Creato da: sicily_pride il 02/09/2008
Benvenuti nel blog più musicale,squisito e catanese che possiate trovare.

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

Ultime visite al Blog

cassetta2sofya_mlubopocastanodgl10emanuela.nazzoccosebastianoferraccuREGINA.LEONESSAnoxia3zazilucamel966g1b9jerangiorgio.manmaristellavenutiverosinopoli
 

Ultimi commenti

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

PANCAKES AMERICANI

120 G Farina,120 G Latte Intero Fresco, 1 Uovo,Burro,1 Pizzico Sale Preparazione:Setacciare la farina, raccoglierla in una ciotola con l'uovo sgusciato, il latte e un pizzico di sale. Amalgamare il tutto lavorando gli ingredienti con un cucchiaio di legno; quando avrete ottenuto una pastella liscia, lasciatela riposare per 1 ora. In un padellino possibilmente antiaderente scaldate una noce di burro, versare un mestolino di composto e scuotere la padella fino a ricoprire il fondo con uno strato non troppo sottile. Lasciate il pancake dorare da una parte e poi dall'altra ...e via cos fino ad esaurimento della pastella. Servire, secondo l'abitudine americana, con miele o sciroppo d'acero.
 

Raviole di ricotta catanesi

Per la pasta:

500 g di farina, 1 bicchiere di latte,

50 g di strutto, 2 uova,

1 cucchiaio di zucchero, 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

500 g di ricotta, 1 bustina di vaniglia

250 g di zucchero, cannella, olio

Impastate la farina con le uova, il latte, lo strutto, lo zucchero e un pizzico di sale. Lavorare bene l'impasto fino ad ottenere una pasta morbida; lasciate riposare per mezz'ora e poi stendete una sfoglia.

Ritagliatene con una rondella tanti quadrati su cui metterete la ricotta lavorata con lo zucchero, la vaniglia e un pizzico di cannella. Fate dei fagottini di forma triangolare e friggete in olio bollente. Lasciate raffreddare e spolverate con zucchero.

 

 

 
« Quando anche in Sicilia ...TRAMONTI DI SICILIA. »

C' ancora qualcuno che ragiona in questo paese!

Post n°522 pubblicato il 13 Gennaio 2012 da sicily_pride

 Ragusa: Sì del Vescovo alle unioni gay.

 

RAGUSA - Parla un uomo di Chiesa e,

invocando la laicità dello Stato, tocca un tema

delicato e controverso. Lo Stato riconosca le

unioni omosessuali mentre la Chiesa si riservi

solo il giudizio morale. Lo dice il vescovo di

Ragusa, Paolo Urso, convinto assertore di una

chiesa dalle "porte aperte". E da tempo mostra

una sensibilità spiccata verso questioni cruciali

come l'immigrazione, il pacificismo, le

convivenze, la fecondazione assistita.

Suscitò scalpore nel 2005 una sua intervista al

Corriere della Sera in cui, esprimendo

un'opinione dissonante rispetto a quella del

cardinale Camillo Ruini allora presidente della

Cei, invocava la "libertà di coscienza"e

annunciava l'intenzione di andare a votare per

il referendum sulla fecondazione assistita. Il

Vaticano era invece orientato per l'astensione.

In questi anni monsignor Urso ha manifestato

altre posizioni fuori dal coro. Per esempio, ha

voluto che la marcia della pace partisse

dall'aeroporto di Comiso dove invece il suo

predecessore era andato per benedire le

installazioni dei missili Cruise. Ora, in

un'intervista alla testata on-line

"Quotidiano.net" ripresa anche nel sito di

informazione della curia, "Insieme", tocca alle

unioni tra gay, verso le quali il prelato esprime

giudizi improntati alla comprensione e alla

separazione tra il livello civile e quello

religioso. "Quando due persone - dice -

decidono, anche se sono dello stesso sesso, di

vivere insieme è importante che lo Stato

riconosca questo stato di fatto. Che va

chiamato con un nome diverso dal matrimonio,

altrimenti non ci intendiamo".

Alla domanda se su questi temi intraveda un

ritardo risponde: "Uno Stato laico come il

nostro non può ignorare il fenomeno delle

convivenze, deve muoversi e definire diritti e

doveri per i partner. Poi la valutazione morale

spetterà ad altri".

Ma rifarebbe oggi la stessa scelta che lo

allontanò dall'indicazione di Ruini? "Senza

dubbio la rifarei" risponde. "Sono stato

educato alla laicità dello Stato e al rispetto delle

leggi civili. Quando il cittadino è chiamato a

compiere delle scelte concrete, il compito della

Chiesa è quello di offrire ai fedeli strumenti per

decidere in autonomia e consapevolezza. Per

questo ho detto alla mia gente: 'Informatevi,

documentatevi, vedete se questo tipo di

soluzioni sono giuste e giudicate voi".

La distanza da Ruini si misura anche sul piano

politico. Quella del cardinale, spiega, fu

"un'azione di strategia politica". Monsignor

Urso la pensa diversamente: "Credo che i

vescovi con la politica e le sue logiche non

debbano avere nulla a che fare". E si guadagna

subito l'elogio di Equality Italia, una rete per i

diritti civili per la quale le parole del vescovo

sono "molto importanti".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/SicilyPride/trackback.php?msg=10972385

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
paperino61to
paperino61to il 13/01/12 alle 10:16 via WEB
ciaooo un Vescovo anomalo vedo ? peccato che pecorelle Bianche siano poche in quella congrega chiamata Chiesa. Buon fine settimana a te
(Rispondi)
 
scorpione602
scorpione602 il 13/01/12 alle 10:21 via WEB
direi che una bella notizia..accoglienza e rispetto. Speriamo che altri si uniscano a questo Vescovo. Ciao, bel blog..peccato non siano passati i referendum sulla legge elettorale. Un sorriso e buona giornata...Monica
(Rispondi)
 
biberon9
biberon9 il 13/01/12 alle 13:40 via WEB
Una luce brilla fra le tenebre...
(Rispondi)
 
ironwoman63
ironwoman63 il 05/02/12 alle 23:44 via WEB
anche nella Chiesa, c'e' qualcuno che ragiona, nonostante tutto!!! ciaoo
(Rispondi)
 
lasoraninetta
lasoraninetta il 13/02/12 alle 17:54 via WEB
molto che non entro, grazie per la visita gradita e per il commento. Un caro saluto a te e alla bellissima Catania che non vedo da quando ero piccola Stefy
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.