SOURCE OF DREAMS

PARLO DLLE DONNE PERCHE' NON CONOSCO GLI UOMINI...

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIMI COMMENTI

Bella questa "poesia" in cui le emozioni sono...
Inviato da: francoroc0
il 06/07/2011 alle 15:49
 
Dove sta il tasto mi piace? Un salutone
Inviato da: virtute81
il 16/03/2011 alle 16:59
 
Niente più di un futuro luminoso… trapunto di stelle in un...
Inviato da: Buiosudime
il 14/02/2011 alle 13:24
 
Ciao....CARLO!
Inviato da: fosco6
il 04/02/2011 alle 21:48
 
uhmmm Carlo :))) qualcuno potrebbe pensare che la tua vita...
Inviato da: ceraunavolta63
il 25/01/2011 alle 15:55
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ceraunavolta63Luky613Primosirefosco6max_6_66psicologiaforenseil_ramo_rubatoWIDE_REDdoublellevirtute81strong_passionspagnolosanmar05toodykremuziomoscardino92
 

 

Cat people

Post n°52 pubblicato il 21 Dicembre 2010 da ceraunavolta63

Come la nebbia continua a nascondersi nelle valli,così fanno gli antichi peccati,rimanendo radicati nei posti più segreti...

 
 
 

Libertango....

Post n°51 pubblicato il 21 Dicembre 2010 da ceraunavolta63

 
 
 

Cogito ergo...dono

Post n°50 pubblicato il 20 Dicembre 2010 da ceraunavolta63

E’ un enigma atavico come gli uomini riescano sistematicamente a sbagliare regalo per la propria compagna…

Gli uomini e i regali alle donne…un dilemma, quasi una legge di natura. Ma come mai non riescono matematicamente a non azzeccarne uno?

Di seguito elenco tre delle innumerevoli categorie di uomini  alle prese con i regali:

L’UOMO A CAVAL DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA:Il maschio appartenente a questa categoria soffre di una particolare dissociazione mentale ed è solito manifestare tale sindrome in tre modi:

1) opta per un maglione di quattro taglie più grande.Del resto è di cashemere, pazienza se è di un giallo maionese avariata che spaventerebbe un daltonico.

2) Visto che lei dieci anni fa, aveva detto “che bello” vedendo un gioiellino a forma di fiore, viene colto da un pericoloso imprinting…per gli anni successivi lei riceverà fiori declinati in orecchini, bracciali, collane. Esaurite le varianti di gioielli, si passerà a cambiare le misure (fiore grande, medio piccolo), finchè lei sarà completamente addobbata di pendagli che l’albero di Natale sarà una spesa superflua

3) Quello che in preda ad una sorta di transfer, riflette su di lei il proprio desiderio…Il delirio ha portato alcuni uomini a regalare abbonamenti di pay tv al calcio, trapani, kit completi per il “fai date” (ciò che in effetti si meriterebbero, vita natural durante, dopo una simile pensata). Lei di solito ridacchia (“ma è uno scherzo!”) e gratta per un’ ora il fondo della scatola in cerca del regalo “vero”

L’UOMO DARE E’ MEGLIO CHE RICEVERE. Il maschio in questione è generoso sì, ma per vanità. Narciso fino all’osso gode solo del momento in cui dice “Amore, ti porto in centro e tutto quello che riesci a comperare in due ore sarà tuo” Il sogno di ogni donna….se non fosse che a questo comportamento  è associata una peculiare sindrome detta ”ti sta benissimo, dammelo…vado alla cassa” , sidrome che si manifesta appena dopo il secondo abito provato : - P

L’UOMO E’ IL PENSIERO CHE CONTA: Questo motto non si comprenderà mai del tutto finchè non si avrà a che fare con il caso umano in oggetto. Trattasi del maschio che riesce seraficamente ad ignorare per tutto dicembre ciclopiche luminarie a forma di renna che lampeggiano sopra ogni strada, vetrine che sembrano l’Etna in eruzione di notte, un albero formato Rockefeller Center in salotto. Lui è maestro di ingenuità e la notte di Natale, quando lei, a mani vuote, umiliata davanti alla famiglia, vorrebbe solo fulminarlo piantandogli tutte le luminarie nella vasca da bagno(con lui in ammollo), minimizza “Scusa, mica posso ricordarmi di tutto!!!!”

Ironia a parte il “piacere del regalo” per le persone che si amano, è qualcosa di estremamente ponderato…qualcosa che leghi per sempre il pensiero all’oggetto.Il regalo giusto è…per la vita.

Buon Natale

 

 

 
 
 

Aspettami...

Post n°47 pubblicato il 26 Novembre 2010 da ceraunavolta63

Credeva di aver conosciuto della vita tutto ciò che le occorreva sapere…in verità,non tantissimo,ma giusto ciò che le bastava e nel suo caotico ordine aveva archiviato e catalogato tutto…Poi un giorno, si accorse di una parte della vita che non immaginava. ..

Improvvisamente,l’azzurro del cielo le abbagliò la vista come capita a chi è stato per lungo tempo al buio, fu stordita dal  profumo dei fiori,percepì una melodia che sembrava gli altri ignorassero…

Fu allora che si rese conto di assaporare delle sensazioni con il gusto di chi inizia un pranzo affamato da giorni di digiuno …

Era come passare da un mondo ad un altro saltando di emozione in emozione… e sembrava che tutto ruotasse intorno a lei, il sole,la luna, le stelle …ed erano gli stessi astri di sempre, ma solo ora si accorgeva di quanto quel sole riuscisse a riscaldarla, e quella luna e quelle stelle ad illuminarla nelle sue notti insonni…

E,riusciva a fare l’amore, e lo faceva come non l’aveva mai fatto prima,… non c’era cielo che potesse dividerli, e lei,seguendo il suo richiamo, lo raggiungeva  in quell’universo fatto solo di loro…e la sua promessa sarebbe stata sempre la stessa”Aspettami, … io ritorno”

 

 

 
 
 

Me la dai la tua e-m@il?

Post n°46 pubblicato il 17 Novembre 2010 da ceraunavolta63

Aumentano continuamente le relazioni tra persone che si conoscono in chat. In molti casi sono semplici avventure ma in alcuni si tramutano anche in veri e propri amori…

Come riconoscere il tipo adatto alle nostre esigenze? Ovviamente parlo delle donne perché non conosco gli uomini e ho elencato tre esemplari femmina tipici della caccia grossa sul web…

LA SCATENATA: Chatta con te istericamente, battendo incredibilmente in fretta le risposte…in genere onomatopee o emoticon. Chatta con quindici tipi per volta e magari ti chiama Antonio e non sei tu :-) …Se anche riesci a trattenerla per più di dieci secondi, sparisce di colpo per rispondere al cellulare o mandare un sms tenendo sempre un occhio sui messaggi della chat. E’ una drogata da comunicazione e, alla fine di tutto, non comunica più niente a nessuno. Non si combinerà mai niente con queste sclerate! :- )

LA MATERIALISTA BOLLENTE: E’ perfetta per il ripasso completo del Kamasutra già al primo incontro. E’ evidente che conosce il manuale a memoria e, la prima volta ,è una bomba. Naturalmente non chiede altro che rifarlo al più presto…e qui le cose si complicano. Farà sapere che se ne vuoi  ancora, bisognerà portarla un po’ fuori. Se si riesce, nonostante tutto, a rivederla sotto le lenzuola, non vi faciliterà mai il compito e vi stancherà in fretta delle discussioni su quello che è o non è una vera relazione…uhmmm

LA SILENZIO RADIO: Sequenza tipo: avete avuto un buon feeling. Dovete chiamarvi per vedervi (o rivedervi) al più presto e invece…non resci più a trovarla! Malgrado sms, mail…Dopo un lasso di tempo che supera ampiamente ogni regola dell’educazione più elementare, giochi l’ultima carta…la chiami con un numero nascosto| A volte funziona e risponde. Di solito…è proprio stronza!!!!!! :-P

 

 
 
 

pausa ...

Post n°45 pubblicato il 11 Novembre 2010 da ceraunavolta63

 
 
 

Una brava amante può essere una buona moglie?

Post n°44 pubblicato il 10 Novembre 2010 da ceraunavolta63

La storia è antica come il cucco…Una giovane donna ruba il marito a un’altra, ne diventa la moglie ma trascorso qualche anno tocca a lei essere mollata per una new entry.

La signora che prima era una brillante sciupa maschi, si trova a piangere lacrime amare come moglie abbandonata nel più classico dei modi…sostituita dal suo stesso fantasma! (ho sentito un “ben ti sta”…sbaglio?).

Insomma, torniamo alla domanda primigenia, una buona amante può trasformarsi in una buona moglie? O meglio, una donna che ricopre lucidamente il ruolo di amante con tutti gli annessi e connessi è capace di sostituirsi nel suo contrario? Ovverossia in una signora prudente, femmina morigerata, incline alla routine sessuale e sentimentale?

Giudizi moralistici a parte un’amante può trasformarsi in una buona moglie? E cosa si intende per una buona moglie? Una che riesce a tenersi il suo bottino? Che faccia terrra bruciata intorno a lui e che fulmini qualsiasi presenza lo avvicini?

Se è questo, sia detto subito,  che dipende dal carattere della signora. Se è una specie di valchiria armata allora è verosimile che l’operazione marito blindato riesca. Se invece è una donna normale, una che ha avuto la fortuna sfortuna  di vivere il ruolo di amante, forse potrebbe riuscire anche a tenerselo…(siete sicure di volere proprio questo? :-P). Se il rappporto che lo lega al suo partner è abbastanza forte, allora è facile che riesca ad…allungare i tempi (prima o poi ne arriva SEMPRE un’altra!)

Finito lo champagne nella vasca da bagno, i baci rubati, le adorabili menzogne che facevano da cemento, ora sul desco preparato per la cena, scorrono litri di più modesto vinello e il fine settimana rischia di trasformarsi in un leggero incubo con suocera a carico…

Ne valeva la pena? Ognuna conosce perfettamente la risposta

 

 
 
 

Shopping addicted :Istruzioni per l’uso

Post n°43 pubblicato il 03 Novembre 2010 da ceraunavolta63

Dopo una breve pausa di riflessione le mie elucubrazioni  si sono concentrate sul fenomeno,ahivoi dilagante, dello shopping addict per farla più semplice...gli acquisti compulsivi, e su quanto possa essere dura  la vita del marito della shopping addicted.

Dunque è consigliabile che egli impari fin da subito a riconoscere i sintomi di tale mania compulsiva la cui sottovalutazione preclude a potenziali catastrofi matrimoniali.

INDIZIO N°1: La moglie rientra in punta di piedi accompagnata da un sinistro scartoccìo di sacchetti, segue corsa furtiva in camera da letto per nascondere il bottino, conclude apparizione angelica con sorriso fino alle orecchie.

INDIZIO N°2: Un magma di top di paillettes misto a pantaloni, jeans, camicette, micro gonne, maxi pull, medium…uhmmm no, di medium non c’è niente è tutto all’eccesso…che tracima dall’armadio di lei fluendo nell’armadio di lui.

INDIZIO N°3: Il marito ancora rintronato dalla sveglia precoce, attinge al cassetto delle cravatte e si trova ad annodarsi al collo un paio di leggings fucsia.

INDIZIO N°4: Letale esondazione di vestiti da armadi,cassetti,comò,panche e credenze. A questo punto allertare la protezione civile ed evacuare repentinamente l’abitazione.

Ho già detto che parlo delle donne perché non conosco gli uomini? …Repetita iuvant : -))))

 

 
 
 

Sebben che siamo donne...

Post n°42 pubblicato il 28 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

Sebben che siamo donne, se vi dovessero offrire di trascorrere un week end in compagnia di sole donne, amiche, colleghe ecc ecc, con l’apparizione sporadica di qualche maschio, non declinate.Potrebbe essere l’unica occasione (perché state pur sicure che non vorreste mai più ripetere l’esperienza) di rivivere in questa full immersion, tutta l’infanzia e l’adolescenza dei vostri rapporti al femminile e soprattutto di verificare, oltre ogni ragionevole dubbio, perché le donne ci hanno ammorbato i pensieri negli ultimi…uhmmm 2000 anni e si potrebbe anche capire perché colpiscono senza pietà persino le più deboli.

Vedrete donne, apparentemente posate, fotografare  con un pretesto, l’amica o collega più potente ma, esteticamente svantaggiata (in parole politicamente scorrette…bruttina), e inviare l’impietoso ritratto con mms alle amiche e colleghe di perfidia rimaste a casa, in una replica perfetta delle angherie a cui  le adolescenti di tipo Alpha (quelle ricercate,popolari, prevaricatrici) sottopongono le coetanee di tipo Beta a scuola.

Verificherete anche come le femmine B dell’adolescenza(ovvero donnicciole posate) si trasformino in femmine A non appena abbiano uno straccio di carica e soprattutto siano in gruppo!

E verificherete anche la vostra reazione, e vi stupirà scoprire che è la stessa dei tempi della scuola e magari eravate anche voi un tipo A ma con lo spirito delle B…insomma vi verrà voglia di picchiare le aguzzine ma vi limiterete all’invettiva!

La grande verifica si avrà nel momento in cui verrà inserito nel gruppo…un uomo!Qualunque ometto va bene, meglio però se dotato di piccolo o medio potere. Vedrete quasi ogni donna, ma soprattutto  le donne dotate di una minima rilevanza nel mondo del lavoro, farglisi accanto mansuete come agnellini, belanti come pecore, plaudenti come pinguini, disposte sempre all’obbedienza come don Abbondio.

Provate a contraddirlo l’ometto di potere…lui non profferirà verbo…non ne avrà bisogno,saranno quelle donne  che lui non conosce nemmeno, a farlo per lui…feroci e dimentiche di qualunque forma di solidarietà…

A quel punto potete ritornare a casa soddisfatte per aver capito perche le donne….a mmorbano i pensieri!

Parlo delle donne perche non conosco gli uomini :-)

 

 

 
 
 

Vendetta contro la donna perfetta

Post n°41 pubblicato il 26 Ottobre 2010 da ceraunavolta63

La crudeltà della perfezione non può essere compresa finchè non la si incontra…

Sempre in agguato pizzicherà gli uomini ovunque, in banca, in ufficio, seduta al tavolino di un bar …e avrà le spietate sembianze di una donna…

Lei con la sua camicetta si seta appoggiata  sulla pelle, come una seconda pelle, lei con le sue gambe fasciate nelle immancabili calze nere, con la gonna a tubino sapientemente tirata  sopra al ginocchio per favorirne l’accavallata che TU segui attimo per attimo…e lei che non ti degna nemmeno di uno sguardo…

Inconsciamente  nella tua mente accarezzi il tessuto morbido della sua camicetta, gradevole al tatto come la carta  vetrata , soffermandoti su quel bottoncino sbadatamente slacciato sul seno…

La osservi perfetta nelle sue sfumature di grigio e nero dei suoi abiti…e tu, niente, non c’è niente da fare, sembri l’opera futurista di un pittore daltonico…

Il tuo viso è illuminato da un perfido ghigno…immagini che nella sua efferata perfezione, avrà un armadio in cui a breve si anniderà un nugolo di tarme più voraci delle cavallette bibliche che le divorerà  tutto il suo …rincorrersi  perfetto di sfumature di grigio e nero…

La prossima volta imparerà a non degnarti di uno sguardo!

 

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: ceraunavolta63
Data di creazione: 13/09/2010
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom