Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

Messaggi del 27/01/2020

World Leprosy Day..

Post n°8826 pubblicato il 27 Gennaio 2020 da nina.monamour


Risultati immagini per malati di lebbra



Oggi mi dissoccio da fare post che tutti scrivono in una ricorrenza come questa, la giornata della memoria, una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno e soprattutto per non dimenticare, ne scriverò qualcosa in seguito..

Nel mondo ogni due minuti, forse parcecchi disconoscono che una persona viene colpita dalla lebbra nonostante sia possibile curarla. La celebrazione della Giornata è per ricordare l’approvazione dell’Onu, nel 2010, dei “Principi e linee guida per l’eliminazione della discriminazione contro i malati di lebbra e i loro familiari”

Nel 1954, si celebrava la prima Giornata mondiale dedicata ai malati di lebbra. L’aveva ideata Raoul Follereau, giornalista e scrittore francese, ma soprattutto instancabile apostolo dei lebbrosi e “ambasciatore dei poveri presso i poveri”. Fu infatti fu Lui a risvegliare l’opinione pubblica internazionale sulla disumana condizione di milioni di malati del morbo di Hansen, ancora relegati nei ghetti dei lebbrosari nonostante esistessero già cure efficaci e di basso costo.

Proprio Lui, vero "vagabondo della carità", andò a visitare instancabilmente i lazzaretti in cui erano confinati i lebbrosi, abbracciandoli per dimostrare anche visivamente che la malattia non era così contagiosa e che poteva essere sconfitta.

Ideò clamorose iniziative, come la richiesta alle superpotenze Usa e Urss dell’equivalente di due bombardieri atomici per sconfiggere definitivamente la malattia, e a lanciare slogan contro la "lebbra peggiore di tutti", l'egoismo, perché "La civiltà è amarsi, nessuno ha il diritto di essere felice da solo".

Risultati immagini per malati di lebbra

 

L'immagine è dura, ma serve a scuotere un po' gli animi!

A lui si debbono in grandissima parte i risultati ottenuti nel secolo scorso nella lotta contro una malattia che era (e lo è tutt'ora) considerata più infamante della peste. Follereau è morto nel 1977 ma la sua eredità vive sotto la bandiera di numerose Fondazioni a lui ispirate, poiché i nuovi casi di lebbra sono tutt'ora 200.000 all’anno, la battaglia continua.


Immagine correlata


Questo è il grande messaggio che Follereau ha trasmesso alle generazioni future e questo è anche il grande messaggio che Papa Francesco non smette di seminare ovunque nel mondo, ovunque vada, come è stato anche nel viaggio anche in America Latina.

(Le trésor que je vous laisse, c’est le bien que je n’ai pas fait, que j’aurais voulu faire, et que vous ferez après moi).
"Il tesoro che vi lascio, è il bene che io non ho fatto, che avrei voluto fare e che voi farete dopo di me".

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

lalieno_2016licsi35peQuartoProvvisoriowoodenshipD_E_U_Schiedididario66ellen_ellenexiettoLita890dgl0monellaccio19dolcesettembre.1tanmike_d_e_l_w_e_i_s_saligi4poeta_semplice
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20