Creato da francescalc.mi il 04/01/2008

la via al benessere

counseling - supporto psicologico

 

 

« IL COUNSELING.. DI CHE S...AMARE SE STESSI PER SAPE... »

I SOGNI...  ALLEATI PREZIOSI!

Post n°26 pubblicato il 21 Gennaio 2008 da francescalc.mi
 

 

 

CONOSCERE DI SE' MEDIANTE I PROPRI SOGNI 

 

    

 

 

 

...un modo per ottenere numeri da giocare al Lotto?..  un simbolo da

 

rintracciare nel libro dei sogni per individuarne il significato?.. niente di tutto questo.

 

Se ci liberiamo da superstizioni e creduloneria possiamo scoprire nel sogno un valido

 

alleato per la nostra crescita personale ed un accurato strumento terapeutico.

 

 

 

Fu grazie alla rivoluzione freudiana all'inizio del secolo scorso che venne definito il

 

senso del sonno paradossale, vale a dire quella fase del sonno in cui siamo

 

cerebralmente attivi (onde cerebrali simili alla veglia, rapidi movimenti oculari...) pur

 

rimanendo fisicamente atoni.

 

La funzione primaria del sogno è volta, secondo Freud, al compimento di un

 

desiderio.

 

Una funzione ulteriore è data dalla rielaborazione di contenuti inconsci e

 

repressi...

 

 

 

La moderna psicologia dinamica ed il lavoro di F.Perls in particolare, ampliarono il

 

significato funzionale del sogno con lo sviluppo di nuove teorie.

 

Perls ed i suoi collaboratori partirono dal presupposto che tutto l'organismo umano funzioni come

 

una cellula, che mediante la sua membrana porosa di rivestimento assimila ciò che è nutriente, espelle i

 

residui ed aliena ciò che sente velenoso.

 

 

 

Questo processo involontario, totalmente spontaneo (integrazione/espulsione) caratterizza anche

 

l’organismo umano e viene ad interrompersi , ad “incepparsi”

 

1.                quando l’individuo comincia ad esercitare un controllo razionale volto ad assimilare ciò che ritiene corrispondente al proprio ideale e a rinnegare gli aspetti del suo sé che non gli paiono conformi  allo stesso  (qualcosa del tipo: per essere “il miglior me” devo diventare e non devo assolutamente essere…)

 

2.                quando l’individuo smette di sentire e comincia a decidere cosa “lasciar entrare” e cosa no sforzandosi di adeguarsi a modelli esterni a sé (per essere amato, accolto devo diventare… non devo mostrarmi…)

 

 

 

quando ciò accade, alcune parti del Se' vengono rinnegate (perchè non

 

le vogliamo accettare, perchè ce ne vergogniamo, perchè le temiamo...) e di

 

conseguenza proiettate all'esterno.

 

Non accettandole come parti di noi, le disconosciamo…

 

E la nostra vita perde in qualità..

 

In che senso?

 

Proviamo a fare un esempio:

 

come sarebbe possibile poter dire di star davvero bene, di vivere appieno il nostro potenziale

 

negando l'esistenza (e quindi l’uso!)  di un nostro braccio?

 

Si potrebbe sopravvivere disconoscendo un nostro arto? Di certo sì.. ma con un certo disagio..

 

Disagio causato dal non usufruire di una nostra preziosa risorsa..

 

 

 

maggiori sono le parti di noi che rinneghiamo e non usiamo, maggiore sarà la sofferenza psicologica che

 

vivremo.

 

Quando la nostra spinta istintiva verso la curiosità, il bisogno d’amore, il diritto ad essere

 

fragili, le nostre emozioni di collera o dolore o impotenza vengono da noi negate.. siamo costretti a subire

 

il conflitto tra il nostro modello ideale di sopravvivenza e la salvaguardia del nostro autentico sé.

 

 

 

.. ma che ne è di queste proiezioni, parti di noi stessi rinnegate??

 

Poiché ci appartengono… non possono che tornare..

 

nei sogni, per esempio (come anche in molti psicosomatismi!) irriconoscibilmente

 

trasformate dal processo onirico.

 

 

 

Ed è proprio procedendo a ritroso, vale a dire svelando attraverso una precisa metodologia il

 

contenuto latente del sogno (quello manifesto è tutto ciò che ricordiamo),

 

diviene possibile recuperare le parti del sè rinnegate.

 

Perchè farlo?

 

Perchè solo giungendo all'integrazione di tutto quanto noi siamo, ci è possibile

 

raggiungere un benessere autentico.

 

Recuperare le parti di el Se' proiettate significa poter finalmente disporre di tutto

 

il nostro potenziale, di ogni nostra risorsa..

 

Che è poi l'obiettivo di ogni terapia di counseling.

 

La conferenza del 1 Marzo, riedizione di quella dello scorso autunno, permette ai

 

partecipanti di scoprire di più sul tema,

 

come anche, a chi lo desidera, di cimentarsi in un lavoro esperienziale attraverso cui,

 

con la guida della counselor, "verificare" quanto concreto e sorprendente possa

 

essere il lavoro con i sogni.

 

 

 

Sull’argomento:

 

F.S. Perls – LA TERAPIA GESTALTICA – Casa Editrice Astrolabio

 

J. I Kepner – BODY PROCESS Working with body in psychotherapy – Franco Angeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

ULTIME VISITE AL BLOG

raffaeleiervasisibillixp.polizzottomassi52.mcri863alisia_b2004bepi431capemboccieteknoedilpgdeliformemanuela.restucciavianovarolee9morenabella1ely80.eb
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom