AMORE UNIVERSALE

BLOG INDIRIZZATO ALLA RICERCA INTERIORE.

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

UNITA' ARMONIA AMORE.

 
 

FACEBOOK

 
 

tutto è

 

Amore e pace

 

RIFLESSIONE

Chi ha visto l’occhio prima che l’occhio vedesse qualcosa?

 

"La verità è una terra senza sentieri".

J.krishnamurti.

 

SITO GEMELLO.

.....................................................................................

http://utenti.lycos.it/ravas/

---------------------------------------------------------------------

 

RIFLESSIONE

Lo scopo della vita è di perdere l’io separato che partì come scintilla individuale…

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

 

« La chiave della vita.Accettazione senza resistenza »

Una bella storiella.

Post n°229 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da salvatore.ravas

Quattro fratelli ciechi erano stati incaricati dal loro padre di lavare un elefante. Quello che lavava le gambe disse che l’elefante era come un tronco d’albero; quello che lavava la coda lo paragonò ad un serpente, quello che puliva la proboscide ad un tubo di gomma, mentre quello che stava lavando le orecchie era convinto che l’elefante assomigliasse ad un immenso ventaglio.

Essendo ciascuno convinto di avere ragione, finirono per litigare. Per fortuna, prima che diventassero  violenti arrivò il padre, che non era cieco, e spiego che avevano tutti un po’di ragione, in quanto l’elefante è composto dalla coda, che assomiglia ad un serpente, dalle zampe, che assomigliano a dei tronchi, dalla proboscide, che sembra un tubo di gomma, ed infine dalle orecchie, simili a dei ventagli.

Commento:

Noi, con le nostre opinioni, ci comportiamo come quei ciechi. L’universo è come un grande puzzle; e noi non vediamo mai l’insieme dei pezzi che lo compongono. Purtroppo ognuno di noi crede di sapere, finché non comprende di non sapere.

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/SALVATORE0/trackback.php?msg=9389622

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ormalibera
ormalibera il 15/10/10 alle 23:27 via WEB
Verissimo, ma sono in pochi a comprenderlo un sorriso
 
 
salvatore.ravas
salvatore.ravas il 16/10/10 alle 09:32 via WEB
Ciao Ormalibera. Felice fine settimana. un abbraccio nell'uno. namasté! :-)))
 
spersadiillusioni
spersadiillusioni il 17/10/10 alle 15:16 via WEB
ogni tanto mi capita(capita?) di entrare per caso (per caso?) in blog quà e la. Oggi mi è capitato il tuo.Per comprendere di non sapere, bisogna avere quella comprensione e quella fede che ci permetta di vedere a occhi chiusi l'insieme delle cose. Molti/troppi credono invece di aver compreso tutto ciò e portano altri a fidarsi di loro. Non è seguendo l'umano che ci rendiamo conto di non sapere, ma cercando di immergerci in ciò che non esiste all'occhio umano...ma è un sentire che ci guiderà a capire che quell'elefante è un tutt'uno. ...ti auguro buon pomeriggio Ester
 
 
salvatore.ravas
salvatore.ravas il 20/10/10 alle 08:44 via WEB
Grazie carissima Ester bel commento. un abbraccio nell'Uno.:-))))))
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: salvatore.ravas
Data di creazione: 11/03/2008
 

IL SITO WEB AMORE UNIVERSALE!

VI INVITO A VISITARE IL MIO SITO WEB

http://www.amoreuniversale.altervista.org

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jean29mariomancino.mdefinam68_1one4womanIl.Cielo.Negli.Occhinilsiafranco_cottafavistatuadisalemarinamarniehengel0ladyhawk6sykofanteoKioDfalcoaquila.in.volostellaserenity
 

L’indifferenza alla pena del vicino porta la pena alla nostra porta. 

(Nisargadatta Maharaj) 

 

RIFLESSIONE

Non perderti nell'inconsapevolezza,
nelle false dottrine,
nelle abitudini del mondo.

 

ULTIMI COMMENTI

IL DIALOGO SPIRITUALE

-----------------------------------------------------

Il dialogo spirituale è molto difficile, in quanto ogni uomo  ha come

unico punto di riferimento ciò che egli stesso riesce a comprendere: e

per lui conta la sua esperienza, non quella degli altri, conta l'universo

che si è creato.
------------------------------------------------------
 

CIÒ CHE É

Tutto è cosi com’è.

Tutto è soltanto ciò che è.

Accettalo e non fare resistenza.