Simply Writer Blog

Metamorfosi di una farfalla - Mindfulness & Love Coaching

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: irene.74
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: TA
 

"Poi nasce un nuovo giorno. E il buio porta via con sé quel che non serve. Il resto spetta a noi. Che di questa metamorfosi abbiamo fatto uno stile di vita. Arabe fenici dalle mille rinascite. Questo siamo..." 

 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato  senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001

Alcune delle immagini inserite nel Blog sono tratte da internet, da siti che ne permettono la condivisione gratuita. Qualora ritenessi che la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicacelo via e-mail e le rimuoveremo immediatamente

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

JosephSuperFreeil_tempo_che_verraFabracadabra74sasamensbQuivisunusdepopuloirene.74atlantide74tatempestadamore_1967MAGNETHIKAgigino331cassetta2lab79squitti3anmicupramarittimacolangelo55
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

Messaggi di Gennaio 2022

Si può rinascere dopo aver sofferto tanto?

Post n°566 pubblicato il 18 Gennaio 2022 da irene.74

Son molte le generalizzazioni che finiscono col condizionare pesantemente il nostro percorso esistenziale. Pensieri che calamitano la nostra attenzione in modo prevalente, a cui diamo importanza eccessiva, fino a farne realtà. Apparente, è chiaro. La verità è distante anni luce, grazie a Dio. Ma potremmo non accorgercene mai... E qui il discorso si complica...

Pensa a cosa accade se, ad esempio, arrivo a credere che NO, non si può rinascere dopo aver tanto sofferto. Nella mia mente si radica la convinzione di essere praticamente condannata ad un destino contro il quale è pure inutile lottare. Perchè mi ha relegato in una condizione da cui non mi è possibile uscire.

Nella realtà dei fatti, questo è solo un mio pensiero. Ma se mi ci fisso, se non provo ad allargare gli orizzonti, posso non riuscire mai ad andare oltre. Ecco che, se anche dovessi imbattermi in chi ce l'ha fatta a rinascere dopo tanto dolore, potrei non accorgermene. O potrei far scendere in campo un'altra trappola pericolosa. Quella che mi autorizza a credere che le condizioni in cui vivono gli altri son sempre diverse dalla mia e che se anche per loro esiste una via d'uscita dal tunnel... per me, nello stesso tunnel uscita non ce n'è!

Qualcuno diceva: "Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione". Ed è realmente così. Il cambiamento dipende non solo dalle condizioni in cui ci si ritrova. Ma anche da altri fattori. Pensa alla consapevolezza che permette di avere un'esatta percezione del problema. Pensa alla motivazione che può rendermi accessibile qualsiasi sfida perché ho gli occhi talmente fissi sulla meta da non lasciarmi affatto intimorire dagli ostacoli che posso incontrare strada facendo. Pensa alla determinazione con cui affronto il cambiamento, certa che raggiungerlo significhi vedermi spalancate porte che mi permetteranno davvero di raggiungere la tanto attesa felicità.

Si può rinascere dopo aver sofferto tanto? Sì, si può.

Ma lo si deve volere davvero. Si deve considerare possibile ricominciare da zero a tutte le età, in qualsiasi condizione, ovunque ci si trovi. Allora davvero potremo scrollarci di dosso i segni del passato che ha cercato di marchiarci in modo indelebile. Allora sì che riusciremo a toglierci dalle spalle le etichette che hanno tentato di inquadrarci in una certa maniera.

Siamo sulla Terra per evolvere in Amore. Finchè siamo vivi è sempre posiibile correggere il tiro, imparare dagli errori e trasformare le delusioni in esperienza che ci renda addirittura migliori, più consapevoli e liberi.

Non importa quanto dolore tu custodisca nel cuore, quante cicatrici la vita ti abbia dipinto addosso. Ogni giorno puoi rinascere a te stessa. Ogni giorno, dalle ceneri dei sogni infranti, puoi tirar fuori la migliore versione di ciò che realmente sei. Svegliati con gli occhi curiosi dei bimbi che esplorano le mille sfaccettature della gioia di ogni giorno e addormentati scrollandoti di dosso i dolori, le sofferenze e le delusioni che, lasciate andare, ti riscoprono libera.

Se anche finora le cose non sono andate esattamente come avresti voluto, non è comunque mai troppo tardi per farcela. Vietato arrendersi. Benedici i tuoi passi e te che di quel cammino sei frutto. Ricerca sempre la tua felicità. Il resto verrà da sé...

 

 

 

 
 
 

3 obiettivi per l’anno nuovo

Post n°565 pubblicato il 11 Gennaio 2022 da irene.74

Gennaio è un mese frizzante e variopinto, ha il sapore degli agrumi e delle tisane calde addolcite col miele ed i colori allegri del carnevale che scherzoso arriva a disturbare il manto bianco dell'inverno.

Ci porta in dono un nuovo anno e con lui la speranza di avverare tutti i sogni prepotentemente rinchiusi nel cassetto.

Messi da parte gli addobbi natalizi, archiviati tra i ricordi i festeggiamenti ed i fuochi di artificio, ci accingiamo a ritrovare la tanto rassicurante routine che possa scandire ordinatamente i ritmi delle nostre giornate fredde e buie.

Quali sono i 3 obiettivi che hai in mente di raggiungere in quest'anno appena iniziato?

Tre è il numero giusto di traguardi a cui si possa ambire in un anno di tempo. Avere l'attenzione focalizzata sulla meta ci aiuta a non farci distrarre da altro. E a concentrare le energie nella giusta direzione. Guai a non avere obiettivi. Significherebbe lasciarsi trasportare dal vento. O permettere agli altri di trasformarci in oggetti funzionali al raggiungimento degli obiettivi altrui.

Chiediti: cosa manca alla tua felicità perché sia piena?

Quella sarà la strada da percorrere per poter fare finalmente centro. Non importa se da parecchio tempo a questa parte hai smesso di pensare agli obiettivi, se hai maturato la tendenza ad anteporre le necessità degli altri alle tue (salvo poi ritrovarti frustrato e insoddisfatto, chissà come mai..) Questo può essere per te l'anno della svolta.

Che segna il ritorno alla pienezza, alla leggerezza, all'abbondanza...Che fa cominciare quel cammino di consapevolezza in grado di farci assaporare per bene ogni cosa.

Sei insoddisfatto in una relazione sentimentale che non ti appaga? Ti senti frustrato in un lavoro mal pagato che ti mortifica? Avverti il bisogno di cambiare amicizie e far posto al nuovo? Vuoi cominciare a dedicarti ad un nuovo hobby? Qualsiasi cosa ti pesa sul cuore, merita di essere rimossa e allontanata.

Smetti di accontentarti, di pensare che non meriti di meglio, di dipendere dalla felicità delle persone che ami. Il nuovo anno è arrivato pure per risvegliarti, per ricordarti che non è mai troppo tardi per ripartire, anche da zero.

Ma cosa occorre per poter intraprendere un buon viaggio? Una mappa fatta bene, il necessario per affrontare l'esperienza e tanta, tantissima voglia di farcela.

Puntare alla felicità non è mai una scelta egoistica: pensa come cambierebbe tutto quanto anche attorno a te! Siamo tutti connessi, in fondo, no?

Prenditi il tempo necessario a pensare e poi scrivi i tuoi 3 obiettivi in una bella pagina della tua agenda nuova.

Il cambiamento nasce sempre dalla consapevolezza e dalla capacità di vivere pienamente la nostra visione da subito.

La Vita ti vuole felice, non dimenticarlo mai. 

 

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: irene.74
Data di creazione: 30/09/2013