tutte le dissonanze, le stonature, le discordanze, sono solo un mezzo per rendere gli esseri meno liberi, e uno strumento estremamente efficace di chi vuole controllare l’intera impalcatura, allora tutto potrebbe acquistare una Luce diversa, e l’esplicitazione di ciò che siamo in un determinato momento divenire per noi un autentico valore.

Il fatto è che essere un qualcosa, indipendentemente da come questo “qualcosa” possa essere valutato da altri, o dalla consapevolezza sociale, o persino da chi condivide con noi attrazioni, attaccamenti, eccitazioni e abilità, ha una sua enorme bellezza, e dovrebbe essere comunque appagante al di là del consenso che ciò possa conseguire.

La Luce sta crescendo nel pianeta. È un fatto naturale. Cosmico, in effetti. Fa parte dei cicli.

L’oscurità però, intesa come assenza di Luce e di Amore per gli altri, non è alla fine così necessaria, configurandosi solo come una anomalia dell’insieme.

Man mano che la Luce aumenta, tutto diventa più visibile, al punto che si potrà scegliere il meglio per noi stessi e per ciascun altro.

Per quanto si sia totalmente liberi, condividendo la stessa origine, di preferire qualsiasi cosa più ci aggrada, e chi vive il senso del rispetto, e ama intimamente la sovranità di ogni creatura, potrebbe addirittura incontrare delle difficoltà nell’impedire a chiunque una qualunque azione, l’opzione di non ferire mai alcuno dovrebbe farci trovare tutti d’accordo, perché salvaguarda l’interesse di tutti e ogni forma di interazione e amorevole coesistenza.

Forse, solo forse, in un Universo dove l’unica regola è la Luce che permette di illuminare il tutto, e l’Amore che ne consegue, in qualche modo dovrebbe accomunarci la gentilezza, la delicatezza, il senso dell’onore e della dignità dell’animo.  

Per questo siamo così tanto attratti da chi ha il Cuore aperto, che istintivamente ama, e da quelle che, a volte quasi con pietosa indulgenza, vengono qualificate come “brave persone”. E sempre per questo mal giustifichiamo i bulli, gli spacconi, i prepotenti, i gradassi, e chi non riesce ad avere considerazione per gli altri, perché alla fine non riesce ad apprezzare la magnificenza e lo splendore del tutto.  

E se è anche vero che il mondo sia di tutti, è altresì innegabile che quando è l’Amore che argomenta, che disputa, e dimostra e impone, solo l’essere può ritrovarsi al centro di tutto.

Ogni essere. Nessuno, nessuno, escluso.

 

Con tutto il Rispetto della Sovranità di ciascuno consentitomi dalla Grazia,

un Saluto di Cuore, nel gioco Infinito di ciò che sempre È [Vita]. Marius L.  

Namasté!

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

Contatta l'autore

Nickname: RoHarLu
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 100
Prov: SR
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Da Visitare

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Ultime visite al Blog

Coralie.frRoHarLulennon927Ticerco_sempreIrrequietaDlubopoElemento.ScostanteSmeraldo08karma580anna545cristallinellarocciaacer.250prefazione09Terzo_Blog.Giustekilal
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultimi commenti

Namaste'
Inviato da: RoHarLu
il 11/05/2019 alle 23:20
 
Che poi anche chi pensa di avere il controllo su tutto si...
Inviato da: Mr.Loto
il 11/05/2019 alle 15:55
 
In effetti è proprio così ma la maggior parte delle persone...
Inviato da: Mr.Loto
il 02/03/2019 alle 13:09
 
Interessante questa teoria, è la prima volta che la...
Inviato da: Mr.Loto
il 05/02/2019 alle 13:44
 
Namaste'
Inviato da: RoHarLu
il 12/11/2018 alle 13:48
 
 

Tag

 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom