Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

« La settimana della legal...Nel giorno della legalit... »

Il trucco c'è ma non si vede..

Post n°8910 pubblicato il 22 Maggio 2020 da nina.monamour



Uno dei modi per conoscere lo stato della parità di genere nel Paese in cui si vive è capire la concezione che si ha del ciclo mestruale e come questo venga affrontato pubblicamente. Come ne parla la politica nazionale? Cosa si insegna nelle scuole? Quali provvedimenti e misure sono state prese a livello sociale?

In Italia, lo sappiamo, il ciclo mestruale è ancora purtroppo un tabù, dalla sfera privata a quella pubblica, dall’ambiente lavorativo alla famiglia fino al gruppo di amici, si parla troppo poco di mestruazioni e, quando lo si fa, questo genera un profondo senso di disagio.

"Che schifo”, ci si sente spesso dire quando si accenna al sangue mestruale: una reazione spontanea e trasversale, che arriva dagli uomini ma anche dalle donne, che hanno interiorizzato il sentimento della vergogna.

Utilizzato storicamente come pretesto per attestare una presunta inferiorità delle donne rispetto agli uomini, le mestruazioni sono considerate più come una malattia che come una normale funzionalità dell’organismo. Impuro, infausto, cattivo, nocivo, il sangue mestruale è il sintomo di un problema che riguarda solo le donne e, in quanto tale, solo loro devono occuparsene, preferibilmente in gran segreto e senza darlo a vedere.

Non soltanto, quindi, per cinque giorni al mese circa ci ritroviamo a contorcerci per dolori e fastidi di ogni genere, ma abbiamo anche l’obbligo morale di non parlare di ciò che stiamo provando, per non importunare l’ambiente circostante.

Ci son volute proteste e interrogazioni parlamentari per abbassare l'Iva sugli assorbenti in Italia dal 22 al 5%. Ma, attenzione, il trucco c’è ma non si vede, ossia l’aliquota più bassa vale solo per assorbenti ecologici e coppette mestruali.

Niente da eccepire, le coppette sono un’ottima soluzione ecologica e sostenibile, peccato che se ne parli pochissimo, che le donne molte volte non sappiano nemmeno che esistono. Per quanto riguarda poi gli assorbenti ecologici costano mediamente un 50% in più degli altri.

In un Paese in cui una donna mestruata dice ancora che "è indisposta" e che ha "le sue cose", la strada verso la distribuzione gratis di assorbenti e tamponi è ancora lunga. Invece, il primo paese al mondo, il Parlamento scozzese, si è espresso praticamente all'unanimità, (come sempre più avanti rispetto a noi), ha approvato questo nuovo disegno di legge per rendere gratuiti i tamponi e gli assorbenti per tutte le donne.

Contro la cosiddetta "period poverty" il governo vuole garantire che i prodotti necessari durante le mestruazioni siano gratuiti e disponibili per “chiunque ne abbia bisogno” soprattutto per proteggere le donne a basso reddito che non si possono permette di acquistare tali prodotti che sono essenziali.

In effetti, un sondaggio effettuato su 2.000 persone ha rilevato che circa una donna su 4 tra quelle intervistate in scuole e università scozzesi fa fatica ad accedere ai prodotti fondamentali durante il ciclo. Nel Regno Unito nel complesso, invece, il 10% delle donne non può permettersi di acquistarli, il 15% fa fatica e il 19% è passato a prodotti meno adatti a causa dei costi.


Dato che le mestruazioni non sono una scelta, e i costi del ciclo mestruale ricadono interamente sulle donne, molte persone e associazioni chiedono che gli assorbenti siano quantomeno considerati beni di prima necessità, e quindi venga rimossa o ridotta l’aliquota oggi prevista di solito per la loro vendita. In Italia l’IVA sulla maggior parte degli assorbenti continua a essere la più alta prevista, il 22 per cento..


Sora Lella Annammo Bene Perfetto Elena Fabrizi GIF - SoraLella ...


E noi donne che colpe abbiamo?!

Buon w.e. a tutti..

Commenti al Post:
gianor1
gianor1 il 22/05/20 alle 20:30 via WEB
Il ciclo mestruale racchiude in sè la specialità più forte della femminilità; la possibilità di far nascere un nuovo corpo, di essere zolla fertile di un seme. Dalla mia esperienza scolastica ho sempre visto sensazioni diverse da un'allieva ad un'altra. Alcune lo vivono con fastidio, a volte con vergogna, ma spesso la maggioranza al contrario vivono l'evento come simbolo della potenza riproduttiva femminile. Ore liete in questa fine di settimana e abbi cura, mi raccomando. Gian
 
Nuvola_vola
Nuvola_vola il 22/05/20 alle 21:03 via WEB
Nessuna colpa abbiamo noi... Dolce notte... Un abbraccio
 
NonnoRenzo0
NonnoRenzo0 il 22/05/20 alle 21:21 via WEB
Voi donne siete fantastiche, Felice fine settimana a tutte le amiche di questo blog Ciao Nina serena serata
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 22/05/20 alle 21:38 via WEB
Ringrazio solo di essere fuori da questo problema mestruale.Fra sindrome premestruale,costi e assorbente che si spostava sempre durante la notte mi sono messa il cuore in pace.Vuoi mettere avere rapporti senza il terrore di restare incinta.Il ciclo va bene per chi deve procreare poi una colata di cemento!!!!!!!ahahahah Ciao Ninuzza!!!!!!!!!!!
 
woodenship
woodenship il 23/05/20 alle 02:25 via WEB
Sacrosante parole e non si può che essere d'accordo:non si può consentire speculazioni su un aspetto della femminilità come questo........Un bacio scintillante di stelle.........W......
 
tanmik
tanmik il 23/05/20 alle 06:39 via WEB
L'amore, la tenerezza e due risate sono medicine capaci di combattere qualsiasi giornata storta...Felice domenica...Mik^^^
 
licsi35pe
licsi35pe il 23/05/20 alle 09:05 via WEB
Condivido per quanto detto da Gian. Per il resto non ho mai provato vergogna o imbarazzo (a parte la prima volta) per le mie mestruazioni: erano, per me, un semplice evento mensile di "ripulita dalle scorie dannose". Continuo a pensarlo e penso siano state veramente utili, malgrado i disturbi, in modo tale che se potessi, le vorrei sopportare ancora, tutta salute. Buon fine settimana cara Nina, un sorriso!!
 
Vince198
Vince198 il 23/05/20 alle 10:38 via WEB
É una questione di natura: l'essere femminile, la donna ha questa peculiarità ben spiegata nel mondo della scienza, chi non lo comprende è semplicemente un idiota. I costi poi, almeno qui da noi, sono la cartina di tornasole che dimostra che non c'è sufficiente attenzione verso le donne. Fosse - poi - solo questo il vulnus..
Ciao Anna, buon sabato ^_____^
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/05/20 alle 10:55 via WEB
Effettivamente c'è molto da lavorare ancora per sgombrare il campo dai pregiudizi e dalla...ignoranza!!!!!! Siamo ultimi spesso da un po' di tempo e per metterci in pari sul piano della civile scelta a favore delle donne, procediamo lentamente e con piccole vittorie conquistate. Ci vorrà tempo, siamo lenti e poco propensi a vedere oltre il nostro naso. Spero che il tempo si schieri a favore delle donne e che lo sgombro (no il pesce) degli ultimi e perfidi pregiudizi, avvenga quanto prima. Ciao Nina, ti abbraccio.
 
Mario939
Mario939 il 23/05/20 alle 11:10 via WEB
Buongiorno e Buonfine settimana, splendida Nina.
Un caro saluto.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cercasi_sorrisozacarias5tanmikninograg1gabbiano642014elisabetta.191172exiettomonellaccio19gatta433nina.monamourlascrivanavirgola_dfNuvola_volaLalla3672aligi4
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20