Creato da schik1 il 30/05/2011

Silvana Scognamiglio

Se ami la lettura, svolta a sinistra, vai in fondo e rifletti. Hai appena terminato di leggere il testo che ti piace. Teatro, Musica, Danza, le basi per una vita migliore e di qualità.

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: schik1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 50
Prov: NA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

schik1apungi1950Pathos_ErosNonnoRenzo0karma580misteropaganodiogene51lubopoprefazione09letizia_arcurisilvano.minoliTerzo_Blog.Giusjbadolatthejumping
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

 

Un leggero tocco di Classica..

Post n°948 pubblicato il 02 Maggio 2019 da schik1

 
 
 

Un corpo bellissimo

Post n°947 pubblicato il 02 Maggio 2019 da schik1

Ho avuto sempre un corpo bellissimo.

Ne sono sempre stata fiera ed orgogliosa, il mio punto di forza.
Ma se per alcune donne la bellezza ha aiutato anche a fare carriera, per me è stato l'esatto opposto.
Troppe gelosie, troppe invidie, lotte, accese diatribe: Quanto sei magra, magari potessi avere il tuo fisico, emani sesso, con te tradirei un harem di mogli e cose del genere.
Risultati immagini per corpi di donna bellissimi 
Questa ragazza ovviamente non sono io, ma a fino ai miei 40 anni sono stata così. Bellissima, vero?
Eh si, qualunque uomo vorrebbe una gnocca così pazzesca!
Ci stavo bene nella mia pelle, ma certi uomini compreso mio marito, mi facevano sentire un oggetto. Sguardi davvero fastidiosi, scrutavano insistentemente nei punti sexy, commenti da sbavo e cose del genere.
Effettivamente mi vestivo anche succinta, ma mai volgare.
Adesso ho 50 anni e mi sono poco arrotondata, sono "burrosa" ma il fisico è sempre bello. Così tanto bello, ben disegnato che i ventenni si voltano a guardarmi mentre cammino per strada. E' la camminata sensuale a fare la differenza.
Non mi volto a guardarli subito, ma sento i loro occhi che mi scrutano a distanza. E le gomitate delle mogli incazzate!!
Ovviamente non sono più giovanissima ma mi piaccio ancora molto anche se i segni del tempo son passati anche su di me.
Ciò di cui ho voglia adesso è vivere una vera storia d'amore libera e nello stesso tempo seria e impegnativa.
L'amore per me è solo una parola ancora da scoprire, ovvero sentirmi veramente amata come persona e non solo come fossi un trofeo da mostrare agli altri: Sto con una bella donna!!
Mi è mancato il vero amore, il disinteressato amore. Finchè gli uomini apprezzeranno solo il mio corpo e non anche la mia intelligenza e sensibilità, resterò da sola.
Le avventure squallide le lascio agli squallidi.
Io valgo. Quanto il mio bellissimo corpo.

   .. e anche la mia voce mi piace. Questa, come questa di Mina, sta nelle mie corde

Silvana
 
 
 

Certa gente è scema

Post n°944 pubblicato il 29 Aprile 2019 da schik1

Disapprovo quelle persone, specialmente le donna che fanno uso di magie, legamenti, fatture e schifezze del genere per accalappiare una persona, perchè trattasi di questo.

Chi ti vuole ti prende altrimenti arrangiati e non rompere le scatole al prossimo perchè queste cose esistono, hanno effetti e fanno male alle vittime.

Questa scarsa autostima che si ha perchè a tutti i costi vogliono quella persona sicuramente non porta al vero amore, ma all'ossessione di voler vincere a tutti i costi.

Spiego brevemente a sta gente os'è il VERO amore:

1 libertà di esprimere se stessi e accettare i difetti dell'altra persona

2 se non ci sta bene, lasciamo andare a troviamocene un'altra

3 nutrire un sentimento puro amando la persona facendo il suo interesse e dopo il nostro

4 amarla anche se ci respinge

5 lasciarla andare anche con un altro anche se ci fa male

6 essere felici di sapere che è felice anche senza di noi

7 amore incondizionato

8 amore disinteressato

9 non desiderare i suoi averi: soldi, case, regali ecc

10 essere felici e sorridere senza un motivo

11 sentirlo vicino anche a km di distanza

12 fidarsi

13 fidarsi

14 fidarsi e confidarsi.

 

Tutto ciò è lontano dalla coercizione ma prevale il libero arbitrio.

 
 
 

Ai signori che ora ignoro...

Post n°942 pubblicato il 24 Aprile 2019 da schik1

   Io sono così a lavoro.

 

-------   questa è la mia personalità e non la cambio. Ci sto bene in questi panni. 

Saluti

 
 
 

Galeotto fu...

Post n°938 pubblicato il 15 Maggio 2018 da schik1

Immagine correlata


L'amore, amore mio.
Durante il viaggio in treno che la conduceva a Milano, le si sedette accanto un'anziana, dal volto serenamente affidabile. Tirò dal libro che aveva in borsa, la foto di suo figlio e l'osservò con insistenza. Poi notò lo sguardo distratto della sua vicina di viaggio, nel guardare fuori dal finestrino, il panorama. Pioveva e le nuvole erano intrise di acqua. "Questo è mio figlio, un brav'uomo", le disse interrompendo la donna nel suo intento che le sorrise appena.Riprese lo sguardo verso il panorama. Alla stazione di Milano l'attendeva il suo uomo che non vedeva da mesi, sempre in giro per tournèe e aveva tanta voglia di abbracciarlo. Almeno così doveva essere e invece si ritrovò da sola sotto la pioggia torrenziale i attesa di un taxi che la conducesse a casa.Eh.. niente cellulare. Davanti al caffè si chiedeva dove fosse finito. Lo chiama al telefono, ma in casa evidentemente non c'era. S'adombrò. Dopo una doccia si stende sul letto, s'addormenta e sogna.
Galeotto fu la foto... il figlio della signora era li che l'attendeva in stazione e le corre incontro abbracciandola. Si precipitano a casa e appena chiusa la porta si spogliano e si baciano frettolosamente, senza dirsi una parola. Lui l'accompagna nel letto e fanno l'amore. Intenso, davvero soddisfacente, proibito e provò una bella sensazione di appagamento. Si gira e si ritrova da sola nel letto e delusa... si sveglia. 
Che strano sogno. Suona il campanello della porta, apre e le appare la donna del treno con una borsa.
- Sono la sua vicina, ho appena traslocato e.. questa l'ha dimenticata sul treno. So di lei, è una pianista famosa ed io sono onorata di averla come dirimpettaia. 
- Grazie - appena accennato.
Chiuse la porta stupita, osservò la borsa l'aprì e trovò i regali che aveva comprato per lui, durante la sua assenza. La ripose nell'armadio. A qualcosa servirà.
Lui, niente. Cena da sola e lui, niente. Squilla il telefono e finalmente..
Giorgio, dove sei finito?... Cosa?.. No... no tu adesso vieni e mi spieghi... come un'altra? ...
i suono assordante del telefono riattaccato gli salta in gola. Era finita. E meno male! Una noia tremenda! Non
l'aveva mai accompagnata, mai sostenuta e tutti quei regali? Ma si! Serviranno a qualcosa! Accese la radio e mentre sorseggiava un drink, suona la porta. Stavolta era il figlio della vicina.
Mi scusi il disturbo. Ha dello zucchero da darmi? Sa, mia madre ha dimenticato di comprarlo..signorina?
Era assai meglio del sogno e... scoppiò in una grassa risata perchè lui non sapeva di aver fatto l'amore con lei ancor prima di conoscerla!! 
Aspetti, .... ecco lo zucchero.. glielo darei per tutta la vita.

 
 
 

Il mio piccolo rifugio

Post n°934 pubblicato il 16 Febbraio 2018 da schik1

Sulle note di questo brano trovo ispirazione.

Mia, mio aggettivi possessivi che spaventano un pò, perchè tolgono la libertà.

L'Amore incatena, ha una forza attrattiva che supera ogni proprio volere, ogni intenzione

Non a caso supera barriere insormontabili, riduce lontananze fisiche e mentali perchè non accetta il no, il confine, il limite.

Tu mi hai catturato con un piccolissimo gesto che io, distratta dal mio male, non ho colto al volo. Mi hai messo a disposizione ciò che non concedi facilmente a tutti.

Ho sobbalzato quando ho compreso che

quel giorno, presa dalla fretta di andare via,

non ho osservato bene, ma ho solo guardato ciò che al momento m'interessava.

Verranno tempi migliori e riceverai da me la meritata ricompensa.

Fammi stare bene

ti farò stare bene.

 
 
 

Ciao a tutti

Post n°932 pubblicato il 11 Febbraio 2018 da schik1

Ciao proprio a tutti.

Ho trascurato questo Blog per qualche mese perchè avevo delle abitudini da soddisfare.

Ho visto Baglioni al Festival e mi è piaciuto molto anche come uomo. Trovo che assomigli ad un medico romano anche negli atteggiamenti che trovo affascinanti ed eleganti.

Baglioni è una persona introversa, ovvero una persona che difficilmente esterna i suoi sentimenti a parole e direttamente se non con il solo mezzo che ha a disposizione: la musica.

Approcciarsi agli altri significa esporsi apertamente anche attraverso la fisicità, si gesticola, si utilizza il viso apertamente, si utilizzano i piedi e soprattutto le spalle per dirigersi da una parte all'altra mentre si parla e poi si utilizza un linguaggio molto aperto.

L'introverso è schivo, chiuso, statico per certi versi, quasi come se volesse difendersi dagli altri restando al proprio posto e in silenzio. E dietro quei silenzi esiste un mondo eterno, fatto di richieste di aiuto, di essere compreso, amato e accettato per come è.

Sor Claudio è stato così, infatti come tutti gli introversi, non è stato capito, non tanto apprezzato, non tanto piaciuto. A me, un casino!!

Due ruoli precisi che ha saputo eludere l'uno dall'altro e distintamente eseguire con massima precisione e oculatezza e ovviamente professionalità. Spero che l'anno prossimo ci sarà una replica con lui e anche i due co conduttori  molto apprezzati da me.

66 anni di Baglioni visti tutti insieme, un fisico da sballo, un'eleganza evidente e una gentilezza da uomo d'altri tempi, proprio come piace a me!

Che sa corteggiare, che sa farsi apprezzare con gesti semplici e molto evidenti nel contempo.

Viva Claudio Baglioni!!                                                     e tu che mi ricambi gli occhi, in questo istante immenso...

 
 
 

Prova inconfutabile

Post n°928 pubblicato il 21 Ottobre 2017 da schik1


Questa è stata la parodia di Cenerentola che, come si vede chiarissimamente, è UN UOMO!! 
Sta dietro ed è quello abbracciato al sorellastro. Io sono la prima bambina a partire da sinistra. Uomini che sono donne e donna che sono uomini (facevo la parte maschile nel ballo) E parlo di almeno 30 anni fa!!

 
 
 

Che fai?

Post n°927 pubblicato il 20 Ottobre 2017 da schik1

Mi chiedono come mai questo silenzio. Non posto nulla del mio lavoro perchè ho scelto la nicchia. Ho organizzato i corsi di recitazione e metteranno in scena le mie commedie. 

Per gli spettacoli posterò le locandine ma per il resto no. Evito la concorrenza.
Saluti, amici

 
 
 

Compagnie amatoriali... insomma!

Post n°926 pubblicato il 20 Ottobre 2017 da schik1

L'ottusaggine è quell'attributo lontano dalla mia mentalità.

Ho scritto una favola per la famiglia e perbacco! I Registi amatoriali l'hanno messa in un target ovvero: solo i bambini possono metterla in scena perchè è appunto una favola e riguarda solo loro.
Cosa ci hanno insegnato: Sandra Mondaini, Raimondo Vianello, Aldo Fabrizio, Franco e Ciccio, Totò e tantissimi altri? Aberro davanti a cotanta grettezza. Allora: meglio dire che questo non è lo stile, lo spirito della compagnia invece che dire: E' una recita per bambini" laddove ci sono Mirella e Gustavo i genitori di Francesco e Stefania che pomiciano davanti a Babbo Natale e ai giocattoli sotto l'albero! E poi mancate di fantasia; gli attori devono sapere e interpretare qualunque personaggio anche un animale. L'interprete alla sporadica è: il napoletano che recita solo il dialetto perchè non ha studiato la fonetica e la dizione e i bambini recitano solo i ruoli di bambini perchè il Regista non è in grado di accompagnarli in scena per non dire che gli attori non sanno fare quel personaggio perchè non hanno studiato l'interpretazione Stani/Strasberg! Cultura, ci vuole la gavetta ecco perchè non riesco a lavorare con chiunque. Non sono per le approssimazioni. Scusate.

 
 
 

Non è mai come sembra

Post n°924 pubblicato il 19 Ottobre 2017 da schik1

DESIDERO VIVERE.

QUANDO RESPIRO CERTI POSTI

COMPRENDO CHE IL MONDO E' GRANDE.

UNA MANO NELLA MIA

L'INTESA INTENSA

CAMMINARE IN SILENZI

E POI UN BACIO.

SE MI VUOI VIENIMI A CERCARE E TROVAMI.


 
 
 

Sentimenti strani

Post n°923 pubblicato il 19 Ottobre 2017 da schik1

Ognuno di noi vive strane sensazioni.

Nella mia vita ho conosciuto amore e odio contemporaneamente.

Una sola volta mi sono ritrovata ad amare e odiare

alla stessa intensità e poi...

la paura di reazioni convulse ed esagerate.

Mai una volta veramente sinceri

mai una volta senza meschinità.

Eppure era amore, innocente

vero, reale e desiderato ma..

umiliato e mortificato all'ennesima potenza!

Un suicidio ambivaente inutile perchè...

poi tutto emerge, ogni cosa va contro ogni volontà controllata.

 
 
 

Discorsi fra amiche

Post n°922 pubblicato il 13 Agosto 2017 da schik1

Oggi, chiachierando davanti a dolci e caffè con un'amica....

Ero giovane, avevo poco da raccontare, stavo iniziando la mia vita e conobbi una Marchesa a Busto Arsizio.... mi chiamava stella, un vezzeggiativo che al nord danno alle ragazze ben volute.

La conobbi per caso, perchè cercavo immobili da mercare e lei era proprietaria di un'intero palazzo, compresa l'attività di antiquariato che svolgeva in un lussuosissimo locale in centro.

Il maggiordomo mi portò un caffè e l'anziana donna, ben vestita e ben truccata, mi guardava con entusiasmo.

Mi disse che non avrebbe dato incarico ad una qualunque agenzia per la vendita dell'immobile, sarebbe stato meglio farlo privatamente tramite conoscenza e mi scelse perchè trovava nei miei modi di fare eleganza e signorilità.

Mi avrebbe corrisposto un succulento ringraziamento, ma non avendo conoscenze di quel calibro e nemmeno esperienza nel settore compra vendita immobiliare, rifiutai. Avevo appena iniziando. Lei lo capì.

Mi chiese di farle visita per due chiachiere e sovente di Domenica, mi recavo da lei di nascosto a mio marito, per farle compagnia. Dopo un paio di mesi circa tentò di regalarmi una collana preziosa, come forma di cortesia.

Era sola, vedova e i figli si trovavano all'estero e le erano rimasti il maggiordomo, un cagnolino e la sua attività.

Mi raccontò, nei lunghi soggiorni, della sua vita e che si era innamorata di un Principe spagnolo che però non poltè sposare, perchè lei non era dello stesso rango.

La sua famiglia era come dire... meno importante per cui il loro fu un amore impossibile.

Interruppi le visite perchè mio marito non doveva sospettare ma quando nel 2001 ritornai a Busto Arsizio oramai separata, lei non c'era più e il paazzo fu venduto da diverso tempo.

La mia amica è rimasta sbalordita di questo racconto e mi ha ammirata per la fortuna che ho avuto stando in Lombardia.

Anche a Napoli c'è un Principe ma ha la puzza sotto il naso. Conosco un Marchese, cafone come pochi e un Barone... con lui è storia vecchia e di amicizia!!

 

Sil.

 
 
 

Magari....

Post n°921 pubblicato il 21 Luglio 2017 da schik1

Se mi conoscessi non mi negheresti due ali. Che ho "un gran disordine nella mente" che anche tu potrai guarire. Rimani.

La sola cosa da fare è superare gli ostacoli del cuore e della mente.

La sola cosa da fare è oltrepassare il limite della coscienza e diventare assertivi.

Lascia stare le ragnatele, oramai non hanno più pennicillina, ma solo acari e polvere.

Unisciti ai tuoi affetti, tutti, altrimenti un giorno lo rimpiangerai e avrai ancora un vuoto che più vuoto non c'è!

Sai qual'è il risultato di mangiare pane e orgoglio? Il pane nutre, l'orgoglio distrugge e distrugge anche quel buon pane che hai ingerito.

Perdona e perdonati. Falla finita che è meglio soprattutto per te.

 
 
 

Momenti..

Post n°920 pubblicato il 20 Luglio 2017 da schik1

Le nuvole.

Le pause e me.

Una canzone cantata

e non ascoltata ma sentita.

Uno sbandamento e un timore

di cadere e di perdere l'orientamento.

La felicità è dietro l'angolo ma la paura di morire

è tanta. Dentro di te non esisto, dentro la vita non vivo

ma con me sempre sono viva e vera. Amori, amanti, successo

e soldi ne avrò, ma sarò sempre a metà. Tra me e te, tra lui e te, tra la vita

e la morte. L'Oracolo delle Maschere. Cin quanta carte scritte e descritte, disegni

già avviati e tra poco rientrerò nell'ambito dello scherno. Belle, colorate e divertenti.

 

 

                        

 
 
 

Ricordi

Post n°918 pubblicato il 02 Luglio 2017 da schik1

Oggi ho rivissuto momenti bellissimi, rinnovando il ricordo e le emozioni.

Ho chiuso gli occhi e con la mente sono ritornata in Lombardia al lago Maggiore dove c'è una storia, una leggenda, poi ho rivisto Wolf e al Ticino, dove spesso fotografavo il fiume coi piedi nell'acqua. Ricordo i costumi da mare che comprai in un negozio a Legnano di Domenica e un attico verso Piazza Da Giussano che avrei voluto acquistare. Ricordo Milano Duomo un piccolo bar raffinato dove incrociai con lo sguardo, un uomo elegante, distinto che osservava nella mia camicetta. Ricordo l'odore di Mc Donald's nei pressi di viale Zara e infine il balconcino dei sempre verde al Corso Vittorio Emanuele. Ricordo Milano marittima in Estate, le serate latine con gli amici a ballare e fare baldoria. Ricordo della Cabello che mi chiese il nome e le piacque, mentre registrava per MTV. Ricordo le risate, la spensieratezza

 
 
 

Per Maurizio, il mio ex cognato

Post n°917 pubblicato il 30 Giugno 2017 da schik1

Ho sempre avuto il forte sospetto che lavorassi in quell'azienda di Moda al posto mio.

Ho sempre avuto il sospetto che mi abbia preso di nascosto il progetto e lo abbia fatto tuo.
Ho ancora adesso il sospetto che continui a vivere il lavoro che mi hai preso senza chiedermi il permesso e adesso che hai paura che ti possa io "fare fuori", ti accapigli in questo posto con mille nik dalla foto uguale perchè.... secondo il tuo cervello piccolo, dovrei impazzire.
Spero di essermi sbagliata in tutti questi anni anche se, da donna intelligente e intuitiva che sono sempre stata, non mi sbaglio.
Devi lottare con le unghie e con i denti per buttare via me, altrimenti sarebbe la tua fine.
So, ne sono certa che adesso qualche pezzo grosso di quella casa di Moda mi legge, perchè ha interesse verso me e quando scoprirà la vera verità, ne la mia e ne la tua, tu perderai e io prenderò quel posto che mi merito.
 (avrei voluto continuare il periodo mettendoci una virgole con parole poco carine nei tuoi riguardi, tipo, brutto figlio di..)
Sei sempre stato geloso del mio matrimonio, di quello che abbiamo costruito io e tuo fratello e non hai esitato a gettare tutto quanto nel cestino.
E non dire che è stata colpa mia o di tuo fratello perchè, un'altra mia forte convinzione, sei stato mandato da quel caro tuo zio siciliano a fare la spia in casa mia e distruggere tutto, SENZA RISPETTO!
Spero che davvero l'avrò vinta.... 13 anni della mia vita rubati e goduti, adesso, tocca a me!

La tua meno male ex cognata.

 
 
 

Ciao, bellissima statua sommersa

Post n°916 pubblicato il 22 Giugno 2017 da schik1

Ruggiero mese prossimo verrò a Roma.
Stavolta però non andrò nella casetta
nemmeno al solito posto.
Tu sai come fare, ancora una volta.

 
 
 

L'artista

Post n°915 pubblicato il 13 Giugno 2017 da schik1

E' eccitante vivere con un artista, oppure un'artista. Dipende.

Quando sono giù, quando ho bisogno di spunti, quando sono sempre in compagnia a devo evadere, vado a cercare la vita degli artisti per ricaricarmi.

Qualli che vivono della loro arte smodatamente, dove la famiglia li segue sempre e ovunque senza sosta come nomadi in cerca di nuove emozioni.

E nonostante i ricavi, l'arte la fanno per passione, perchè sanno esprimersi solo attraverso quella parola. Non ne conoscono altre.

La mia arte. Qual'è? Scrittrice? Si.

Ma so fare anche di meglio: so creare, so organizzare, contattare, vendere e soprattutto valutare.

Ieri ho visto un film dal titolo: Così vicini.

Lui agente immobiliare, lei cantante, brava ma sfruttata.

Cme dicevo un tempo: vendo case e sei un bravo venditore di ogni genere. WE vendevo bene. Non facevo tremila appuntamenti, semmai cercavo IL cliente e alla fine lo trovavo.

Ieri mi sono rivista nel protagonista, l'agente immobiliare che diventa il manager della cantante e riesce a convincere un tizio a prendere una donna anziana mal vestita negli spettacoli perchè la sua voce divina, vendeva bene.

La vita con una scrittrice è fatta di lunghissimi silenzi e moltissimi pensieri. Tante parole, ma quante, tante e silenzi.

Una scrittrice sa parlare ma ancor di più, sa usare le dita per scdivere, quindi sa ben gesticolare. Ammalia con un solo tocco di dito un punto preciso del core altrui.

Vedete? Fiumi di parole. Sono una scrittrice e mi piace.

Stasera ho visto come un cantante ancora in erba fa di tutto per stare a galla da solo, cone le proprie competenze.

E cosa ci scommetti che andrò da sola da Stefano e ti stupirò?

Mi basto da sola perchè ho progetti e la testa, un bel paio di cervelli rotondi e grinta.

Questa è la mia vita, questa sono io.

Dovrò aspettare che passi la bufera e poi volerò, da sola, ma lo farò!

 

 
 
 

COR LEGIERI

Post n°912 pubblicato il 10 Maggio 2017 da schik1

S'INVENTAVAN DICERIE SECONDO LE QUALI LUI SAREBBE STATO UN OMO POCO SAVIO.

S'INVENTAVAN PAROLONI, SECONDO I QUALI I SAGGI LA DI LEI S'INNAMORARO.

E NIUNO A DISCERNENZA DAGLI ALTRI, FOSSE LA DI LEI PRESCELTO.

ELLA ANDAVA E LA SUA STRADA ERA SGOMBRA DI INSIDIE, MA INSIDIOSA DI MERAVIGLIE.

QUALI MERAVIGLIE S'OCCUPAVAN DELLA DI LEI DONNA CH'AL SUSSURRAR DEI FRAMMENTI

LAI, LARGHI E ASSAI, DI LORO ACCORATE TENZONI L'AMMAESTRAVA?

UN DI DEL DUOPO AL SETTIMO BATTITO, S'IMBATTE' IN UN OMO, SAVIO ASSAI E ARDENTE.

OSTINATI I LOR CORI MAI SI DIVISERO MA LA MENTE SAPEVA CHE:

IL DI LUI AMOREGGIASSE CON UNA BELDRASSA SORA CHE ALMENO POCO GIOVANE NON AVESSE VOGLIA.

LA DI LEI SEBBENE SOLA, NON VOLESSE RIMEMBRAR AMANTI COL DI LUI, NELLA DIMORA.

CHE FARE? UN SOLO BACIO E' DA FARE!

PERBACCO, IL SOLO BACIO LIEVE... ASSAI LIEVE.

TROPPO AVVOLSE SPIRITI AVVULSI IN UN ISTANTEMENTE ALQUANTO IMMINENTE.

UN SOLO LAVIO, BASTO' UNA VIRGOLA DI QUELLO, CHE.. I LOR COR ANDASSERO LONTANO PER NON TORNAR MAI PIU'!

 
 
 
Successivi »
 

 

 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI