Creato da irene.74 il 30/09/2013
Metamorfosi di una farfalla

Contatta l'autore

 
Nickname: irene.74
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 46
Prov: TA
 

"Poi nasce un nuovo giorno. E il buio porta via con sé quel che non serve. Il resto spetta a noi. Che di questa metamorfosi abbiamo fatto uno stile di vita. Arabe fenici dalle mille rinascite. Questo siamo..." 

 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato  senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001

Alcune delle immagini inserite nel Blog sono tratte da internet, da siti che ne permettono la condivisione gratuita. Qualora ritenessi che la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicacelo via e-mail e le rimuoveremo immediatamente

 

Archivio messaggi

 
 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

Ultime visite al Blog

 
carlo.capra27the_namelessirene.74Elianalikevita.perezcomesispegneBugenhagenvolami_nel_cuore33annamatrigianogiulia.valalfacentauri0303s8anaeredidauriasilver91rovinaautookay.pm
 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Tag

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 
 

Messaggi del 21/10/2020

 

Com'era la tua vita prima della relazione?

Post n°524 pubblicato il 21 Ottobre 2020 da irene.74

Se sei attualmente impegnato in una relazione, ti consiglio di porti questa domanda. E di farlo sistematicamente.

Lo scorrere frenetico delle nostre giornate incasinate, troppo spesso finisce col farci perdere di vista cose importanti.

Sempre più di frequente sento parlare di relazioni finite per motivi "di cui avrei dovuto prendere coscienza già molto tempo prima".

Perchè non lo si è fatto?

L'abitudine, ce lo siamo detto chissà quante volte, è considerata da molti rassicurante. Sicuramente più di un cambiamento che per sua natura impone di affrontare l'ignoto e dunque necessita di coraggio.

Ecco che molte coppie sembrano andare avanti per forza d'inerzia. Hanno le vite scandite da ritmi ad incastro, rituali che onorano come fossero sacri, appuntamenti fissi inderogabili... Ma in tutto questo, sono davvero felici?

Troppo spesso la risposta è no. Mi raccontano di veri e propri bracci di ferro andati avanti per mesi prima che il partner si decidesse ad accettare l'ennesima richiesta divenuta poi diritto acquisito. Mi dicono che felici non lo sono da parecchio... "Ma in fondo... chi lo è davvero?"

La verità è che ce la raccontiamo bene. Ci prendiamo per i fondelli da soli, come fossimo idioti pronti a bersi la prima cretinata datagli in pasto...

Com'era la tua vita prima della relazione?

Se solo a pensarci fai fatica, perché realmente non contempli l'ipotesi di una vita senza il tuo partner, se costringendoti a pensare al prima tiri fuori emozioni negative e ti accorgi che davvero questa relazione ha contribuito a migliorartela, allora hai di che essere grato. Puoi proseguire il cammino di coppia con tutto l'entusiasmo che una simile constatazione può generare.

Ma se pensandoci avverti un senso di leggerezza, ti riaffiorano alla mente sensazioni belle che non provi da tanto, se confrontando il prima e dopo realizzi che questo rapporto ti sta incastrando in una realtà faticosa in cui a tratti ti sembra persino che ti manchi il fiato, è il caso di mettere in discussione tutto. L'abitudine, la routine, l'illusione di felicità, la coppia stessa...

L'amore è un ramo importantissimo nell'albero della nostra vita. Ma deve renderci felici. Se rappresenta un problema in più è il caso di potarlo, senza troppi se e ma. Salva il salvabile, laddove possibile. Ma se ti rendi conto davvero di aver scommesso tutto sul cavallo sbagliato, metabolizza la sconfitta, prendine coscienza piena e mettiti in salvo. Prima che sia troppo tardi.